03-12-2018

Casa Mirasol di JiA-Jose Isturaín Arquitectura: un recupero a Panama

JiA-Jose Isturaín Arquitectura,

Fernando Alda,

El Valle Antón-Cocle, Panama,

Housing, Terrazza, case vacanze,

Legno,

Recupero,

Lo studio JiA-Jose Isturaín Arquitectura ha realizzato a Panama, in una zona montuosa di grande bellezza naturale, il recupero di una foresteria sita nella tenuta Mirasol.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. Casa Mirasol di JiA-Jose Isturaín Arquitectura: un recupero a Panama

Casa Mirasol di JiA-Jose Isturaín Arquitectura: un recupero a Panama Lo studio JiA-Jose Isturaín Arquitectura ha realizzato a Panama, in una zona montuosa di grande bellezza naturale, il recupero di una foresteria sita nella tenuta Mirasol. Il tutto mantenendo i materiali originali della vecchia costruzione e facendo attenzione al dialogo con il paesaggio.


La cittadina El Valle de Antón in Panama si trova a circa 600 metri sul livello del mare in un contesto ambientale di grande pregio, nella caldera pianeggiante larga 6 km del vulcano El Valle, inattivo da circa 300mila anni. La località gode di un buon clima, più fresco rispetto a quello umido della pianura panamense, e offre molte attrazioni naturali, tra cui due imponenti cascate e sopratutto una rigogliosa foresta. Questa è in parte protetta, in quanto uno degli ultimi habitat della rana dorata panamense in grave pericolo di estinzione.
Un tale contesto ambientale ha condizionato non poco l’intervento dello studio JiA-Jose Isturaín Arquitectura, chiamato dai proprietari a fare qualche piccolo aggiustamento alla vecchia Guest House della tenuta Mirasol. La forestiera era un edificio sostenibile ante litteram, in quanto la struttura originaria a un solo piano era stata eretta con traversine della linea ferroviaria Ferrocarril Transístmico de Panamá del 1850 circa. 
Dopo un’attenta analisi della preesistenza da parte degli architetti si è optato per realizzare un intervento molto più complesso rispetto alle prime idee, allo scopo di poter aumentare la superficie abitabile complessiva e senza detrarre terreno alla natura. Così è stato deciso di togliere il tetto a falde, la veranda e di innalzare la casa con un primo piano che ospita, oltre a una seconda camera da letto con bagno, un grande terrazzo: il nuovo spazio condiviso della casa. Un elemento che favorisce l’interazione della casa e degli abitanti con la natura circostante, prima piuttosto ridotto data la mancanza, ovvero la modesta dimensione, delle aperture. Mentre al piano terra sono state mantenute le funzioni originali, suddivise tra zona notte e un’ampia zona giorno, il cui living e cucina si aprono sulla veranda coperta dal nuovo terrazzo.
Questa scelta progettuale migliora non solo il rapporto tra intero ed esterno, grazie alla vista sulla giungla e le vicine montagne, ma anche l’apporto di luce naturale e, di conseguenza, la luminosità degli spazi abitativi e la loro sostenibilità.
Alcuni materiali della preesistenza, come il legno e le piastrelle in argilla, sono stati riutilizzati da Jose Isturaín. Le travi in acciaio, utilizzate per la struttura portante dell’ampliamento, sono state invece riciclate da un edificio in demolizione attiguo al sito del progetto. In tutto questo gli architetti hanno cercato di limitare al minimo qualunque alterazione del paesaggio, nonché l'impatto visivo del loro intervento, facendo diventare di fatto la casa un elemento integrato nel contesto dalla vegetazione rigogliosa, come possiamo evincere dalle fotografie realizzate da Fernando Alda. 

Christiane Bürklein

Progetto: JiA-Jose Isturaín Arquitectura
Team di progettazione: Jose Isturaín, Hector Ayarza, Benito De Gracia
Luogo: El Valle, Antón-Cocle, Panama
Area di costruzione: 200 m2
Anno: 2014
Fotografo: Fernando Alda

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×