11-03-2021

Lina Bo Bardi Leone d’oro speciale alla memoria Biennale Architettura 2021

Lina Bo Bardi,

Leonardo Finotti,

San Paolo, Brasile, Venezia, Italia,

Mostre,

Biennale di Venezia, Premio,

Il curatore della 17. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, l'architetto Hashim Sarkis ha lanciato la proposta accolta dal Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia di insignire Lina Bo Bardi del Leone d’oro speciale alla memoria. L'annuncio è stato fatto l'8 marzo 2021 in occasione della festa della donna. Per Hashim Sarkis l'architetta, designer, scenografa, artista e critica italiana naturalizzata brasiliana, rappresenta più di ogni altro progettista il tema della Biennale Architettura 2021 e individua nel progetto del Museo di San Paolo, il maggior esempio di questa sua capacità di fare dell'architettura un'arte sociale.



Lina Bo Bardi Leone d’oro speciale alla memoria Biennale Architettura 2021

Il 22 maggio, in occasione dell'inaugurazione della 17. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, sarà conferito un Leone d’oro speciale alla memoria di Lina Bo Bardi. Nel giorno della Festa della Donna è stato, infatti, annunciato che il Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia ha accolto la proposta lanciata dal curatore della mostra, l'architetto Hashim Sarkis.
“Se esiste un architetto che meglio di ogni altro rappresenta il tema della Biennale Architettura 2021” ha dichiarato l'architetto Hashim Sarkis, “questa è Lina Bo Bardi. La sua carriera di progettista, editor, curatrice e attivista ci ricorda il ruolo dell’architetto come coordinatore (convener) nonché, aspetto importante, come creatore di visioni collettive. Lina Bo Bardi incarna inoltre la tenacia dell’architetto in tempi difficili, siano essi caratterizzati da guerre, conflitti politici o immigrazione, e la sua capacità di conservare creatività, generosità e ottimismo in ogni circostanza”.
Nata a Roma nel 1914, il nome alla nascita era Achillina, Lina Bo si trasferisce a Milano nel 1939, dopo la laurea in architettura. A Milano, incontra Gio Ponti, collabora con diverse riviste e diventa co-direttrice di Domus con Carlo Pagani. Sempre con Pagani, e con il sostegno di Bruno Zevi, crea nel 1944 il settimanale A - Attualità, Architettura, Abitazione, Arte.
Con il marito Pietro Maria Bardi, che è critico, storico dell'arte, giornalista e gallerista, si trasferisce in Brasile nel 1947. Tra il 1957 e il 1969, realizza il Museu de Arte de São Paulo (MASP), il suo edificio più iconico. Altri progetti importanti sono alcune case, tra cui la sua stessa abitazione di San Paolo, la Casa de Vidro, poi il centro sociale ricreativo culturale e sportivo SESC - Fábrica da Pompéia e il Teatro Oficina. Dal 1992, anno della sua morte, l'Instituto Bardi di San Paolo si occupa di divulgare e mantenere vivo il ricordo delle attività dei coniugi Bardi. Proprio l'Instituto Bardi nel commentare il conferimento del Leone d’oro speciale alla memoria di Lina Bo Bardi, ha evidenziato come il tema dell'edizione 2021 della Biennale di Architettura di Venezia: How will we live together?, ponga una domanda fondamentale e centrale nell'attività e nella vita dell'architetta. Lina Bo Bardi ha sempre inteso la professione come un servizio collettivo, come un “prendersi sempre cura di coloro culturalmente meno rappresentati, sempre consapevole dell'importanza della diversità nell'arte e nell'architettura e impegnata in un approccio multidisciplinare a un’architettura che tiene insieme persone di ogni ceto sociale”, si legge infatti nella nota dell'Instituto Bardi. Lo stesso Hashim Sarkis parlando delle opere dell'architetta e in particolare dell'iconico progetto del Museu de Arte de São Paulo (MASP), ha evidenziato come l'architetta avesse la capacità di fare dell'architettura "una forma di arte sociale capace di favorire l’incontro".

(Agnese Bifulco)

All images courtesy of La Biennale di Venezia
(01, 13 - 20) images courtesy of Instituto Bardi,
(02 - 12) photo by Leonardo Finotti


La Biennale di Venezia
17th International Architecture Exhibition
How will we live together?
Curator: Hashim Sarkis
Date: (preview May 20th and 21st) May 22nd 2021 – November 21st 2021
Location: Giardini and Arsenale, Venezia - Italy.

Official website of the Biennale Architettura 2021: www.labiennale.org
Official hashtag: #BiennaleArchitettura2021 #HowWillWeLiveTogether


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature