28-11-2018

RIBA International Prize 2018 al Children Village studio Aleph Zero e Rosenbaum

Aleph Zero,

Leonardo Finotti, Cristobal Palma,

Tocantins, Brasile,

Scuola,

Legno,

Premio, Evento,

Il Children Village progettato dallo studio Aleph Zero e Rosenbaum è per il RIBA il miglior nuovo edificio del mondo. Il progetto è stato insignito recentemente del RIBA International Prize 2018, dopo aver ricevuto in primavera il RIBA Award for International Excellence 2018 e il RIBA International Emerging Architect 2018.



RIBA International Prize 2018 al Children Village studio Aleph Zero e Rosenbaum

Un nuovo successo per il Children Village, il complesso scolastico progettato ai margini della foresta pluviale nel nord del Brasile dagli studi d'architettura brasiliani Aleph Zero e Rosenbaum, è il vincitore del RIBA International Prize 2018.
La scuola brasiliana è quindi la migliore nuova costruzione al mondo per il Royal Institute of British Architects, l'ordine professionale degli architetti del Regno Unito, che assegna ogni due anni il premio biennale a quell'edificio che meglio rappresenta “l'eccellenza progettuale e l'ambizione architettonica, fornendo un significativo impatto sociale”.
Un titolo a cui il Children Village è giunto dopo aver superato la dura selezione che lo aveva portato prima ad essere uno dei 20 edifici destinatari del RIBA Award for International Excellence 2018 e poi a trionfare sugli altri 4 finalisti del RIBA International Prize 2018, scelto dalla giuria internazionale presieduta dall'architetto Elizabeth Diller (DS+R). Con questo nuovo riconoscimento sono ben tre i titoli vinti da questo interessante complesso realizzato tutto in legno, in primavera, infatti, gli architetti erano stati premiati con il RIBA International Emerging Architect 2018, premio riservato a uno studio emergente attivo da meno di 10 anni.

Il progetto del Children Village è stato realizzato dagli architetti Gustavo Utrabo e Petro Duschenes dello studio Aleph Zero in collaborazione con gli architetti Marcelo Rosenbaum e Adriana Benguela dello studio Rosenbaum. Il complesso è stato finanziato ed è gestito dalla Fondazione Bradesco che in Brasile attraverso una rete di quaranta scuole fornisce istruzione ai bambini delle comunità rurali. Il Children Village offre alloggi a 540 adolescenti di età compresa tra i 13 e i 18 anni che frequentano la scuola di Canuanã. Partendo da una visione dell'architettura come di un fondamentale strumento di trasformazione sociale, gli architetti hanno lavorato a stretto contatto con i giovani studenti per identificare i bisogni e i desideri che la nuova costruzione doveva soddisfare. In particolare gli architetti hanno cercato di creare un ambiente che i ragazzi potessero sentire come familiare, verso il quale sviluppare un senso di appartenenza, una propria casa anche se lontani da casa. Privilegiando ad esempio l'idea di camere per massimo sei giovani e non dormitori da quaranta studenti. Offrendo spazi pubblici dove studiare, giocare e rilassarsi ma anche spazi privati.

Il Children Village occupa una superficie complessiva di circa 25.000 mq ed è composto da due edifici identici uno destinato alle ragazze e uno ai ragazzi. Gli architetti sono ricorsi a tecniche e materiali locali, il risultato è un progetto economico e sostenibile dal punto di vista ambientale che crea un forte legame con il contesto circostante e con la comunità per cui è stato realizzato. Le camere residenziali sono disposte a piano terra intorno a tre grandi cortili aperti e ben ombreggianti. Al primo piano sono organizzati gli spazi pubblici, aree flessibili destinati a molteplici attività come spazi di lettura, sale TV e anche spazi relax con amache. Il sistema di copertura, grandi tetti di legno sostenuti da un'elegante griglia di travi e pilastri in legno lamellare assicura la giusta ombreggiatura degli ambienti sottostanti, mitigando le alte temperature estive e creando spazi intermedi tra interno ed esterno che facilitano l'interazione e stimolano la socializzazione.

(Agnese Bifulco)

Client: Fundação Bradesco
Architects: Aleph Zero (Gustavo Utrabo & Pedro Duschenes), Rosenbaum (Marcelo Rosenbaum & Adriana Benguela)
Awards: RIBA Award for International Excellence 2018 and RIBA International Emerging Architect for Aleph Zero
Landscape Architects: Raul Pereira Arquitetos Associados
Location: Formoso do Araguaia, Tocantins, Brasile

Images courtesy of Royal Institute of British Architects (RIBA)  photos by Leonardo Finotti, Cristobal Palma


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×