30-11-2018

Ristorante Stanton & Co, recupero di un’architettura industriale a Sydney

Alexander&Co,

Felix Forest,

Sydney, Australia,

Tempo Libero, Ristoranti,

Recupero, Interior Design,

Il rinomato studio multidisciplinare australiano Alexander&Co prosegue la sua collaborazione con Parlour Group, progettando il ristorante Stanton&Co situato in un vecchio conservificio recuperato inserito nel quartiere Rosebery a Sydney.



  1. Blog
  2. Design
  3. Ristorante Stanton & Co, recupero di un’architettura industriale a Sydney

Ristorante Stanton & Co, recupero di un’architettura industriale a Sydney Il rinomato studio multidisciplinare australiano Alexander&Co prosegue la sua collaborazione con Parlour Group, progettando il ristorante Stanton&Co situato in un vecchio conservificio recuperato inserito nel quartiere Rosebery a Sydney.


Il fascino delle architetture industriali è assodato, specialmente se queste strutture vengono trasformate in luoghi di svago. Un trend, come abbiamo potuto constatare più volte, a livello mondiale e il ristorante Stanton&Co, realizzato dallo studio multidisciplinare Alexander&Co per la Parlour Group australiana, già proprietaria di alcuni locali “in” di Sydney, si inserisce in questo filone.
Il progetto parte da una preesistenza che potremmo definire a tema culinario, in quanto si tratta dello stabilimento di un conservificio che produceva minestre in scatola, The Rosella Soup Cannery. Questo complesso, di oltre 11mila metri quadrati sito a Rosebery quartiere nel centro di Sydney, era già stato parzialmente recuperato, sottolineando la bellezza del patrimonio architettonico in mattoni, con travi a vista, attraverso un'offerta che spazia dal design al cibo.
Lo spazio dedicato al ristorante Stanton&Co, con una capienza di 250 coperti e menù improntato sulla moderna cucina australiana a influenza giapponese, si trova nel magazzino del complesso e prende il nome da uno dei primi costruttori della zona. Il progetto dello studio Alexander&Co mira in questo caso a un riutilizzo intelligente all'interno del patrimonio architettonico, mantenendolo, mentre tutti i nuovi interventi sono pensati in modo da essere completamente reversibili e il meno impattanti possibile.
I progettisti hanno esplorato diverse pannellature in legno, elementi di falegnameria e strutture metalliche, tra cui la grande cappa della cucina in zinco che protegge la vista del controsoffitto della cucina, nonché necessaria per ottenere la conformità alimentare. Con uno studio attento dei dettagli e dei rivestimenti tradizionali è stato creato un ambiente caldo, espressivo e raffinato, pur lasciando alla struttura robusta ed esposta del magazzino il suo ruolo visivo predominante.
Da tutto questo è nata un’atmosfera ispirata, in un certo senso, al Meatpacking District di New York con soffitti alti, cucina a vista e pareti in mattoni a vista, dove nonostante le nuove destinazioni d’uso delle architettura industriali viene mantenuto il legame con la storia del luogo.
Con la genesi del concetto di Stanton&Co, che ruota attorno alla valorizzazione del patrimonio industriale, il progetto, disegnato da Alexander&Co, riesce a creare un ambiente conviviale dalla spiccata sostenibilità architettonica che porta al rinnovamento culturale di queste preesistenze.

Christiane Bürklein

Project: Alexander&Co - https://alexanderand.co/
Head Architectural Consultant: Jeremy Bull 
Interior Design Team: Sophie Harris, Madison Fay
Client: Parlour Group
Location: Rosebery, Sydney, Australia
Project end date: November 2017
Area: 500sqm
Photographer: Felix Forest
Thanks to v2com

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×