30-06-2020

Skylab ha completato il remake dell’Hotel W San Francisco

Skylab Architecture,

Brian Walker Lee, Jason Dewey,

San Francisco, California, USA,

Hotel,

Recupero, Interior Design,

Il W Hotel di San Francisco è stato sottoposto, a opera dello studio Skylab di Portland, a un rinnovamento in più fasi certificato LEED-EBOM, ispirandosi alla storia della città, dalla corsa all'oro agli psichedelici anni '60 e '70, al fine di creare un’esperienza unica per gli ospiti.



  1. Blog
  2. Design
  3. Skylab ha completato il remake dell’Hotel W San Francisco

Skylab ha completato il remake dell’Hotel W San Francisco Il W Hotel San Francisco si trova nel quartiere South of Market di San Francisco, a pochi passi dal centro della città e da luoghi imperdibili come SFMOMA, Chinatown e Oracle Park. È stato oggetto di una serie di interventi di rinnovamento degli interni, in particolare lo studio Skylab di Portland è stato incaricato di progettare le camere e i principali spazi per una ristrutturazione in più fasi. 
Il nuovo design, dal tema Gold Fever, si ispira alla straordinaria regione di San Francisco e alla sua ricca storia, astraendo elementi dal passato e dal presente, compresi elementi funky dei suoi giorni psichedelici, il tutto per coniugare la storia e la cultura con l'esperienza dell'hotel. I designer sono partiti da un concept denominato Dynamic Fog, definendo così le caratteristiche fisiche di San Francisco, tra cui le colline, la nebbia e la griglia stradale. A cui si aggiungono gli attributi culturali, come le radici della città quale boomtown durante la corsa all'oro, nonché l'epicentro della tecnologia e dell'innovazione di cui oggi è ambasciatrice, proponendo un nuovo insieme composto dal suo passato e dal suo presente.
Interpretando e traducendo queste idee in materiali, texture, colore e forma, i designer di Skylab hanno creato nuovi strati di significato. Infatti, le luminose camere per gli ospiti sono caratterizzate da un'estetica su misura declinata in tre configurazioni. 
Per ampliare visivamente lo spazio, il letto e i tavolini di forma prismatica sono posizionati leggermente più in basso rispetto allo standard. In tutte le stanze, quale piacevole plus, si trovano finestre con sedute incorporate, per godersi la città, ma anche scrivanie che possono essere utilizzate in piedi o come cocktail bar in camera, nel caso non si volesse approfittare dell’offerta nel bar dell’albergo. Le pareti sembrano luccicare, ricordando il modo in cui la luce del sole attraversa la nebbia, una caratteristica della città, o il modo in cui luccicava la polvere d'oro del periodo del “Gold Fever”.
Le altre fasi dell’intervento di Skylab hanno riguardato gli spazi per riunioni ed eventi, la palestra FIT, la Social Terrace, nonché il ristorante TRACE. Nelle sale condivise un sistema di illuminazione a LED, completamente integrato, permette l’adattabilità a diverse esigenze funzionali, sia che si tratti di una riunione aziendale o della celebrazione di un matrimonio. Pareti e soffitti sono sfaccettati come origami, aggiungendo un sottile dinamismo visivo e contribuendo a migliorare le prestazioni sonore. Moquette, rivestimenti murali e arredi dal tocco luccicante completano gli spazi. La palestra FIT è un nuovo ambiente con cupola di vetro collegata visivamente con la Social Terrace, mentre tende a corda ricordano la nebbia di San Francisco nel ristorante TRACE. Pareti in vetro creano invece una nuova intimità all’Upstairs Bar.
Il lavoro di Skylab per il W San Francisco ha portato una nuova atmosfera, basata su gli elementi caratteristici della città, combinando storia, cultura e ambiente in un’esperienza immersiva, a cui si aggiungono le opere d’arte di rinomati artisti locali. Va sottolineata la sostenibilità dell’intervento, certificato LEED-EBOM, specificamente per l’operazione e manutenzione di edifici esistenti.

Christiane Bürklein

Project: Skylab Architecture
Skylab design team: Jeff Kovel, Design Director, Brent Grubb, Managing Principal, Tony Tranquilli Project Architect / Project Director, Sabrina Cheung, Project Designer / Construction Administration, Amy DeVall, Interior Designer, Eddie Peraza Garzon, Furniture Design, Julia Ahlet, Interior Designer, Nick Trapani, Project Designer
LEED EBOM and Sustainability Consultant: WSP
Artwork: Solidarity of Unbridled Labour
Signage: Martinelli Environmental Graphics
Location: San Francisco, USA
Year: 2020
Photography: Jason Dewey, Brian Walker Lee

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature