31-08-2020

Anna e Eugeni Bach firmano un recupero dolce a La Bisbal

Anna & Eugeni Bach - Bach Arquitectes,

Eugeni Bach,

La Bisbal d’Empordà, Spain,

Cascina, Residenze,

Pietra, Mattoni,

Recupero, Interior Design,

Lo studio di architettura di Anna ed Eugeni Bach ha realizzato un “dolce” recupero tanto per i metodi utilizzati quanto per l’oggetto dell’intervento. Si tratta di un ex una fabbrica di cioccolato nel centro della cittadina catalana di La Bisbal.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Anna e Eugeni Bach firmano un recupero dolce a La Bisbal

Anna e Eugeni Bach firmano un recupero dolce a La Bisbal Conosciamo lo studio degli architetti Anna & Eugeni Bach da molti anni, due progettisti da sempre attenti al contesto in cui si inserisce il loro lavoro. Il più delle volte si tratta di interventi di recupero particolari, in cui gli architetti combinano un linguaggio materico di grande eleganza con l’attenzione all’impatto visivo e ambientale.
Un atteggiamento progettuale applicato anche nel centro urbano della cittadina di La Bisbal d'Empordà, una località nell’entroterra della Costa Brava in Catalogna, nota per essere uno dei principali centri produttivi di ceramica, la cui l'importanza è visibile nel paesaggio urbano, grazie alle slanciate silhouette delle vecchie ciminiere industriali e a un'area commerciale dedicata alla commercializzazione dei diversi prodotti ceramici.
Ma in un isolato, risalente alla fine dell’Ottocento e che segue due delle principali vie di accesso al centro storico, un tempo vi era anche una fabbrica di cioccolato. Questa ora, grazie all’intervento di Anna e Eugeni Bach, ha una nuova destinazione d’uso, ovvero è uno studio con abitazione. Omaggiando il nuovo proprietario, il nome del progetto fa l’occhiolino al famoso racconto di Roald Dahl: Dirk and The Chocolate Factory.
Si tratta di una struttura, con una facciata in pietra a vista, di oltre 500 metri quadrati complessivi distribuiti su tre piani, ognuno dei quali è stato realizzato con una tecnica diversa. Al piano terra troviamo travi metalliche che sostengono una volta catalana. Il primo è sempre caratterizzato da una struttura in travi metalliche, ma con un'intelaiatura in legno di grande bellezza. Il tetto è stato invece realizzato con grandi tronchi che sostengono una sottile lastra di mattoni coperta da tegole in ceramica locale.
Il progetto di recupero di una tale preesistenza storica adatta quello che è stato uno spazio industriale in uno studio con spazio abitativo per una famiglia, ovviamente il tutto valorizzando il carattere dell'edificio. Per questo motivo ogni gesto architettonico ha mirato a migliorare l’utilizzo degli spazi originali, introducendo, al tempo stesso, delle piccole modifiche che permettono la vista dei tre caratteristici soffitti. 
La nuova distribuzione interna, quindi, tiene presente la necessità di avere ambienti più piccoli e raccolti in linea con le esigenze dei committenti e sono arredati con mobili su misura di colore bianco, addolcendo così la forte matericità della pietra a vista al piano terra e la ceramica dei pavimenti.
Anna e Eugeni Bach, inoltre, hanno conservato la scala originale però raddoppiandola con una nuova situata all'estremità opposta dell’edificio. Una soluzione che permette una maggiore flessibilità nell’uso degli ambienti, sia per quanto riguarda quelli condivisi che quelli a maggiore privacy, ovvero le camere da letto. Una scelta compositiva che garantisce a tutti i membri della famiglia di godere della casa con un buon livello di autonomia. Infondo tutti sappiano che nelle famiglie più affiatate un luogo per ritirarsi è sempre un toccasana.
Non dimenticandosi del fantastico clima mediterraneo a Bisbal d’Empordà, che dista meno di 20 km dalla Costa Brava, anche gli spazi esterni sono stati adattati alla nuova destinazione d’uso. Ed è così che gli architetti hanno inserito una piccola piscina al centro del patio circondato dal salone al piano terra. Uno spazio all’aperto ampliato dal nuovo portico che funge anche da cucina e sala da pranzo, nonché dalla terrazza al primo piano. 
In conclusione, una particolarità: la nuova scala esterna, che porta dal portico alla terrazza del primo piano, specchia la flessibilità degli interni dell’ex-fabbrica di cioccolato, in modo da godere di tutti gli ambienti con la massima libertà. 

Christiane Bürklein

Project: Anna & Eugeni Bach
Collaborators: Charline Boks
Location: La Bisbal d’Empordà, Spain
Year: 2019
Images: Eugeni Bach

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature