28-11-2019

Casa Nivana, un rifugio nel deserto di RED Arquitectos

RED Arquitectos,

Bruno Calderón Diaz de León,

Cerritos, Baja Californis Sur, MX,

case vacanze, Housing, Architecture/Landscape/Urbanism,

Cemento,

Lo studio messicano RED Arquitectos diretto da Susana López Gonzalez ha realizzato in Baja California una casa in simbiosi armoniosa con il contesto naturale che sembra nascere dal terreno.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Casa Nivana, un rifugio nel deserto di RED Arquitectos

Casa Nivana, un rifugio nel deserto di RED Arquitectos Conosciamo lo studio RED Arquitectos, e la sua direttrice Susana López, per gli interventi in preesistenze urbane in cui dialoga con il contesto attraverso riconoscibili gesti architettonici. E non solo, è anche attiva nella progettazione degli interni dove utilizza, quale fulcro del gesto creativo, lo storytelling progettuale.
Casa Nivana, invece è un’architettura realizzata ex novo nei pressi di Cerritos in Baja California Sur, tra Cabos San Lucas e La Paz, che nasce dalla precisa volontà della cliente, una direttrice d’orchestra e pianista americana, alla ricerca di un luogo dove staccare dalla routine e ricaricarsi. Un luogo affascinante, ma anche estremo, per via del clima desertico che cambia totalmente durante la breve stagione delle piogge. Per un tale motivo, la risposta architettonica al fine di essere sostenibile, ha dovuto tenere presenti le sfide del sito e del suo clima.
In questo caso quindi Susana Lòpez ha optato per soluzioni passive. Infatti, il volume è orientato, nella parte allungata, verso i venti favorevoli del Pacifico, mentre il più stretto verso sud, in modo da limitare l’impatto del sole. La casa, con la sua solida struttura in calcestruzzo, è stata costruita su un pendio con il tetto al livello della strada. Una scelta progettuale che riesce a inserirla nel contesto caratterizzato da una vegetazione desertica e, di conseguenza, non deturpa il paesaggio. Questo diventa così un’estensione del contesto naturale, offrendo una vista a 360 gradi sul paesaggio, sia all'alba che al tramonto, in quanto un lato si affaccia sulla Sierra Laguna Mountain Range e l'altro lato sull'oceano Pacifico.
La scelta dei materiali da costruzione, semplici e facilmente reperibili, è stata invece una risposta alle contingenze della zona, in quanto è difficile da raggiungere e la manovalanza locale non è specializzata. Di conseguenza è stata costruita con mattoni e cemento, mentre tutte le superficie piane sono state realizzate con miscele di cemento e terra naturale. Il fabbisogno energetico è invece interamente coperto da un impianto fotovoltaico e l’acqua è resa potabile attraverso l’uso di appositi filtri, eliminando così l’uso di bottiglie in plastica e riducendo ulteriormente il footprint ecologico.
Gli interni di casa Nivana hanno un design semplice, ma elegante, con soffitti alti, grandi spazi aperti e una facciata in vetro su tutto il lato sud-ovest, quello che guarda l'Oceano Pacifico. Gli ambienti sono stati pensati per amplificare il dialogo con la natura, sfumando le divisioni tra interni ed esterni. Ne è un esempio il grande outdoor living che all’occorrenza può ospitare i concerti della padrona di casa. Inoltre, la sequenza degli spazi, con alte pareti per migliorare il microclima interno, rispetta la privacy degli utenti, in quanto pensata per ospitare artisti.
In fine, casa Nivana è stata progettata con il preciso intento di interagire con l'inclemenza del deserto della Baja California, spiccando per la sua poetica integrazione con la natura e la memoria della committente. Non a caso, i due alti cactus, ora di fronte alla piscina di acqua salata, alla committente ricordavano le figure dei genitori scomparsi e sono stati salvati, diventando un preciso omaggio al grande amore dei due nei confronti del mare.
Insomma, Casa Nivana è Il risultato di una collaborazione intensa tra gli architetti e la committente e nasce dal rispetto della natura in cui si inserisce, presentandosi come un luogo accogliente e autentico, un vero rifugio creativo in mezzo al deserto di Baja California Sur.
 
Christiane Bürklein

Project: RED Arquitectos, Susana Lòpez
Collaborators: Ruben Mercado. Angelica Azamar
Location: Cerritos, Baja California, MX
Year: 2019
Photos: Bruno Calderon Diaz de Leon

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×