14-01-2022

Reception building di NU architectuuratelier in cemento e legno

Nu Architectuur,

Stijn Bollaert,

Meise - Belgium,

Edifici Commerciali, Store, Paesaggio,

Legno, Cemento,

Il nuovo ingresso multifunzione del giardino botanico di Meise, in Belgio, accoglie all’interno di un edificio in cemento e legno diverse esigenze logistiche.



Reception building di NU architectuuratelier in cemento e legno Il Plantentuin di Meise, in Belgio, necessitava di una reception che lo studio NU architectuuratelier ha realizzato in cemento e legno, declinando la struttura in maniera originale ed efficace.
L’edificio reception, come richiesta dal cliente, doveva risolvere il problema della gestione dell’ingresso, in quanto fino a quel momento era dato da un semplice cancello. Allo stesso tempo era pure necessario creare degli spazi di tipo turistico, come il bookshop, il negozio di giardinaggio, degli uffici e una casa per i custodi.
I progettisti di NU architectuuratelier hanno così deciso di concentrare il tutto in un unico volume, caratterizzato all’esterno da due loggiati, uno che costeggia il fianco del grande rettangolo planimetrico, mentre l’altro, ortogonale al precedente, inizia al termine del primo. Singolare diventa quindi la loro struttura, composta da una lunga tettoia, poggiante su 14 pilastri collegati da una trave continua dalla quale partono, a ogni incastro, delle travi a sbalzo di uguale altezza e sezione. Queste hanno la funzione di reggere la copertura realizzata in travicelli di legno. Così guardando i piloni dall’alto l’effetto ottenuto è quello che ognuno regga quattro travi a sbalzo, che disegnano una croce. Altra particolarità di queste travi è che non si connettono sempre le une con le altre, al fine di evitare un eccesso di rigidità strutturale che nel tempo sarebbe potuta risultare dannosa.
L’effetto globale è interessante, seppure distante dai due edifici settecenteschi che appaiono sullo sfondo e sono parte del progetto di recupero. Questo perché l’aura minimal scelta per il progetto, contrasta volutamente con i mattoni e i ripidi tetti a falda, incorniciati sui frontoni dalle tipiche scalettature dell’architettura tradizionale belga. In egual modo sorprende vedere quanto il tetto della nuova struttura sia ricco di dettagli, risultando nel suo insieme comunque leggero. Un effetto visivo che si nota soprattutto nelle travi secondarie di cordolo, le quali poggiano su piedritti metallici che lasciano arioso l’attacco sul cielo della trave.


Fabrizio Orsini




Client: Agentschap Plantentuin Meise
Location: Meise, Belgium
Dates: June 2016 - 2021
Status: finished
Typology: public garden, restauration, public function
Team/Engineer: Archipelago ar-te (architect – execution and sustainability), studiebureau R. Boydens (techniques), studiebureau Mouton cvba (stability) and Atelier Arne Deruyter (landscape design)
Realisation: Van Poppel, Formed, Hertsens
Team NU: Matteo Lampaert, Sarah Callewaert, Armand Eeckels
Competition team NU: Daniela Mikova, Michaela Markova, Marie Bemelmans
PHOTO: Stijn Bollaert