11-12-2018

Escenario Alterno 01, una casa piccola e possibile di Taller General

Taller General,

JAG Studio,

Quito, Ecuador,

Appartamenti, Housing,

Recupero,

Lo studio di architettura Taller General di Quito, Ecuador, ha progettato un appartamento per due studenti piccolo e versatile.



  1. Blog
  2. News
  3. Escenario Alterno 01, una casa piccola e possibile di Taller General

Escenario Alterno 01, una casa piccola e possibile di Taller General Lo studio di architettura Taller General di Quito, Ecuador, ha progettato un appartamento per due studenti piccolo e versatile. Una risposta intelligente a una preesistenza modesta che, grazie a soluzioni architettoniche sostenibili, è stata valorizzata e adeguata alle esigenze dei giovani utenti.


Se vogliamo limitare il nostro impatto ambientale, per quanto riguarda le nostre case, sicuramente un passo nella direzione giusta è il recupero della preesistenza, piuttosto che una nuova costruzione con un maggiore spreco di risorse, tra cui in particolare il suolo sempre più limitato nelle aree metropolitane. Si tratta inoltre di una questione economica, in quanto il recupero pesa meno e permette di adeguare gli interventi alle disponibilità dei acquirenti.
Questo è successo anche a Quito, in Ecuador, dove i progettisti di Taller General sono stati chiamati a rinnovare un piccolo appartamento di soli 65 metri quadrati in un condominio nel centro della città, al fine di adeguarlo ai nuovi abitanti: due studenti.
Una preesistenza davvero modesta con poca luce e una divisione infelice degli spazi. Una sfida alla quale Taller General ha risposto immedesimandosi negli abitanti, trovando così soluzioni progettuali intelligenti e sostenibili. Sono partiti dalla ridistribuzione degli ambienti, infatti da tre piccole stanze ne hanno ricavate due più grandi, ognuna con un proprio bagno. L’ambiente condiviso, ovvero la sala da pranzo con cucina, si può trasformare a richiesta in camera degli ospiti, allo scopo di far fronte a eventuali visite da parte di genitori o amici dei due studenti fuori sede.
Per l’ottimizzazione della scarsa superficie abitabile gli architetti hanno rivisto il ruolo delle pareti divisorie, trasformandole in elementi attivi della casa, attrezzandole con contenitori, un tavolo, un letto, uno spazio lavanderia, armadi e scaffali per non far rinunciare alle comodità necessarie, nonostante le limitazioni spaziali. Questa soluzione ha permesso a Taller General di recuperare anche alcuni degli elementi preesistenti nella casa come la cucina, che è stata inserita in un mobile, ovvero una parete contenitore in legno compensato disegnata su misura. La scelta delle porte scorrevoli e traslucenti, per le quali sono stati riutilizzati parti di automobili, ha ulteriormente migliorato sia l’illuminazione naturale della casa che la fruibilità della stessa, aggiungendo un tocco di eleganza minimalista.
Nasce così una casa per due studenti che porta il nome Escenario Alterno, ossia scenario alternativo. Perché qui gli architetti di Taller General hanno ripensato la casa, guardandola con occhi nuovi e applicando il famoso aforisma di Marcel Proust: il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi” per l’architettura e scovare soluzioni innovative. 
Questo è un esempio virtuoso che dimostra il grande potenziale delle preesistenze, in grado di stimolare la creatività dei progettisti che sanno accettare la loro sfida.

Christiane Bürklein

Office of Architecture: Taller General http://tallergeneral.wordpress.com/
Architect in charge: Taller General
Location: Quito, Ecuador
Year: 2018
Built area: 65 m 2
Photographer: Taller General + JAG studio, https://jagstudio.ec/portafolio/

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×