19-10-2021

EXPO Dubai 2020, il percorso e gli spazi espositivi del Padiglione Spagna

onionlab, External Reference,

Aleix Fernandez, Adrià Goula,

Dubai,

Expo, Mostre,

Mostra, Evento,

Il percorso e gli spazi espositivi del Padiglione Spagna all’EXPO Dubai 2020, dal titolo “Intelligence for Life”, sono stati curati dall'architetto italiano Carmelo Zappulla, fondatore e direttore di External Reference, insieme a Onionlab. Un bosco artificiale che produce ossigeno e una realtà immersiva in grado di far comprendere il nostro impatto ambientale.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. EXPO Dubai 2020, il percorso e gli spazi espositivi del Padiglione Spagna

EXPO Dubai 2020, il percorso e gli spazi espositivi del Padiglione Spagna EXPO Dubai 2020 stupisce con proposte davvero impressionanti, sia dal punto di vista tecnologico che della sostenibilità. Tra queste l’allestimento del padiglione della Spagna, organizzato e coordinato da Acción Cultural Española (AC/E). Seguendo il motto "Intelligence for life", la joint venture creata dallo studio internazionale di architettura External Reference, dell’architetto Carmelo Zappulla, e Onionlab, uno studio multidisciplinare che dirige e produce installazioni e mostre audiovisive internazionali, entrambi con sede a Barcellona, ha realizzato una foresta artificiale stampata in 3D, capace di produrre ossigeno, a cui è stato affiancato un albero interattivo che reagisce ai comportamenti sostenibili del pubblico. Inoltre, tutto il progetto è stato costruito seguendo i principi dell'economia circolare e può essere riciclato o smontato per essere completamente riutilizzato altrove.
Guardiamo nel dettaglio questo Padiglione progettato dallo studio di architettura Amann, Cánovas & Maruri (Temperaturas Extremas) e ubicato nel Distretto della Sostenibilità. Si distingue per una serie di prominenti tronchi di cono che si innalzano sul paesaggio, evocando la sensazione di una tradizionale piazza cittadina. E non solo, è stato costruito con materiali riutilizzabili tra cui legno, ferro e tessuto. La forma conica in più aumenta il flusso d'aria, modulando di conseguenza la temperatura dello spazio pubblico in maniera sostenibile.
Spiega con queste parole Carmelo Zappulla, fondatore e direttore di External Reference, il titolo "Intelligence for life”: "Grazie alla conoscenza appresa e condivisa, è possibile agire come intelligenza collettiva e salvare il pianeta attraverso l'adozione e l'adattamento di vite e imprese più sostenibili”. Il percorso espositivo inizia al piano terra, dove un gruppo di piazze aperte ospita una serie di installazioni. Tra queste il Bosque de la Inteligencia, (la Foresta dell'Intelligenza). Una foresta artificiale stampata in 3D che immerge i visitatori in un mondo straordinario, in cui le dimensioni digitali e fisiche producono esperienze uniche. Gli alberi che la costituiscono sono stati infatti realizzati con un polimero bioplastico sostenibile a base di destrosio di mais (zucchero) miscelato con pure.tech. Un composto minerale naturale in grado di catturare e mineralizzare alcuni dei principali gas serra inquinanti presenti nell'atmosfera del nostro pianeta, tra cui CO2, ossidi di azoto (NOx) e composti organici volatili (VOC). Questo tecno paesaggio costruito è così in grado di produrre ossigeno e cibo attraverso la fotosintesi, grazie a una serie di fotobioreattori, progettati appositamente per il padiglione, contenenti microalghe come la spirulina e la clorella. Il Bosque lo si può quindi definire come uno spazio metaforico che utilizza risorse interattive per coinvolgere i visitatori, al preciso scopo di indurli a considerare quanto l'impatto delle loro azioni si ribalti sulla società nel suo complesso e di conseguenza sull'ambiente. 
Nella sezione finale del Bosque, si trova invece l'Albero dell'equilibrio, ovvero il cuore interattivo del padiglione Spagna e dello spazio espositivo. Questo raccoglie tutte le interazioni e le conoscenze dei visitatori all'interno della foresta. E lo fa elaborando, attraverso un'applicazione o una batteria di 30 schermi interattivi, le loro risposte in merito alle loro abitudini di consumo. I visitatori possono così vedere l'albero reagire fisicamente in modo positivo o negativo alle loro risposte, rilasciando una goccia blu o rossa. Il totale di tutte le gocce determinerà se l'albero prenderà una colorazione verde e frondosa, oppure se il suo fogliame e si seccherà. I visitatori potranno così visualizzare il risultato finale in funzione dalle loro abitudini sostenibili e scoprire le iniziative di sostenibilità spagnole. In definitiva un modo tangibile e accattivante per rendere tutti più consapevoli del nostro impatto sul pianeta Terra.

Christiane Bürklein

Project: External Reference, Onionlab
Location: Dubai
Year: 2021
Images: Adrià Goula. Aleix Fernandez
Find out more: http://www.expospain2020.com/

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature