12-03-2021

Legno e terracotta per un Polo sociale a Cabourg di Lemoal Lemoal architects

Lemoal Lemoal Architectes,

Elodie Dupuis, Javier Callejas,

Cabourg - France,

Edifici Pubblici,

Cemento, Legno,

A Cabourg in Francia un grande tetto in tegole di terracotta, progettato da Lemoal Lemoal architectes, copre un Polo sociale e culturale dalla struttura in legno.



Legno e terracotta per un Polo sociale a Cabourg di Lemoal Lemoal architects Il Polo sociale di Cabourg in Francia è composto di due edifici, molto simili, in legno e terracotta che fronteggiandosi creano una corte interna. Si tratta di un polo sociale e culturale, realizzato da Lemoal Lemoal architects, ispirato all’architettura vernacolare, ma in chiave green, tanto da coniugare il linguaggio architettonico locale con le esigenze contemporanee. Nel suo insieme si compone di due edifici a L molto simili, disposti in modo tale da ottenere una corte interna aperta sugli spigoli. Una disposizione planimetrica che dà forma a uno spazio al tempo stesso intimo e aperto, così come richiesto dallo spirito del luogo.
Ma al di là della semplicità dell’impianto, colpisce la simmetrica semplicità costruttiva, poiché la struttura portante è interamente realizzata in legno con i classici giuntaggi a flangia, i cui bulloni sono ben visibili. Le capriate a loro volta, data la rigidità all’incastro dei piedritti, non hanno bisogno di catena e lasciano gli spazi interni liberi da quegli elementi strutturali che avrebbero potuto limitare le attività che vi si svolgono.
Ad attirare l’occhio di chi si accosta a questo edificio è la copertura studiata dai progettisti con originalità, ma comunque rimanendo nella tradizione locale. A darle il tocco insolito è stata la scelta di usare delle piccole e piatte tegole di terracotta. Queste, infatti, sono state opportunamente sagomate, in modo tale che restino appoggiate in maniera sfalsata sui correnti del tetto. Una scelta formale che evita l’uso di fastner per il loro fissaggio, in quanto il lavoro di ancoraggio al tetto lo compie la gravità. Medesima scelta progettuale è stata fatta anche per le pareti opache, ottenendo così una continuità fra gli elementi verticali e quelli inclinati delle falde del tetto, specie perché gli architetti hanno scelto di utilizzare un impasto eterogeneo di terre per le tegole, dando così la sensazione del tutto singolare che l’edificio sia realizzato in scandole di legno. Il cemento invece è stato destinato solo alle fondazioni, in modo da ottenere un edificio in massima parte riciclabile e pienamente sostenibile.



Fabrizio Orsini



Maîtrise d’œuvre: lemoal lemoal architectes
mandataire: Sicre BET
structure: Prisme Ingénierie BET
économie, fluides, thermique: Sneta BET VRD paysage
Lieu: rue d’Ennery 14390 Cabourg
Programme: Création d’un pôle social et culturel pour la ville de Cabourg
Maîtrise d’ouvrage: Ville de Cabourg
Procédure / Mission: Concours • Lauréat Mission complète • Loi MOP
Coût / Surface: 1,6 M€ HT 532 m2 SDP
Travaux: 12 mois
Livraison: Mai 2019
paragrafo

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature