02-07-2021

Waterloo City Farm, un progetto di Feilden Fowles in legno e lamiera

Feilden Fowles Architects,

David Grandorge, Peter Cook,

Londra,

Edifici Pubblici, Architettura e Cultura, Uffici, Studio,

Metallo, Legno,

Il Waterloo city farm nel centro di Londra è un luogo dove lavoro d’ufficio, agricoltura e allevamento, si coniugano con l’istruzione scolastica.



Waterloo City Farm, un progetto di Feilden Fowles in legno e lamiera Con un fienile in legno Feilden Fowles architects hanno completato il master plan del Waterloo city farm di Londra, un progetto realizzato interamente in legno e lamiera.
Il lungo e stretto lotto di partenza, di 1630mq, era un terreno trascurato a sud di Westminister bridge e di proprietà del Guy’s and St. Thomas’ Hospital. Così l’unione di tre soggetti, cioè la Jamie’s Farm, la Oasis Waterloo e gli architetti Feilden Fowles, ha prodotto un piano con diversi ambienti, in cui sviluppare i rispettivi obiettivi, alcuni dei quali comuni, ovvero: un focus sulla formazione scolastica e una sede di lavoro e pratica.
A tale scopo lo studio Feilden Fowles oltre ai propri uffici, ha realizzato un fienile, una serra e una cucina all’aperto arricchiti da un percorso unificatore al centro snodato tra i recinti degli animali. Si tratta di un insieme architettonico tenuto insieme da un linguaggio edilizio molto semplice, a basso costo, e che può essere reinterpretato anche grazie alla facilità di smontaggio e riposizionamento altrove, semmai se ne presentasse la necessità.
Gli uffici degli architetti appaiono come grande rettangolo con un tetto nervato in legno a falda unica inclinata che al colmo termina con una serie di finestre in grado di illuminare gli interni. Le pareti e la copertura sono in pannelli sandwich, poco appariscenti, rivestiti di lamiera ondulata bitumata e verniciata.
Il fienile invece è interamente in legno con una struttura a tre navate: quella centrale presenta una capriata romboidale, le due laterali sono invece la prosecuzione a discendere delle falde. In questo modo dall’esterno appare come un classico edificio con un tetto a capanna, ma all’interno la sorpresa strutturale crea un’inaspettata articolazione spaziale. Il tutto è accentuato dalla tessitura delle pareti esterne, in doghe di abete inglese grezzo, posate secondo una geometria che in facciata mostra il desiderio di dare un valore iconico a tutto l’impianto. E a dire il vero ci riesce con eleganza, contenendo i costi e senza essere banale.




Fabrizio Orsini




Architects: Feilden Fowles
Structural Engineer: Peter Laidler, Structure Workshop (studio and farm)
Landscape Design: Dan Pearson Studio (courtyard garden)
Building Contractor: Animal pens: Nick Dowling; Barn - timber frame and east gable: Timber Workshop; Cladding and classroom: Mansel Land; Studio: timber frame: Timber Workshop; Cladding and fit out: Miles Builders.
Lighting Design: Education barn: Re-Lit (of Michael Grubb Studio)
Address: Farm and education barn: 18 Carlisle Lane, London, SE1 7LG Studio: 8 Royal Street, London, SE1 7LL
Clients: Oasis Waterloo Hub, Jamie’s Farm
Size: Farm: 1,630 sq m; Studio: 135 sq m; Annex: 18 sq m; Barn: 290 sq m; Pens: 115 sq m
Construction value: Total: £343,000, Studio: £180,000; Annex: £23,000; Barn: £143,000; Pens: £20,000
Photography: © David Grandorge, © Peter Cook

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature