Per cinque giorni Milano è capitale mondiale dell'architettura, non solo nei padiglioni della fiera ma in tutta la città si parla di architettura. Molti architetti aprono i propri studi ospitando eventi e iniziative che avvicinano un più vasto pubblico ai temi della disciplina.



Architetti e Architetture tra Salone del Mobile e Fuorisalone

Nella settimana dedicata al Salone del Mobile, Milano diventa la capitale mondiale dell'architettura. Incontri, iniziative e installazioni si susseguono in diverse parti della città, dovunque si parla di architettura e di temi cari alla disciplina, anche in posti “insoliti” come i tram! “TRAMway TO THE FUTURE - il tram della sostenibilità e dell'innovazione” è l'iniziativa messa in campo dalla società di progettazione integrata Progetto CRM dell'architetto Massimo Roj. Un vero tram ATM che parte dall'installazione Smart Square in piazza Castello, progettata dallo stesso architetto Massimo Roj, e che ospiterà a bordo ricercatori, sociologi, docenti universitari, con cui interloquire su temi trasversali in materia di sostenibilità, innovazione e futuro. L'incontro con gli architetti, con chi progetta il futuro delle nostre città e delle nostre case, è certamente il punto di forza di molte iniziative del Fuorisalone.

Tra i primi eventi che hanno dato il via alla settimana del Fuorisalone l'inaugurazione del secondo appuntamento di The Architects Series, il nuovo format di SpazioFMGperl'Architettura la galleria espositiva di Iris Ceramica e FMG Fabbrica Marmi e Graniti. Ospite speciale dei due brand di Iris Ceramica Group è stato l'architetto Andrew Whalley, Deputy Chairman dello studio londinese Grimshaw. Un'occasione importante per confrontarsi con una realtà interazionale attualmente impegnata nella progettazione del Sustainability Pavilion per l'Expo Dubai 2020. Il tema scelto da SpazioFMG non è certamente casuale e rientra in quelle che sono le tendenze registrate in questa edizione del Salone del Mobile e degli eventi Fuorisalone. Legato alla sostenibilità e al rapporto tra design e paesaggio è anche la proposta “DESIGN for LANDscape, LANDscape Design for People” dello studio LAND. Cinque progetti in cinque diversi paesi tra cui Dubai con l'Expo 2020 e per l'Italia, Milano con il progetto di rigenerazione urbana di Porta Nuova, diventano promotori di riflessioni tra gli addetti ai lavori e il pubblico sui temi della sostenibilità e sul progetto del paesaggio. Come LAND sono molti gli studi di architettura che aprono le porte al pubblico in occasione del Salone del Mobile. One Works, ad esempio, ha scelto proprio la Design Week per inaugurare la nuova sede milanese di via Sciesa 3, uno studio professionale / hub creativo che per i Fuorisalone ospita una mostra dedicata all'Urban Design Festival di Singapore.

In tema di incontri con architetti e studi di architettura nell'area tra Porta Nuova e Porta Volta si svolge la seconda edizione dell'iDD Innovation Design District. Il progetto coinvolge tutto il quartiere proponendo un fitto programma di incontri e iniziative con il titolo Common Future. Tra le iniziative gli Icon Design Talks, in corso alla Microsoft House, sono la formula scelta per innescare un dibattito tra il pubblico e i protagonisti dell'architettura internazionale tra cui: David Adjaye, Joe Gebbia, Guido Canali, Stefano Boeri, Hans Ulrich Obrist, Andrea Boschetti di Metrogramma, Formafantasma, Michael Anastassiades, Stefan Diez, Studio Swine, Konstantin Grcic, Ron Gilad, Giulio Cappellini, Marc Newson, Jasper Morrison e molti altri. Tra le altre iniziative che animano il quartiere è certamente da ricordare la mostra space&interiors “The future of living and the planet of the future" curata da Stefano Boeri Architetti per Made Eventi.

Nel dinamico Brera Design District troviamo sia le avveniristiche proposte legate al mondo del design digitale con progetti all'avanguardia basati su stampa robotica 3D, come gli arredi progettati da Zaha Hadid Architects, Ross Lovegrove e Daniel Widrig per Nagami, sia allestimenti dedicati a un abitare futuro attento al rapporto con la natura come quello evocato dall'installazione “agrAir” di Piuarch.

(Agnese Bifulco)


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×