06-10-2016

Paulo Mendes da Rocha Royal Gold Medal 2017 RIBA

Norman Foster, Frank Gehry, Alejandro Aravena, Frank Lloyd Wright, Oscar Niemeyer,

Lisbona,

Biennale di Venezia, Expo,

Biennale di Venezia, Mostra, Award, Premio,

Il 2016 è certamente un anno "d'oro" per l'architetto brasiliano Paulo Mendes da Rocha. Ai molti titoli collezionati nel corso della sua carriera, tra cui il Premio Pritzker nel 2006, si è aggiunto il Leone d'Oro alla Carriera, il Praemium Imperiale International Arts Award e ora la Royal Gold Medal assegnata dal RIBA.



Paulo Mendes da Rocha Royal Gold Medal 2017 RIBA

La premiazione avverrà nei primi mesi del 2017, ma dal 29 settembre è ufficiale: il vincitore della Royal Gold Medal 2017 è Paulo Mendes da Rocha. Il "medagliere" dell'architetto brasiliano si arricchisce di un nuovo importante riconoscimento vinto in passato solo da un altro architetto brasiliano Oscar Niemeyer. Già Premio Pritzker nel 2006, Paulo Mendes da Rocha era stato insignito in maggio del Leone d'Oro alla Carriera in occasione della 15. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia REPORTING FROM THE FRONT, curata da Alejandro Aravena; e recentemente (13 settembre) del Praemium Imperiale International Arts Award per l'Architettura.

La Royal Gold Medal premia l'architetto o il gruppo di architetti che hanno esercitato un'influenza "diretta o indiretta sul progresso dell'architettura". Jane Duncan, presidente del RIBA e del comitato di selezione ha notato come quello di Paulo Mendes da Rocha sia un caso raro. L'architetto brasiliano gode infatti di una grande fama internazionale, Duncan lo definisce “una leggenda vivente per l'architettura”, ma ad eccezione del padiglione del Brasile di Expo '70 (Osaka, Giappone) e del National Coach Museum del Portogallo (Lisbona, 2015) quasi tutte le sue architetture più importanti sono costruite in Brasile.
Oltre il sopracitato Niemeyer tra gli illustri vincitori della Royal Gold Medal e predecessori di Paulo Mendes da Rocha troviamo: Frank Lloyd Wright (1941) e Sir George Gilbert Scott (1859), in anni più recenti: Frank Gehry (2000), Norman Foster (1983) e nell'edizione precedente Zaha Hadid (2016).

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of RIBA (Royal Institute of British Architects)

www.architecture.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×