18-11-2020

i vincitori di Architetto italiano 2020 e Giovane Talento dell’Architettura italiana

Francesco Calandra, Marco Zanta, João Morgado, Simone Bossi, Oskar Da Riz,

Scuole & Università, Scuola,

Evento,

Sono stati annunciati i vincitori dei premi annuali attribuiti dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori italiani e dalla rete degli ordini provinciali. La premiazione si terrà a gennaio nel corso della Festa dell'architetto. I premi tradizionali “Architetto italiano 2020” e “Giovane talento dell’Architettura italiana 2020”, per l'edizione 2020 sono stati dedicati al tema “scuola” e affiancati dal Premio Speciale “(Ri)progettare la scuola con le nuove generazioni post Covid-19”.



i vincitori di Architetto italiano 2020 e Giovane Talento dell’Architettura italiana

Il tema della “scuola” è il protagonista dei premi annuali attribuiti dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori italiani (CNAPPC) e dalla rete degli ordini provinciali, nell’ambito della Festa dell’Architetto, evento italiano che promuove la cultura del progetto e valorizza la funzione sociale dell’Architettura.
L'emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19, ha sollevato numerosi interrogativi e posto questioni sugli edifici scolastici, sulle dimensioni di ambienti, percorsi, spazi condivisi. Si è portato così all'attenzione generale una “emergenza educativa” esistente da almeno 20 anni e con essa la necessità di affrontarla in modo strutturale per passare da una “edilizia scolastica” a una “architettura scolastica”. “Serve l’Architettura affinchè il “pensiero della Scuola” non abbia solo le caratteristiche della risposta all’emergenza, ma quelle di un vero progetto di futuro” sottolinea il CNAPPC, ribadendo come quello della scuola sia un tema complesso e multidisciplinare, dove vanno recepiti i risultati delle contemporanee ricerche educative. Come la necessità di prevedere ambienti funzionali, progettati per un apprendimento e un insegnamento “attivo”. Ancora la necessità di interpretare l'edificio scolastico come una comunità educativa, parte quindi di un contesto urbano più ampio dove è necessario occuparsi a livello di quartiere del progetto di tutti gli spazi pubblici e ambiti connessi, mobilità compresa.
La necessità di trasformare in opportunità la situazione contemporanea di crisi, si è quindi tradotta in una edizione 2020 tutta dedicata alla scuola, affiancando i premi annuali e le menzioni d'onore con un Premio Speciale: “(Ri)progettare la scuola con le nuove generazioni post Covid-19”. I vincitori dei premi e delle menzioni d'onore sono stati annunciati il 13 novembre, la cerimonia di premiazione si svolgerà a metà gennaio 2021 nel corso della Festa dell’Architetto.
Vincitore del Premio “Architetto italiano 2020” è l’opera “H – CAMPUS a Roncade (TV)” progettata da un gruppo guidato dall’architetto Mariano Zanon. Si tratta di un complesso scolastico che accoglie scuole di diverso ordine e grado. La giuria ne ha messo in evidenza il carattere innovativo e didatticamente evoluto, sottolineando come la complessità del sistema è stata tradotta dagli architetti in un impianto chiaro con edifici che appaiono leggeri, un sistema di ambienti chiusi e piazze che si alternano sotto una grande copertura e che si affacciano su ampie aree verdi. Menzioni d’Onore ai progetti: la Scuola Materna Sluderno (BZ)(capogruppo l’architetto Roland Baldi); la “Riqualificazione della Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni Pascoli (Torino)” (capogruppo l’architetto Silvia Minutolo) e la “Scuola Comprensiva di Sant’Albino, Montepulciano (SI)”, (capogruppo l’architetto Roberto Vezzosi).
La “Scuola con alloggi a Nosy Be, Madagascar” (capogruppo l’architetto Edoardo Capuzzo Dolcetta) è l'opera scelta quale vincitrice del “Giovane talento dell’Architettura italiana 2020”. Un progetto realizzato in un contesto difficile per la scarsità di mezzi e di risorse economiche, che per la giuria “si connota per la chiarezza formale e l’equilibrio tra i blocchi aula e la leggerezza della soluzione di copertura che tiene conto delle condizioni climatiche del luogo”.
Per il Premio Speciale “(Ri)progettare la scuola”, la Giuria non ha assegnato il primo Premio, ma due Menzioni d’Onore ai progetti “Scuola come Civic Center” (capogruppo l’architetto Sergio De Gioia) e a “100 BLOCKS” (capogruppo l’architetto Alessandro Cacioppo). Una selezione dei progetti candidati ai premi sarà pubblicata nello Yearbook, raccolta nazionale ed internazionale di Architettura italiana.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori Photos by © Francesco Calandra © Oskar Da Riz, © João Morgado, © sb_ Simone Bossi Photographer, © Marco Zanta


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature