26-07-2018

Al Borde e Taller General, una mensa a Guardunal, Ecuador

Taller General, Al Borde,

Carlos Cuenca, JAG Studio,

Guadurnal, Esmeraldas, Ecuador,

Edifici Pubblici, Università, Community Center, Scuole & Università,

Bambù,

Recupero/Restauro, Recupero,

Il progetto degli architetti di Al Borde e Taller General a Guardunal in Ecuador mette in pratica il riuso di materiali e di preesistenze, al fine di creare un nuovo spazio per la comunità locale, fortemente colpita dal terremoto dell'aprile 2016.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. Al Borde e Taller General, una mensa a Guardunal, Ecuador

Al Borde e Taller General, una mensa a Guardunal, Ecuador Il progetto degli architetti di Al Borde e Taller General a Guardunal in Ecuador mette in pratica il riuso di materiali e di preesistenze, al fine di creare un nuovo spazio per la comunità locale, fortemente colpita dal terremoto dell'aprile 2016.


L’ultimo progetto dello studio ecuadoriano Al Borde con i progettisti di Taller General è sito a Guardunall, un paese sulla costa dell’Ecuador che fu particolarmente colpito dal sisma dell'aprile 2016, e consiste in una mensa scolastica che offre spazio ai 60 bambini della scuola locale. 
Un intervento che è nato da una fortuita coincidenza. Infatti nell’ottobre 2016 si è tenuta a Quito Habitat III, la terza conferenza mondiale sull’abitare delle Nazioni Unite. Il padiglione dell’associazione messicana Infonavit era stato progettato dallo studio La Metropolitana, proprio in ottica di un futuro reimpiego dei materiali. Lo stesso approccio progettuale adottato dallo studio Al Borde, incaricato della realizzazione del padiglione tedesco anch’esso basato sul presupposto del riutilizzo di tutti i materiali impiegati. In effetti il padiglione di Al Borde sarebbe stato convertito in alcuni prototipi di abitazioni, le stesse a cui gli architetti stavano lavorando per gli follati del terremoto del 16 aprile 2016. 
In questo modo si è creato un legame e, conclusasi Habitat III, il padiglione Infonavit è stato smontato e consegnato al magazzino di Al Borde, in quanto stavano cercando una nuova destinazione d’uso per questa architettura. 
Nel frattempo, dopo il terremoto, è nata Actuemos Ecuador, un'organizzazione civile di architetti e professionisti di diversi settori, la quale ha cercato di sostenere la popolazione colpita in modo organizzato e coordinato con gli enti governativi. Questa organizzazione è stata contattata dall'UOCE (Unión de Organizaciones de Campesinos de Esmeraldas), chiedendo aiuto per alcune comunità. Si tratta infatti di un team organizzativo guidato da Taller General incaricato di fornire supporto tecnico al villaggio di Guadurnal, ovvero dove le trenta case presentavano problemi nelle fondazioni. In questo caso si è cercata una soluzione attraverso con un sistema in grado di utilizzare pneumatici riciclati come stabilizzatori. 
Visto che nel network di Taller General c’erano gli architetti di Al Borde si è trovato anche il luogo dove ricostruire il padiglione Infonavit. In un primo momento si voleva convertire il padiglione in due aule per la scuola, ma poi è arrivato l'aiuto di Stato con un edificio scolastico prefabbricato. Risolta quindi questa necessità impellente si è potuto creare la mensa per i bambini
Ora però venendo a scoprire dagli incontri con la comunità in un approccio partecipato che il terreno a Guadurnal è a rischio di inondazioni, infatti durante la stagione delle piogge subisce un innalzamento dei livelli dell’acqua fino ai 2 metri, gli architetti di Al Borde hanno deciso di appoggiare il padiglione su delle palafitte. Ed è così che lo spazio nato sotto alla struttura è diventato un parco giochi e un luogo di incontro ombreggiato.
Con queste caratteristiche il progetto è diventato ben presto il fulcro del paese e gli abitanti, con grande entusiasmo, hanno rivestito le pareti di canne con del cemento. Tale superficie è stata poi abbellita dall’artista urbano e grafico David Sur attraverso un murales che racconta la storia dalla ricostruzione. Con questa azione il padiglione è diventato il deposito della storia della comunità, la quale ha un prima e un dopo terremoto. Ma ora possiede anche un’architettura sociale e sostenibile di grande impatto visivo e di grande utilità per gli abitanti.

Christiane Bürklein

Architetti: Al Borde + Taller General
Collaborazione: Elise Ytterstad, Laura Ardizzone, Marialaura Colagero e Caatarina Mateus
Ingegneria: Lampade Mathieu
Costruzione: Al Borde + Taller General + Comunità di Guadrdunal
Murale: David Sur
Luogo: Guadurnal, Esmeraldas, Ecuador
con la collaborazione della scuola locale e i genitori degli alunni
Con il sostegno di: Infonavit
Progettazione padiglione Infonavit Habitat III: La Metropolitana
Costruzione del padiglione Infonavit Habitat III: Turicom
Foto: Studio JAG, Carlos Cuenca, Taller General, Al Borde
Data: 2018

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×