11-07-2019

I vincitori The International Architecture Awards 2019

Kohn Pedersen Fox, Sergei Tchoban, C.F. Møller, David Chipperfield Architects, Haworth Tompkins, Weiss/Manfredi, Henning Larsen Architects,

Atene, Grecia, Vilnius,

Concorsi, Mostre,

Award,

Il Chicago Athenaeum: Museum of Architecture and Design e The European Centre for Architecture Art Design and Urban Studies hanno annunciato i vincitori degli International Architecture Awards 2019. Uno dei premi di architettura più antichi e unico al mondo perchè assegnato da due musei indipendenti, uno statunitenze e l'altro europeo, dedicati all'architettura e al design.



I vincitori The International Architecture Awards 2019

Il 20 giugno a Vilnius in Lituania sono stati annunciati i vincitori degli International Architecture Awards 2019, uno dei premi internazionali di architettura più ambiti e unici. Sono i premi assegnati da due realtà non profit, due enti museali uno statunitense, il Chicago Athenaeum: Museum of Architecture and Design, e il secondo europeo, The European Centre for Architecture Art Design and Urban Studies. Il premio fondato nel 2005 è aperto a studi d'architettura di tutto il mondo che competono per il titolo finale di "Global Building of the Year". Un'altra particolarità del premio non è solo riconoscere l'eccellenza nell'architettura e nello studio che l'ha progettata, ma anche dare un riconoscimento di eccellenza a tutti gli attori, dagli sviluppatori agli enti locali, dai committenti ai general contractor, che sono intervenuti nelle varie fasi di realizzazione dell'architettura.

Il lungo elenco di vincitori vede presenti tra gli altri: il nuovo Museum Garage di Jürgen Mayer H a Miami, Florida; il masterplan della Royal Academy of Arts realizzato da David Chipperfield e il Battersea Arts Centre di Haworth Tompkins a Londra; il complesso residenziale Russky Dom (Russian House) di Evgeny Gerasimov a San Pietroburgo; la Federation Tower di Schweger Architekten e Sergei Tchoban a Mosca, il TATA Innovation Center alla Cornell Tech di New York di WEISS / MANFREDI; The Heart in Ikast a Vestergade, Danimarca, di Møller Architects; la Town Hall di Eystur nelle Isole Faroe di Henning Larsen; la Huamu Lot 10 Tower a Shanghai di Kohn Pedersen Fox Associates, The Sir John Monash Centre Monument a Villers-Bretonneux, Francia, di COX Architecture Pty Ltd e il Google Spruce Goose a Playa Vista, California, di ZGF Architects.
Un risultato raggiunto attraverso un rigoroso processo di selezione che ha ridotto i 350 progetti candidati a meno di 140 finalisti del premio, provenienti da 41 diverse nazioni del mondo. I progetti che fanno parte di questa rosa di finalisti sono stati scelti in base a criteri come: visione progettuale, innovazione, originalità, capacità di stimolare e coinvolgere gli utenti e il pubblico, oltre ad accessibilità, sostenibilità, rispondenza alla funzione, alla richiesta della committenza e quindi alla soddisfazione del cliente. "Dare forma all'ambiente costruito è una sfida difficile per chiunque” ha affermato Christian Narkiewicz-Laine, presidente del museo The Chicago Athenaeum, presentando i vincitori dell'edizione 2019 degli International Architecture Awards, e ricordando come agli architetti e più in generale a tutti gli innovatori nell'ambito dell'architettura, fosse riservato l'importante e difficile ruolo di trasformare il nostro modo di vedere il mondo. E ha concluso dicendo: “Sono molto soddisfatto della selezione di quest'anno e plaudo a questi studi e a queste persone, al loro duro lavoro e al loro impegno per definire un mondo migliore. Congratulazioni a tutti i vincitori di quest'anno".

Le architetture e i progetti di pianificazione urbana, selezionati dalla giuria degli International Architecture Awards 2019, costituiranno una mostra intitolata "The City and the World" (la città è il mondo) e saranno inclusi in un catalogo intitolato: Global Design + Urbanism XIX (“New International Architecture”), curato da Christian Narkiewicz-Laine ed edito da Metropolitan Arts Pres. La mostra sarà presentata in anteprima all'European Centre di Atene, Grecia, il 13 settembre in occasione della cerimonia ufficiale di premiazione e resterà in Europa fino al 2020.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Chicago Athenaeum: Museum of Architecture and Design & The European Centre for Architecture Art Design and Urban Studies
www.europeanarch.eu
www.chi-athenaeum.org
www.internationalarchitectureawards.com.


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×