26-01-2018

Architettura e luce nelle notti di Londra e Amsterdam

UNStudio, Ai Weiwei,

Janus van den Eijnden,

Londra, Amsterdam,

Installazione, Land Art,

Installazione,

Installazioni luminose e artistiche, giochi, mapping ed effetti speciali rileggono le architetture e gli spazi urbani, regalando a cittadini e turisti sfolgoranti mostre d'arte luminosa notturna in occasione di Lumiere London e Amsterdam Light Festival.



Architettura e luce nelle notti di Londra e Amsterdam

Lumiere London e Amsterdam Light Festival, si sono appena conclusi due dei principali festival di luci notturne europee che hanno regalato a cittadini e turisti sfolgoranti mostre d'arte luminosa notturna.
Usare "luci" per addobbare le città e le case per trasmettere un senso di gioia e allegria è una tradizione che si perde nel tempo, antecedente all'invenzione della corrente elettrica. Una tradizione che non è solo legata a ricorrenze religiose, ma è anche un modo per illuminare le città nelle stagioni più fredde, quando le giornate si accorciano e il buio prevale sulla luce. Sono così nati i Festival delle Luci, eventi sempre più attrattivi che generano un importante indotto per le città in termini economici e di crescita turistica. Basti pensare che al termine della prima edizione di Lumiere London, l'amministrazione cittadina ha dichiarato che si erano registrati 1,3 milioni di visitatori in più nelle quattro serate dell'evento.
Luci d'artista, festival delle luci e altri sinonimi stanno a indicare che non si tratta di semplici luminarie ma di installazioni luminose e artistiche, giochi, mapping ed effetti speciali. Architetti, artisti e figure professionali specifiche come i lighting designer trasformano le facciate degli edifici, le architetture iconiche della città, e più in generale tutti gli elementi urbani a disposizione per regalare emozioni e meraviglia ad adulti e bambini.

Sono diverse le città del Centro – Nord Europa a contendersi il primato per i festival delle luci, che spesso rappresentano una palestra sperimentale di materiali e soluzioni. È il caso di Amsterdam, dove si è recentemente concluso l'Amsterdam Light Festival. Nelle pagine di Floornature avevamo presentato Eye_Beacon, il padiglione informazioni progettato da UNStudio e MDT-tex per l'edizione 2016-2017. Quello della capitale olandese è un evento di alto livello artistico che prevede anche una mostra lungo le vie d'acqua, da scoprire passeggiando a piedi lungo i canali o a bordo di battelli. Nell'edizione appena conclusa è stato coinvolto un prestigioso ospite d'onore l'architetto e artista cinese Ai Weiwei. In occasione dell'Amsterdam Light Festival l'istituzione culturale dedicata alla cinematografia, l'EYE Filmmuseum, ha promosso la prima edizione del World Masters of Projection Mapping. Fino al 9 febbraio 2018 cinque video artisti animeranno con le loro proiezioni 3D, dette “mappe architettoniche”, la facciata dell'EYE Filmmuseum progettato dagli architetti austriaci Roman Delugan ed Elke Delugan-Meissl nel 2012.

In concomitanza con l'evento olandese, la capitale britannica ha ospitato dal 18 al 21 gennaio 2018 la seconda edizione di Lumiere London, il più importante festival di luci notturne del Regno Unito. Per quattro giorni le notte londinesi si sono colorate e popolate di creature fantastiche leggere e luminose. Cittadini e turisti affascinati le hanno trasformate in centinaia di immagini e video che hanno invaso i social media di tutto il mondo con l'hashtag #LumiereLDN. Da Nord a Sud, attraversando il Tamigi, erano sei le aree della città coinvolte in questa seconda edizione del festival luminoso: King’s Cross, Fitzrovia, London’s West End (incluse Carnaby, Chinatown London, Leicester Square, Mayfair, Oxford Circus, Piccadilly, Piccadilly Circus, Regent Street, St James’s, St James’s Square, St James’s Market e Seven Dials), Westminster & Victoria, e Southbank & Waterloo.

Gli artisti provenienti da vari paesi europei e dal Canada hanno creato installazioni, coreografie e laboratori coinvolgendo direttamente e attivamente gli spettatori sia nelle installazioni luminose che nelle performance artistiche. La coreografia Umbrella Project di Cirque Bijou, per esempio, ha fatto danzare gli spettatori di Piccadilly e Fitzrovia con ombrelli LED. Impulse, l'installazione progettata da Lateral Office & CS Design, ha coinvolto i passanti di South Molton Street che giocando sulle altalene basculanti hanno creato un'onda luminosa e sonora in costante evoluzione. Più di 50 opere d'arte hanno riletto architetture iconiche e strade di Londra, regalando agli spettatori una sfolgorante mostra d'arte luminosa notturna.

(Agnese Bifulco)

Amsterdam Light Festival: Images courtesy of Amsterdam Light Festival amsterdamlightfestival.com photo by Janus Van Den Eijnden
Eye_Beacon: Images courtesy of UNStudio, photo by Janus van den Eijnden
Lumiere London: Images courtesy of Lumiere London www.lumiere-festival.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×