21-03-2019

Katie Paterson, First There is a Mountain

Katie Paterson,

Katie Paterson,

Paesaggio, Installazione,

Paesaggio, Evento,

First There is a Mountain è  la nuova opera dell’artista e attivista Katie Paterson, la quale, per coinvolgere il grande pubblico nell’esplorazione delle meraviglie del nostro pianeta ovvero le montagne,  usa un approccio ludico e partecipato.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Katie Paterson, First There is a Mountain

Katie Paterson, First There is a Mountain First There is a Mountain è  la nuova opera dell’artista e attivista Katie Paterson, la quale, per coinvolgere il grande pubblico nell’esplorazione delle meraviglie del nostro pianeta ovvero le montagne,  usa un approccio ludico e partecipato. Questa volta ha lavorato sulle spiagge della Gran Bretagna.


In spiaggia uno dei grandi divertimenti è fare i castelli di sabbia. Spesso vediamo bambini e adulti intenti in questa attività armati di secchio e paletta, e poco importa a quale latitudine si trovi il litorale. Potremmo definirlo un passatempo globale, come globale è anche la presenza delle montagne, landmark non solo nei rispettivi paesaggi, ma anche nella memoria collettiva.
L’artista britannica Katie Paterson combina nella sua ultima opera First There is a Mountain il fascino per le montagne, e quindi per la geologia della nostra terra, con le località litorali, a loro volta fortemente influenzate da un altro fenomeno naturale, ovvero le maree. Propone quindi a chi vuole partecipare a questa opera collettiva un kit di secchi che riproducono alcune della grandi e iconiche montagne del pianeta: il monte Kilimanjaro (Africa), il monte Shasta (USA), il monte Fuji (Asia), Stromboli (Europa) e Uluru (Oceania).
L’evento itinerante, dal 31 marzo al 27 ottobre 2019 cioè il periodo dell’ora solare, prevede la realizzazione di queste mini-montagne in sabbia lungo la costa britannica. Lo scopo è quello di familiarizzare da un lato con la geologia del mondo, dall’altro con i tempi delle marea.  
Partendo dal concetto che lo straordinario esiste nelle cose ordinarie, racconta Katie Paterson: "Fin dalla prima infanzia abbiamo capito che la sabbia segna il tempo. First There is a Mountain si basa su questo concetto, rendendoci consapevoli dell'erosione delle rocce di montagna nel corso dei millenni”.
Per le sue formine Paterson ha selezionato ogni catena montuosa attraverso una ricerca accurata, utilizzando i dati della Shuttle Radar Topography Mission della NASA e della National Geospatial Intelligence Agency. I secchi per la sabbia sono realizzati con tecnologia 3D e costituiti al 100% da amido vegetale fermentato, quindi completamente biocompostabili. Alla fine del tour, saranno compostati per essere riassorbiti dall'ambiente naturale da cui provengono, chiudendo quindi il loro ciclo di vita in maniera sostenibile.
First There is a Mountain è un progetto di collaborazione interdisciplinare che coinvolge, oltre alle persone che realizzeranno le montagne in riva al mare con secchi e paletta, celebri autori, poeti, geologi, scienziati, ecologisti, i quali scriveranno dei testi dedicati all'evoluzione dell'opera d'arte. Questi formeranno un'antologia digitale, collegandosi a ogni località coinvolta dall'iniziativa. In questo modo metteranno in relazione l'opera d'arte con il luogo, la sua gente, la sua storia e il più ampio contesto geologico.
L'arte di Katie Paterson, fedele alla sua missione che la vede impegnata da anni nella comunicazione dell’importanza della nostra comprensione dello spazio, del tempo e del luogo, usa la sabbia come materiale ricorrente e simbolo per il tempo e l'infinito. First There is a Mountain presenta un approccio ludico che permette a grandi e piccoli di relazionarsi, in maniera piacevole e interattiva, con il nostro mondo, la cui salvezza dipende in gran parte dalla conoscenza che ne abbiamo.

Christiane Bürklein

First There is a Mountain
Progetto: Katie Paterson
Luogo: Gran Bretagna
Anno: dal 31 marzo al 27 ottobre 2019
Immagini: © Katie Paterson
First There is a Mountain is supported by the National Lottery through Creative Scotland and Arts Council England
Ulteriori informazioni: https://www.firstthereisamountain.com/

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×