15-09-2020

Una mostra a Monaca esplora l’edilizia ecologica

Monaco di Baviera,

Mostre, Condomini,

Legno,

Mostra,

La mostra Holz Bau Stadt München, presso l’Architekturgalerie München, espone uno dei più grandi progetti di edilizia ecologica a Monaco di Baviera. Nato oltre 10 anni fa, sul sito di una ex-caserma, ha messo in forma l’idea di realizzare un insediamento con delle costruzioni in legno e delle soluzioni ibride per gli edifici residenziali, ovvero un modello di sviluppo urbano sostenibile.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Una mostra a Monaca esplora l’edilizia ecologica

Una mostra a Monaca esplora l’edilizia ecologica Fatti, non parole, così potremmo riassumere la mostra Holz Bau Stadt München (Monaco, città di costruzioni in legno) - complesso residenziale modello ecologico Prinz Eugen Park, aperta giovedì scorso presso l’Architekturgalerie München. Perché si parla tanto dell’importanza dello sviluppo urbano sostenibile, ma quando si tratta di trovare degli esempi concreti in grande scala le cose si fanno difficili. Quindi, proprio per dare visibilità a una situazione virtuosa e concreta, la mostra bavarese indaga nel dettaglio uno dei grandi progetti di trasformazione urbana in fase di espansione proprio a Monaco di Baviera. 
L'ex caserma Prinz Eugen è situata a est della città, a circa 5 km dal centro, ed è uno dei numerosi siti militari dal grande potenziale per lo sviluppo residenziale. 
Tutto è iniziato quando nel 2005 la municipalità ha acquisito il sito, lanciando nel 2008 un concorso di idee e in merito alla loro realizzazione urbanistica e paesaggistica. Il primo premio è stato assegnato alla società di uffici GSP Architekten insieme a Rainer Schmidt Landschaftsarchitekten, poiché nella loro proposta il principio guida dello sviluppo urbano di Monaco di Baviera "compatto, verde, urbano" era già chiaramente presente. Ed è in quel momento che è nata anche l'idea di costruire un terzo delle architetture secondo i criteri dell’edilizia ecologica.
Il nuovo quartiere, esteso su 30 ettari, è in costruzione dal 2016 e prevede l’inserimento di circa 1.800 appartamenti, di cui 600 a modello di insediamento ecologico. Uno sviluppo urbano che ha coinvolto nella progettazione esecutiva ben nove studi di architettura che hanno dato corpo a una vasta gamma di costruzioni in legno e soluzioni ibride, fra cui troviamo edifici residenziali, case a schiera e costruzioni in legno a 7 piani. Il tutto ovviamente nell'ambito del programma di promozione delle costruzioni in legno della città di Monaco. 
La mostra espone così questi progetti nati dalle matite di Pakula & Fischer Architekten di Stoccarda, Rapp Architekten di Ulm, gli svizzeri Atelier 5 Architekten und Planer, Kaden + Lager Architekten di Berlino, Architektur Werkstatt Vallentin di Monaco e Dorfen, H2R Architekten e Plan Z Architekten, entrambi di Monaco di Baviera, a cui si aggiungono gli agmm architekten con Walter Hable e dressler mayerhofer rössler architekten. 
Il complesso è quindi un laboratorio sperimentale dedicato allo sviluppo dei quartieri consortili, dei concetti innovativi di mobilità, dei social networking e dei metodi di costruzione sostenibile. Insomma, indica la strada per una crescita urbana sostenibile a Monaco di Baviera. Tutti argomenti approfonditi da una serie di eventi collaterali all’Architekturgalerie, al preciso scopo di dare al pubblico la possibilità di comprendere meglio come sia possibile realizzare uno sviluppo urbano sostenibile. Non a caso il 22 settembre saranno presenti per raccontare lo loro esperienza tutti gli studi esposti.
Molto interessanti, inoltre, sono le diverse associazioni di proprietari che hanno investito nella costruzione del nuovo quartiere, in quanto accanto alla città di Monaco di Baviera con le sue società edilizie, le “Wohnungsbaugesellschaften”, troviamo le cosiddette “Baugruppen”, cioè gruppi di privati riunitisi in associazioni che si sono rivolte a uno studio di architettura per progettare il condominio in cui andranno a vivere. Grandi assenti invece i developer orientati al profitto, perché la città di Monaco vuole garantire pure la sostenibilità economica dell’intero intervento. Argomento di cui si parlerà il primo ottobre, mentre l’8 si discuterà del piano ventennale 2030 - 2050 per rendere Monaco di Baviera sempre più sostenibile.

Christiane Bürklein

Mostra Holz Bau Stadt München
dal 10 settembre al 10 ottobre 2020
Architekturgalerie München, Germania
curato da Nicola Borgmann Architekturgalerie München
Ulf Rössler dressler mayerhofer rössler architekten Holzbaunetzwerk Bayern und München
Immagini: vedi leggende
01 - agmm Architekten, Foto Andreas Knoblauch
02 - dressler mayerhofer roessler architekten und stadplaner gmbh, foto markus dobmeie
03 - Rapp Architekten, Foto ConÇ von dÔGrachten
04 - H2R Architekten  Plan-Z Architekten, Foto Sebastian Kolm
05 - agmm Architekten, Foto Andreas Knoblauch
06 - ArchitekturWerkstatt Vallentin, Foto keine Angabe
07 - ArchitekturWerkstatt Vallentin, Foto keine Angabe
08 - Atelier 5 Architekten und Planer AG, Foto Markus Dobmeier_
09 - Kaden+Lager Architekten, Foto Bernd Borchardt
10 - Pakula & Fischer Architekten GmbH, Foto Sebastian Schels
11 - Plan-Z Architekten, Foto Sebastian Kolm
Ulteriori informazioni: https://www.architekturgalerie-muenchen.de/programm.html

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature