18-10-2021

Un piccolo cottage che ricorda una nave di Prodesi/Domesi

Prodesi/Domesi,

BoysPlayNice ,

Vranov, Czech Republic,

case vacanze,

Legno,

Recupero,

L’ultimo progetto dello studio di architettura ceco Prodesi/Domesi è una piccola casa per le vacanze che ricorda una barca. Questa sorge sulle rive di un lago artificiale, vivendo dall’intenso dialogo che crea con la natura. E lo fa attraverso una marcata matericità, nata dall’attenzione dei progettisti al contesto ambientale.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Un piccolo cottage che ricorda una nave di Prodesi/Domesi

Un piccolo cottage che ricorda una nave di Prodesi/Domesi Il bacino di Vranov è una meta turistica molto gettonata della Repubblica Ceca e si trova nella Moravia meridionali a pochi chilometri dall’Austria. Si tratta di un lago artificiale che nasce grazie alla grande diga sul fiume Thaya. Lungo trenta chilometri e con una bella spiaggia, sovrastato da un castello barocco, viene anche chiamato l’”Adriatico moravo", in più nelle sue acque si può anche nuotare da inizio giugno a metà settembre. 
In un tale contesto si inserisce l’ultimo progetto dello studio Prodesi/Domesi, fondato dagli architetti Pavel Horák e Václav Zahradníček nel 2002, specializzandosi esclusivamente nella progettazione di edifici in legno. L’apertura della società Domesi, che si occupa della realizzazione di queste architetture, completa l’offerta del loro portfolio e permette ai progettisti di seguire ogni creazione in tutto il suo iter, dall’inizio alla fine. 
Nel caso della Ship Cabin il committente aveva ereditato da un nonno una piccola casetta nel verde, sopra la diga di Vranov, ma questa non rispondeva alle sue esigenze. Si è così rivolto a Prodesi/Domesi con un desiderio preciso: voleva un cottage in legno costruito sulle fondamenta esistenti, che avesse tutto quanto le moderne costruzioni in legno permettono oggi e in questo modo diventare un comodo rifugio per la sua famiglia durante i fine settimana e le vacanze.
Per rispondere a tutto ciò, gli architetti hanno dovuto fare i conti con un terreno boschivo e la pianta del cottage originale, a cui dovevano attenersi per la progettazione e realizzazione della nuova costruzione in legno. Ne è nato un piccolo cottage rivestito di assi di larice bruciate dal sole, in linea con la locale tradizione vernacolare. Nonostante le dimensioni modeste, offre comunque uno spazio interno sorprendentemente grande, in grado di ospitare la famiglia del proprietario e gli amici in visita. Tutto ciò grazie a una progettazione attenta ai dettagli, come per esempio gli spazi di stoccaggio poco appariscenti dislocati in ogni angolo della casa. Qui ogni cosa ha così il proprio posto come nella cabina di una nave. Un’analogia che rispecchia anche la posizione sull’acqua. 
L'interno della casa è quindi stato improntato sulla condivisione, però nella soffitta, dove si trova la zona notte, gli utenti hanno la privacy necessaria. Inoltre, il rivestimento in legno di abete rosso, che contraddistingue tutto l’interior, crea un’atmosfera accogliente, mentre le grandi vetrate affacciate sull’acqua regalano una vista spettacolare, qui ben ritratta dalle fotografie dello studio BoysPlayNice
Come sostiene l'architetta Klára Vratislavová: "La costruzione della casa è andata di pari passo con il suo design interno, in modo da poter utilizzare ogni centimetro di spazio che il cottage originale del nonno ci aveva riservato". Da qui il riferimento alla cabina di una nave, dove tutto ha il proprio posto. Non a caso in un’architettura con una pianta di soli 5 x 8,5 m gli architetti hanno ricavato una sala da pranzo, un soggiorno con una notevole vista sul livello dell'acqua, un ampio ingresso con una panca per cambiarsi, un bagno, un WC separato, dispensa e ripostiglio. Al piano superiore invece si trovano una camera da letto padronale, una più piccola e uno spogliatoio. "Abbiamo adottato un approccio inverso nella progettazione del piano superiore. Prima abbiamo creato gli spazi necessari per le camere da letto e poi abbiamo "tagliato" la parte eccedente del tetto, in modo che la casa fosse il più piccolo possibile. Il nostro obiettivo era quello di progettare un edificio che si integrasse umilmente nel pendio verde sopra l'acqua con gli adiacenti vecchi cottage per lo più modesti", aggiunge Klára Vratislavová.
In definitiva la Ship Cabin di Prodesi/Domesi è il luogo ideale per godersi una vacanza in stretto contatto con l’acqua. E il tutto con un impatto davvero ridotto, in quanto rispecchia il layout e il materiale della preesistenza.

Christiane Bürklein

Project: Prodesi/Domesi
Location: Vranov, Czech Republic
Year: 2021
Images: BoysPlayNice

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature