12-09-2018

Quinta edizione di Passages Insolites a Quebec

EXMURO,

Stéphane Bourgeois,

Quebec, Canada,

Parco urbano, Land Art, Installazione, Piazze,

Paesaggio,

Fino al 15 ottobre troviamo a Québec in Canada la quinta edizione di Passages Insolites (Unusual Passages) creato da EXMURO con il sostegno della Città del Québec.



  1. Blog
  2. Landscaping
  3. Quinta edizione di Passages Insolites a Quebec

Quinta edizione di Passages Insolites a Quebec Fino al 15 ottobre troviamo a Québec in Canada la quinta edizione di Passages Insolites (Unusual Passages) creato da EXMURO con il sostegno della Città del Québec. Si tratta di un circuito di opere d'arte pubblica effimera ubicate in luoghi suggestivi lungo un percorso nel centro storico di Quebec. 


L’arte pubblica è un grande motore del cambiamento per quanto riguardo il nostro modo di vedere, di percepire e soprattutto di vivere il nostro contesto. Vediamo in tutto il globo molti esempi di eventi che fanno dell’arte pubblica la loro forza d’attrazione, tra cui anche Passages Insolites (Unusual Passages) creato da EXMURO con il sostegno della Città del Québec. Giunto alla quinta edizione è oramai una tradizione annuale della scena culturale locale.
Si tratta di una passeggiata nel centro storico di Québec, dove opere d’arte a volte giocose, a volte introspettive, sempre sorprendenti, si integrano nell'architettura storica per una nuova lettura contemporanea del paesaggio urbano. Il visitatore può seguire una propria rotta, senza alcuna restrizione, per sperimentare come l'arte trasforma l'ambiente circostante, aggiungendo un tocco di fantasia e innescando un dialogo poetico con il contesto e la comunità. Il circuito pedonale offre un'esperienza unica, inclusiva e accessibile, nonché uno scorcio insolitamente intimo sul lavoro di alcuni dei principali artisti e collettivi di architettura canadesi. Di seguito una panoramica delle opere esposte. 
L’installazione di LEGAGA (Quebec), The Pillars of Post-Postmodernism, è la vincitrice del concorso Passages Insolites 2018 organizzato in collaborazione con l'Université Laval, associazione studentesca di architettura. Un’opera che domanda quale sia la differenza tra tubi di scarico, sculture e giardini che non esistono più in una società post-postmoderna, in cui bisogna domandarsi che cosa rende bella la bellezza e brutta la bruttezza. E soprattutto come possiamo usare la bruttezza per fare bellezza?
Alouette di Brandon Vickerd (Hamilton) consiste in una replica del satellite canadese Alouette-1 del 1962, installato come se fosse atterrato su una berlina parcheggiata. Una metafora della promessa del modernismo non mantenuta di un futuro segnato dal progresso scientifico. 
Nella sezione di Bassin Louise del porto di Quebec City si trova una misteriosa isola galleggiante abitata da una varietà di piante e animali surreali, un'oasi fantastica che sembra essersi staccata da una massa di terra lontana, spingendosi verso le nostre coste con il suo ecosistema stravagante. Di giorno e di notte, gli Happy Castaways di Demers-Mesnard (Québec) invitano a unirsi a loro in un sogno condiviso di un mondo più armonioso e pacifico di quello attuale.
Anche l’installazione In the Guts of the Future di Collettivo 5 (Blainville, Montréal, Québec, Sherbrooke), metaforicamente rappresenta possibili percorsi verso un futuro carico di incertezza e tensione, grazie a grandi lastre che formano la cornice di questo singolare spazio da esplorare. Fannie Giguère (Québec) invece gioca in Elsewhere con un'illusione ottica e sonora che celebra l'ombro-cinema, una prima tecnica di animazione, mentre Jean-Robert Drouillard (Quebec) con A Monument for Mary Ann affronta la lotta millenaria delle donne per l'uguaglianza, il rispetto e la dignità, attraverso un omaggio a una schiava indigena scappata alla schiavitù. 
La scultura/installazione video In Time di Samson-Breton (Quebec) sfida lo spazio-tempo con riferimento a un buco nero nell’universo e Jean-Yves Vigneau (Gatineau) presenta invece con Water Flowers una flora artificiale che si illumina la sera e rimanda alla bellezza di un quadro impressionista.
Opere molto diverse tra di loro per la quinta edizione di Passages Insolites (Unusual Passages) che è iniziata il 28 giugno e dura fino al 14 ottobre 2018.

Chrisiane Bürklein

Passages Insolites (Unusual Passages)
Quèbec, Canada
dal 28 giugno al 14 ottobre 2018
Immagini:Stéphane Bourgeois
Ulteriori informazioni: https://exmuro.com/projets/les-passages-insolites/

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×