10-10-2018

SPACE WASTE LAB, Studio Roosegaarde

Daan Roosegaarde – Studio Roosegaarde,

Studio Roosegaarde,

Expo, Mostre,

Evento, Mostra,

Conosciamo bene la grande inventiva del creativo olandese Dan Roosegaarde, di cui seguiamo da tempo i progetti.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. SPACE WASTE LAB, Studio Roosegaarde

SPACE WASTE LAB, Studio Roosegaarde Conosciamo bene la grande inventiva del creativo olandese Dan Roosegaarde, di cui seguiamo da tempo i progetti. In questi giorni si è dedicato al tema della spazzatura spaziale che orbita attorno alla terra, realizzando così una performance.


Una nuova collaborazione per l’artista e inventore olandese Daan Roosegaarde, questa volta con l’ESA, l’agenzia spaziale europea, per il nuovo progetto su larga scala: SPACE WASTE LAB
Attualmente ci sono più di 29.000 oggetti più grandi di 10 centimetri che orbitano intorno alla terra. Si tratta di spazzatura spaziale, parti di razzi rotti e satelliti. Questi rifiuti possono danneggiare i nostri satelliti con collisioni che creeranno ulteriori rifiuti e disturberanno le nostre comunicazioni digitali. E nessuno sa davvero come provvedere. SPACE WASTE LAB indaga quindi in merito a come trasformare i rifiuti spaziali in prodotti sostenibili. Mentre lo SPACE WASTE LAB PERFORMANCE visualizza in tempo reale questi rifiuti sopra le nostre teste.
Dan Roosegaarde sa bene che rendendo visibile certe problematiche, grazie alle arti visive, riesce ad avere l’attenzione del grande pubblico. Così ha fatto in passato con la sua impressionante installazione luminosa Waterlicht (link), ora visibile alla Kunsthal di Rotterdam, o con Icoon Afsluitsdijk (link) o ancora con le sue Smog-Free Tower dai Paesi Bassi (link) alla Cina (link) alla Polonia (link) attraverso cui ha indagato l’inquinamento dell’aria.
SPACE WASTE LAB è quindi un laboratorio vivente supportato da esperti spaziali come l'ESA (Agenzia Spaziale Europea), studenti, visitatori e il team dello Studio Roosegaarde.
La fase 1 è iniziata lo scorso 5 ottobre e da quello stesso giorno è visitabile fino al 19 gennaio 2019 alla Kunstlinie Almere Flevoland (KAF). Insomma un'unica grande PERFORMANCE SPACE WASTE LAB all’esterno, fatta di LED e informazioni di monitoraggio in tempo reale. Ovviamente pensata al fine di visualizzare i rifiuti spaziali in orbita a un'altitudine compresa tra 200 e 20.000 chilometri. Qui il software, appositamente progettato, e la tecnologia delle telecamere, sviluppata nell'ultimo anno, permettono di far funzionare lo SPACE WASTE LAB PERFORMANCE nel rispetto delle severe norme di sicurezza dell'aviazione. 
Per valorizzare l'esperienza dello SPACE WASTE LAB PERFORMANCE l'ambiente circostante è oscurato, spegnendo le luci stradali e la segnaletica commerciale. Mentre l'esposizione interna consiste in elementi di spazzatura spaziale accompagnati da un programma di formazione a opera di esperti spaziali e amatori. Il tutto per creare una nuova prospettiva sullo space waste, a cui hanno fatto domanda già più di 2000 studenti delle scuole superiori.
Per la fase 2 è previsto invece un programma pluriennale, al fine di catturare i rifiuti spaziali e trasformarli in prodotti sostenibili, perché fedele al suo motto, Daan Roosegaarde consapevole che i rifiuti spaziali di oggi sono lo smog del nostro universo, si sta domandando: “Is it a problem or the ingredient for something new?

Christiane Bürklein

Progetto: Studio Roosegaarde with ESA and Kunstlinie Almere Flevoland (KAF)
Luogo: Almere, Paesi Bassi
dal 5 ottobre 2018 al 19 gennaio 2019
Immagini: courtesy of Studio Roosegaarde
https://www.studioroosegaarde.net/project/space-waste-lab
Ulteriori informazioni: https://kaf.nl/expo/seizoen-2018-2019/premi%C3%A8re-space-waste-lab-by-daan-roosegaarde/



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×