25-09-2019

Tallinn Architecture Biennale 2019 Beauty Matters

Yael Reisner,

Tönu Tunnel,

Tallinn, Estonia,

Mostre, Architettura e Cultura,

Legno,

Evento, Mostra,

La quinta edizione della Biennale di Architettura di Tallinn (TAB 2019), quest’anno dedicata al tema Beauty Matters, ha segnato un nuovo record di visitatori. Organizzata dal Centro Estone per l'Architettura e curata dall'architetto londinese Dr. Yael Reisner prosegue fino al 17 novembre 2019.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. Tallinn Architecture Biennale 2019 Beauty Matters

Tallinn Architecture Biennale 2019 Beauty Matters La Tallinn Architecture Biennale 2019 dal titolo Beauty Matters, celebra l'esperienza estetica in architettura, dopo quasi 80 anni di pregiudizi culturali. Il programma ufficiale è costituito da cinque principali eventi: la mostra curatoriale Beauty Matters, un simposio Beauty Matters. Just Like Love, It’s Real, una mostra delle opere che hanno partecipato al concorso d’idee New Habitats, New Beauties: Speculations for Tallinn, un programma di installazioni Huts and Habitats e una mostra internazionale delle scuole di architettura, Terribly Beautiful. Parallelamente gli eventi ufficiali sono stati arricchiti da un programma satellite che comprende 20 attività, in cui sono presenti in tutta la città mostre, conferenze, installazioni e proiezioni di film di architettura.
Il tema della TAB2019, Beauty Matters, mira quindi a elevare lo status di bellezza quale risposta ad ambienti costruiti spesso alienanti ed ecologicamente inadatti. Sostiene Yael Reisner, curatore capo della TAB: “Aspirare alla bellezza è puntare alla profondità - la vera sfida dell'architettura, così come lo è nella poesia, nella neurobiologia, nella matematica o nella politica… un canale per l'esperienza emozionale della bellezza in un contesto urbano”.
In questo ambito rientra l’installazione Steampunk, vincitrice della Tallinn Architecture Biennial 2019 Installation Program Competition, disegnata da Gwyllim Jahn, Cameron Newnham (Fologram, AU), Soomeen Hahm Design (UK), Igor Pantic (UK), insieme agli ingegneri di Format Engineering, UK. 
Steampunk è un padiglione realizzato in legno duro, curvato a vapore con attrezzi manuali primitivi, la cui precisione è stata ottenuta utilizzando guide olografiche intelligenti. Come raccontano i progettisti non hanno prodotto disegni o linee CNC da cui tagliare, stampare o assemblare parti del progetto, ma sviluppato un approccio sperimentale che parte dall’artigianalità del processo. Una polemica voluta nel nostro contesto contemporaneo caratterizzato dalla produzione robotica e dell’automazione, al preciso scopo di sottolineare le sfumature e le sottigliezze che comunemente si trovano nelle pratiche artigianali tradizionali. Aspetti che spesso sono assenti negli artefatti di produzione robotica, perché l'intuizione e la comprensione degli aspetti qualitativi e quantitativi di un progetto sono difficili da descrivere nel linguaggio deterministico ed esplicito delle macchine.
Il padiglione, con la sua pianta a forma di croce, divide così il cumulo erboso del sito della Biennale in quattro spazi distinti, una specie di spartitraffico che incornicia la vista verso la città vecchia di Tallinn e il Museo di Architettura. La matericità spiccata di Steampunk è dovuta in particolare al processo di piegatura a vapore delle fasce di legno, un metodo arcano e notoriamente difficile. Qui ogni striscia di legno viene messa in una sacca, vaporizzata e piegata su una cassaforma adattabile. Così i designer, quale riferimento per il risultato desiderato, hanno usato un modello olografico, combinando la costruzione analogica ibrida della loro installazione con la precisione e la flessibilità dei modelli digitali. È nata in questo modo un’installazione che trae la sua bellezza dal sapiente mix di materiale arcaico e tecnologia contemporanea.
La Tallinn Architecture Biennale chiude il 17 novembre 2019.

Christiane Bürklein

Tallinn Architecture Biennale TAB 2019 “Beauty Matters”
Dates: 11 September – 17 November 2019
Head Curator: Dr. Yael Reisner (London)
Assistant Curator for Curatorial Competition entry: Johanna Jõekalda (Tallinn)
Curators' Assistants: Liina Soosaar (Tallinn), Barnaby Gunning (London)
Production: Eve Arpo, Maria Kristiin Peterson (Estonian Centre for Architecture)
School’s Exhibition Curators:Merilin Kaup, Ulla Alla, Margus Tammik (Tallinn)
Satellite Programme Curator: Kirke Päss (Tallinn)
Ulteriori informazioni: http://www.tab.ee
Immagini: Tönu Tunnel

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×