17-12-2020

La Cabina de la Curiosidad per una casa inaspettata

La Cabina de la Curiosidad,

Marie Combette, JAG Studio,

Quito, Ecuador,

Appartamenti,

Legno,

Recupero,

Intrigante come il nome dello studio dei giovani architetti equadoregni Marie Combette e Daniel Moreno Flores, La Cabina de la Curiosidad, è quello del loro progetto: La Cueva della Mini Bestia, ovvero La Tana della Piccola Bestia. Si tratta del recupero, o meglio della realizzazione, di una piccola casa a Quito per una coppia con cane.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. La Cabina de la Curiosidad per una casa inaspettata

La Cabina de la Curiosidad per una casa inaspettata Casa dolce casa: il diritto all’abitazione viene sancito per la prima volta nella Dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo, promossa dalle Nazioni Unite e firmata nel 1948. Si trova in molte costituzioni, ma spesso tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, come si dice in Italia. Da un lato la richiesta di abitazioni economiche, ma decorose, è in continua crescita, mentre dall’altro le città contemporanee sono piene di luoghi inutilizzati, sprecati o sottoutilizzati che a poco a poco vengono dimenticati. Un grande potenziale secondo gli architetti Marie Combette e Daniel Moreno Flores, i fondatori dello studio La Cabina de la Curiosidad. Per loro si tratta infatti di spazi che devono essere riorganizzati, al preciso scopo di promuovere il benessere di ogni individuo e, possibilmente, con l’investimento su risorse immediate. Il tutto ovviamente integrando le infrastrutture esistenti. I due architetti sono quindi convinti che l'architettura debba essere accessibile a tutti e che ogni spazio, con una sufficiente considerazione e le giuste intenzioni, possa essere trasformato, che si tratti di un piccolo magazzino, di una stanza abbandonata o di luoghi di cui non si immagina nemmeno l’esistenza.
In particolare, la casa in cui vivere in modo indipendente è un problema particolarmente sentito dai giovani, spesso però penalizzati dalla mancanza di denaro. Di conseguenza accade, e non solo a Quito, che i genitori mettano a disposizione dei figli, da soli o con partner, alcune parti delle proprie abitazioni, magari ambienti sottoutilizzati o da recuperare. E lo fanno per dare loro la possibilità di crearsi un luogo indipendente. In una situazione di questo tipo si inserisce il progetto La Cueva della Mini Bestia, ovvero La Tana della Piccola Bestia. 
Si tratta di una piccola abitazione in un quartiere residenziale di Quito, di poco meno di 50 metri quadrati, che nasce dalla combinazione di due stanze, un tempo adibite a studio, all’interno della casa principale. Un intervento architettonico, sviluppato in poco tempo, basato sull’idea di combinare due ambienti uno sopra l’altro. Tutto è iniziato bucando il soffitto, in modo da fare spazio a un mobile multifunzionale che riorganizza l’ambiente sui due livelli. Una struttura in legno che funge da scala, cucina, armadio, scrivania, scaffale e ringhiera, sfruttando al millimetro la doppia altezza. Nel suo insieme quindi una soluzione dal grande impatto visivo che permette agli utenti, una coppia con il loro cane cioè la “bestia”, di godersi una casa su due livelli con la dovuta privacy, nonostante le dimensioni ridotte. A proposito di privacy: la camera da letto è protetta da una tenda lunga 10 metri, uno spazio nello spazio al piano superiore, dove si trova anche un’altra piccola chicca. Si tratta dell’armadio presente nel vecchio studio che è stato diviso e trasformato nel guardaroba e ora poggia sul nuovo muro divisorio fra la “tana” e la casa principale.
Con La Cueva della Mini Bestia, gli architetti de La Cabina de la Curiosidad hanno stuzzicato non solo la nostra curiosità, ma dimostrano pure che con un pizzico di fantasia si possono creare delle opportunità abitative interessanti, economiche e indipendenti, persino nella casa dei genitori.

Christiane Bürklein

Project: La Cabina de la Curiosidad
https://www.instagram.com/marie_combette/
https://www.instagram.com/daniel_moreno_flores_
Location: Quito, Ecuador
Year: 2019
Images: JAG Studio
Illustrations: Marie Combette

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature