25-02-2020

Studio MAYICE, Electric Green per il Madrid Design Festival 2020

Mayice,

Architecture/Landscape/Urbanism, Installazione,

Evento,

L’installazione luminosa Electric Green, progettata e diretta da MAYICE, si trova sulla parete verde del Caixa Forum, allo scopo di far riflettere sull'importanza della natura nella nostra vita quotidiana. Un’opera artistica realizzata con delle luci che si muovono e animano lala foresta verticale del CaixaForum, realizzata da Patrick Blanc per la parete dell’architettura progettata da Herzog & De Meuron.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. Studio MAYICE, Electric Green per il Madrid Design Festival 2020

Studio MAYICE, Electric Green per il Madrid Design Festival 2020 Tra le mille sorprese del Madrid Design Festival troviamo l’installazione luminosa Electric Green dello studio multidisciplinare madrileno MAYICE, proiettata sul giardino verticale del CaixaForum. Già di per sé l’architettura, realizzata su disegno di Herzog & De Meuron, sorprende per il suo aspetto scultoreo. Infatti, è una silhouette in grado di riflettere i tetti e gli edifici circostanti, ovvero il cuore del quartiere culturale della città, di fronte al Paseo del Prado, nelle immediate vicinanze del Prado, del Reina Sofia e dei musei Thyssen-Bornemisza. 
Electric Green, realizzato per Mini Electric sul muro verde di Patrick Blanc accanto all'edificio del Caixa Forum, ha aggiunto un nuovo strato di significato a questo paesaggio urbano dalle profonde radici storiche.
Sappiamo bene che dovremmo passare almeno qualche ora alla settimana immersi nella natura, ma a oggi un'alta percentuale di persone non raggiunge questo minimo. Alla fine, passiamo più tempo con la tecnologia che nella natura, con effetti negativi sulla nostra salute psicofisica.
Cosa possiamo fare per diminuire questo gap? Di sicuro cambiare le abitudini dannose. E se non riusciamo a rinunciare alla macchina, almeno cercare di ridurre le emissioni di CO2, nonché l’inquinamento acustico, con auto elettriche. Così MINI e La Fábrica, organizzatori del Madrid Design Festival, hanno incaricato lo studio Mayice, diretto da Marta Alonso Yebra e Imanol Calderón Elósegui, di creare un progetto in grado di sottolineare la necessità di riconciliare le esigenze della vita contemporanea con l’impatto ambientale delle nostre attività quotidiane.
Per Mayice, infatti, l'architettura non è composta solo da pareti, soffitti e pavimenti, ma anche dall'aria al suo interno, dallo spazio stesso e dall’esperienza, come sosteneva già l’architetto Frank Lloyd Wright. Da qui la scelta di creare qualcosa che andasse oltre il mero effetto ottico, ma lasciasse anche un segno più duraturo negli spettatori, ovvero un input al cambiamento degli schemi comportamentali.
Ed è così che chi si è recato a Madrid per il Madrid Design Festival ha avuto la possibilità, durante il giorno, di scorgere una MINI elettrica, posizionata dinnanzi alla parete verde e avvolta in rami, che emetteva i suoni della natura, presentandosi come un pezzo di land art. In seguito, dalle diciannove fino alle ventitré, l'illuminazione dello spazio pubblico e del CaixaForum è stato spento, al preciso scopo di rendere visibili le luci che animavano, danzando, la parete verde, ipnotizzando i visitatori. Si è trattato di un’esperienza di grande impatto emotivo, un omaggio alla natura e alle foreste urbane, qualcosa di inaspettato, in uno dei luoghi più animati della capitale spagnola. In definitiva un regalo alla città, utile per ricordare l’importanza della natura nelle nostre vite, che durerà fino 29 febbraio.

Christiane Bürklein

Progetto: Studio MAYICE
Luogo; CaixaForum, Madrid, Spagna
Anno: Febbraio 2020
Immagini: courtesy of La Fábrica, MDF20
Ulteriori informazioni: https://madriddesignfestival.com/

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature