02-12-2019

Kenmore Hangar di Graham Baba Architects

Graham Baba Architects,

Andrew Pogue,

Kenmore, WA, USA,

Architettura e Cultura, Padiglioni, Community Center,

L'Hangar at Kenmore Town Green dello studio Graham Baba Architects di Seattle, insieme alla piazza antistante, fornisce, per tutto l’anno, un punto focale e un salotto simbolico nel centro della città. Concepito come un padiglione, il progetto può trasformarsi a seconda delle condizioni atmosferiche o delle esigenze funzionali.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. Kenmore Hangar di Graham Baba Architects

Kenmore Hangar di Graham Baba Architects Kenmore è una città nella King County, Washington, Stati Uniti, lungo la riva più settentrionale del lago di Washington. Si tratta di una comunità suburbana dormitorio a soli 19 km a nord-est di Seattle e a 3,2 km da Bothell, sulla foce del fiume Sammamish. Una comunità di oltre 20mila abitanti in rapida crescita, proprio per la sua posizione strategica.
L’Hangar realizzato dallo studio Graham Baba Architects di Seattle risponde alla necessità di un punto di aggregazione nel cuore della città, attraverso un’architettura in grado di offrire diverse possibilità di ricreazione passive e attive. Il tutto in linea con la storia del luogo e le richieste di sostenibilità presenti in 2030 Challenge, una linea guida per la costruzione sostenibile basata sull'indice di consumo energetico totale del progetto (EUI).
L'idea di concepire l’Hangar, come un padiglione, ha una duplice motivazione. Da un lato questa tipologia permette al progetto di trasformarlo a seconda delle condizioni atmosferiche o delle esigenze funzionali, dall’altro, già il nome lo suggerisce, è un riferimento preciso al fatto che a Kenmore si trova il Kenmore Air Harbor, uno dei più grandi aeroporti al mondo per soli idrovolanti.
Il volume si apre verso la piazza della città attraverso una parete a doppia finestra, larga 7,3 metri e alta 4,8 metri. Quando questa è aperta l'ampia sporgenza del tetto protegge dalla pioggia e dal sole, consentendo ai genitori di seguire facilmente i loro figli mentre giocano nell'adiacente piazza di 1300 metri quadrati. Questa, a sua volta, dispone di una fontana e rocce riscaldate, pensata appunto per incoraggiare le persone a soffermarsi in caso di tempo inclemente. Inoltre, il tetto dell’Hangar si solleva dall'edificio per sporgersi verso il parco e la strada adiacente, mentre di notte le ampie vetrate regalano all’architettura un piacevole effetto lanterna.
All'interno la struttura comprende uno spazio multiuso e flessibile che può essere allestito per incontri pubblici, performance musicali, lezioni di ballo o di ginnastica, oppure proiezioni di film. L’offerta è poi completata da un bar e una panetteria.
La struttura comprende un caminetto trasparente e bifacciale e un focolare realizzato in cemento, acciaio dolce e pietra miliare. Il pavimento riscaldato, in cemento lucido, abbinato alle finestre e al ventilatore di grandi dimensioni, assicura un ambiente confortevole durante tutto l'anno. I materiali semplici e durevoli, a bassa manutenzione, includono inoltre pannelli in compensato a vista, travi e colonne strutturali in acciaio, rivestimento in cedro chiaro, vetrine in alluminio e un tetto in lamiera, riprendendo così anche il linguaggio materico tipico degli hangar.
Come accennato, l’'hangar di Kenmore Town Square disegnato da Graham Baba Architects, risponde alla 2030 Challenge, una linea guida per la costruzione sostenibile, basata sull'indice di consumo energetico totale del progetto (EUI).  L'obiettivo per il 2015, anno di progettazione dell’intervento, era la riduzione del 70% delle emissioni di CO2. Il progetto l’ha superato, generando emissioni di CO2 inferiori del 79% rispetto alla media degli edifici statunitensi dello stesso tipo e dimensioni. A sua volta l'involucro è stato progettato per oltrepassare del 15% il WA State Energy Code del 2012. Infatti, il sistema meccanico riduce l'uso dell'energia di distribuzione attraverso un sistema di riscaldamento e raffreddamento a pavimento radiante, installato nella maggior parte degli spazi, coadiuvato da ventilconvettori e pompe di calore VRF (a flusso refrigerante variabile) ad alta efficienza.
Così facendo Graham Baba Architects hanno realizzato non solo un nuovo punto di aggregazione per la comunità cittadina, ma anche un esempio tangibile di architettura che rispetta l’ambiente e la storia locale.

Christiane Bürklein

Graham Baba Architects project team:
Jim Graham, design principal 
Maureen O’Leary, senior project manager 
Leann Crist, project manager and architect 
Ross Eckert, architectural staff
Project team:
HEWITT Landscape Architects (prime consultant and landscape architect) 
KPFF (civil engineer) 
PAE Engineers (electrical) 
Harriott Valentine Engineering (structural engineer) 
Luma (lighting) 
ARUP (acoustical design)
Year: 2017
Location: Kenmore, WA, USA
Photography: Andrew Pogue

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×