Il Royal Institute of British Architects (RIBA) ha assegnato a 47 edifici di Londra i suoi "Regional Awards". Tra i progetti premiati la LAMDA di Niall McLaughlin Architects, il London Bridge Station di Grimshaw Architects. Un lungo elenco di architetture che concorreranno ai RIBA National Awards e che fissano alti standard qualitativi per le architetture del Regno Unito.



Le migliori nuove architetture di Londra

Annualmente il Royal Institute of British Architects (RIBA) assegna premi regionali alle migliori architetture realizzate nel Regno Unito, suddivise in aree geografiche e selezionate da una competente giuria di esperti. È una collaudata macchina organizzativa che offre un'interessante quadro dello “stato dell'arte”, mostrando l'ampiezza di produzione delle diverse regioni e fissando gli alti standard qualitativi per le architetture di tutto il Regno Unito. Gli edifici vincenti concorrono infatti ai premi nazionali e ad alcuni premi speciali che saranno annunciati il 27 giugno 2019. A fine maggio è stato reso noto l'elenco degli edifici premiati a Londra, nella suddivisione regionale la capitale costituisce infatti un raggruppamento a se stante. Sono state selezionate e premiate 47 architetture tra edifici pubblici e privati, realizzati da architetti emergenti e importanti firme del panorama dell'architettura internazionale come: David Chipperfield Architects, dRMM, Grimshaw Architects, Haworth Tompkins, Allford Hall Monaghan Morris, Rogers Stirk Harbour + Partners, Stanton Williams, ecc. Architetture rappresentative di un'ampia gamma di funzioni e scale diverse, tra i progetti vincitori ci sono case private ma anche alcune delle stazioni ferroviarie più importanti della città, edifici scolastici, uffici all'avanguardia ma anche progetti di restauro e recupero che “danno nuova vita ad alcuni dei più grandi tesori di Londra” come ha notato Dian Small, direttrice di RIBA London. Esempi in tal senso sono la Weston Tower di Ptolemy Dean Architects Ltd, una nuova struttura in vetro, metallo e pietra per l'Abbazia di Westminster e il progetto Open Up di Stanton Williams, che letteralmente "apre" la Royal Opera House al mondo esterno. Attraverso la rioganizzazione del pianoterra e la creazione di nuovi ingressi trasparenti sul Covent Garden Piazza e su Bow Street, gli architetti offrono un nuovo "volto pubblico" a una grande istituzione londinese e rendono l'opera e il balletto visivamente accessibili a tutti.

L'elenco completo dei 47 vincitori è consultabile nel sito del RIBA, tra questi sono stati selezionati sei progetti per ricevere riconoscimenti per specifiche categorie.
Ecco l'elenco dei vincitori dei premi speciali: il progetto di ristrutturazione per l'Alexandra Palace di Feilden Clegg Bradley Studios e per The Painted Hall di Hugh Broughton Architects è stato conferito il RIBA London Conservation Award; al Battersea Arts Centre di Haworth Tompkins è stato assegnato il premio alla committenza RIBA London Client of the Year.
Grimshaw, lo studio protagonista nel 2018 di uno degli appuntamenti del format The Architects Series di SpazioFMGperl'Architettura ha aggiunto un nuovo titolo a un anno già ricco di successi. All'architetto Nicholas Grimshaw, fondatore dello studio, era stata infatti assegnata in autunno la Royal Gold Medal for Architecture 2019, il più importante riconoscimento britannico per l'architettura, e ora al progetto del London Bridge Station è stato assegnato il RIBA London Building of the Year Award.
Il premio per il miglior edificio sostenibile realizzato a Londra, RIBA London Sustainability Award (sponsorizzato da Michelmersh), è stato assegnato alla Max Fordham House di bere:architects.
La Torriano Primary School STEM Lab dello studio Hayhurst and Co. ha ricevuto il premio per il miglior progetto di dimensioni contenute, RIBA London Small Project Award. Infine l'architetto Richard Tubb di EPR Architects ha ricevuto per il progetto The Ned, il premio come miglior architetto della regione: RIBA London Project Architect of the Year (sponsorizzato da Taylor Maxwell).

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of RIBA, photo by: (01,04) © Alan Williams, (02) © Anthony Weller, (03) © Simon Kennedy, (05) © Nick Hufton, (06) © Network Rail, (07,08) © Nick Kane.


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×