13-05-2019

El Clásico de Quilmes, birreria di Hitzig Militello Arquitectos

Hitzig Militello Arquitectos,

Federico Kulekdjian,

Buenos Aires, Argentina,

Ristoranti, Tempo Libero,

Interior Design, Recupero,

Lo studio Hitzig Millitello Arquitectos ha realizzato a Buenos Aires il primo di una serie di nuovi bar della birreria argentina Quilmes.



  1. Blog
  2. News
  3. El Clásico de Quilmes, birreria di Hitzig Militello Arquitectos

El Clásico de Quilmes, birreria di Hitzig Militello Arquitectos Lo studio Hitzig Millitello Arquitectos ha realizzato a Buenos Aires il primo di una serie di nuovi bar della birreria argentina Quilmes. Una trasposizione spaziale della filosofia aziendale e un esempio di storytelling architettonico, segno distintivo dello studio.


Quando si progetta per un grande marchio, il lavoro dell’architetto si fa particolarmente difficile, in quanto deve rispettare un branding aziendale prestabilito, facendolo coincidere con le esigenze logistiche e costruttive del sito in cui si inserisce.
Così è successo a Fernando Hitzig e Leonardo Militello di Hitzig Militello Arquitectos, quando sono stati chiamati dal più grande produttore di birra argentina, ovvero il birrificio Quilmes
Quilmes è il nome di  un distretto della provincia di Buenos Aires, dove il birrificio venne fondato dal tedesco Otto Bemberg nel 1888. La prima birra fu prodotta nel 1890 e a oggi Quilmes domina circa l'80% del mercato nazionale. 
Partendo dal suo slogan ,”Orgogliosi di ciò che è nostro”, gli architetti hanno plasmato l’identità visiva e architettonica del bar El Clásico, il primo di una catena che vuole ampliare l'esperienza già offerta nel suo Parque Cervecero, ovvero il Parco della Birra che si trova nel quartiere della sede aziendale.
Hitzig Militello Arquitectos non hanno così riproposto con un inventario stilistico legato alle tradizionali botteghe e cantine della capitale argentina, ma hanno anche fatto una ricerca approfondita sul marchio, allo scopo di proporre una narrativa in linea con la filosofia del committente. In questo modo i veri protagonisti degli interni scenografici sono la storia di Quilmes, i dettagli della produzione e le pubblicità storiche. La composizione generale propone quindi emozioni ed esperienze senza impattare sul budget complessivo del progetto. 
A ben vedere il fascino del locale è dovuto in parte ai materiali comuni e semplici dal feeling industriale, come tubi in acciaio, lamiera zincata e casse di legno trattate con bitume. Dall'altro El Clásico si distingue per una coerenza costruttiva e comunicativa, dove i progettisti, allo scopo di enfatizzare l’atmosfera e la carica emozionale dello spazio architettonico, hanno selezionato una serie di elementi, tra cui i caratteristici silos per lo stoccaggio delle materie prime, i cartelloni pubblicitari d’epoca e le vecchie casse di birra per affiancare i moderni serbatoi di birra. Il tutto sapientemente illuminato per aumentare il contrasto chiaroscurale dell’ambiente. 
In fine l'impatto visivo del nuovo locale, che sfrutta uno dei tanti edifici preesistenti di una strada pedonale a Esmeralda nel centro di Buenos Aires, è sottolineato dal suo layout aperto sul contesto, al fine di essere un invito a entrare come se si trattasse di un chiosco. Idea suggerita dal cliente.
Con El Clásico il team di Hitzig Miltello Arquitectos conferma il suo rispetto del contesto socio-culturale e della storia del proprio cliente, senza cadere nella trappola della nostalgia. In breve un #placetobe, è uno spazio in cui si può bere una birra dopo il lavoro o cenare con cibi tradizionali in un’atmosfera ricercata, ma casual, eclettica, equilibrata e soprattutto autenticamente argentina.

Christiane Bürklein

Concept design/ Project / Construction Documents / Construction Manager Interior Design: Hitzig Militello Architects.
Collaborator: Arch. Jeanette Zotta (Construction documents), Arch. Sabrina Perissinotto (Construction management) 
Year:  2018-2019
Location: Buenos Aires, Argentina
Photographer: Federico Kulekdjian

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×