09-08-2021

ANNA Stay, la casetta dinamica di Casper Schols

Casper Schols,

Tönu Tunnel,

case vacanze,

Vetro, Legno,

Qualche anno fa il designer olandese Casper Schols ha disegnato e costruito nel proprio giardino un casetta-rifugio per sua madre. Un progetto che nel frattempo si è evoluto e ora questa piccola architettura flessibile e sostenibile, denominata ANNA Stay, ha vinto il rinomato Architizer A+ Awards Project of the Year 2021 nella categoria Architecture +Living Small.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. ANNA Stay, la casetta dinamica di Casper Schols

ANNA Stay, la casetta dinamica di Casper Schols A volte tornano. Quando abbiamo visto che la cabina in legno ANNA Stay, del designer olandese Caspar Schols, ha vinto il premio Architizer A+Awards Project of the Year 2021 nella categoria Architecture +Living Small, ci siamo ricordati di questo progetto da noi già pubblicato 5 anni fa (https://www.floornature.it/blog/una-casa-giardino-di-caspar-schols-12371/). All’epoca avevamo ammirato la bellezza, l’eleganza e la sostenibilità di questa microarchitettura che Schols, laureato in fisica, aveva disegnato per la madre nel 2016.
Di buona lena e con molta creatività, questo giovane senza alcuna formazione architettonica, ha dato forma a un’architettura in grado di creare una connessione dinamica tra uomo, natura e abitazione. Tutto questo poiché desiderava dare alla madre, una donna attiva e con molti interessi, uno spazio flessibile in cui poter leggere, dipingere, organizzare cene di famiglia e dove i nipoti potessero soggiornare e inscenare spettacoli teatrali. Da tali presupposti era nata la Garden House, una microarchitettura con una superficie di soli 25 metri quadrati.
Avendo però questa ottenuto un grande successo, con riconoscimenti internazionali e richieste in arrivo da tutto il mondo, il progetto è stato sviluppato in ANNA Stay, una cabina destinata sia a soggiorni brevi che lunghi. Schols, nel frattempo, ha infatti aggiunto alcuni dettagli, quelli in grado di rendere ancora più vivibile questa microarchitettura dinamica pensata per potersi trasformare a seconda dell’umore degli utenti, rispondendo attivamente alle stagioni o alle condizioni climatiche. Ed è per un tale motivo che questa cabina su una piattaforma rettangolare è stata concepita con due 'gusci' sostenuti da rotaie, dove quello interno, costruito con una struttura in legno e vetro, è separato dall’esterno chiuso e in legno. Spostando i due gusci si possono così creare diverse configurazioni. Per esempio, si può restare nel proprio letto ma “en plein air”, come mostrano le fotografie scattate in Estonia dove è stata installata una di queste microarchitetture di Casper Schols.
E non solo, questa cabina architettonica risponde anche alle attuali esigenze, segnate dall’esperienza pandemica, che vedono un ritorno alla campagna e alle aree in contatto con la natura. Luoghi dove potersi rigenerare, dove riscoprire quel legame con il mondo naturale che soprattutto chi vive in città rischia di perdere, come racconta Casper Schols: “Con ANNA Stay vogliamo invitare le persone a sperimentare la vita all'aperto e a creare una connessione più profonda con la natura, con stessi e con gli altri. Crediamo che la valorizzazione di questa sensibilità si tradurrà in più amore e cura per la natura, per il pianeta e per le persone in generale".
Cabin ANNA ha convinto la giuria del prestigioso Architizer A+ Awards Project of the Year 2021 e ha vinto il premio della giuria nella categoria Architecture +Living Small. 

Christiane Bürklein

Project: Casper Schols
Location: everywhere
Year: 2021
Images: Tönu Tunnel, Jorrit 't Hoen

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature