03-09-2018

Bella e sostenibile, The Lighthouse di Juan Alberto Andrade

Juan Alberto Andrade,

JAG Studio,

Bahía de Caráquez, Ecuador,

Housing, Appartamenti,

Legno, Mattoni,

Un esempio di grande bellezza per una ricostruzione post-sisma a Bahía de Caráquez sulla costa dell’Ecuador, duramente colpita dal terremoto nel 2016.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. Bella e sostenibile, The Lighthouse di Juan Alberto Andrade

Bella e sostenibile, The Lighthouse di Juan Alberto Andrade Un esempio di grande bellezza per una ricostruzione post-sisma a Bahía de Caráquez sulla costa dell’Ecuador, duramente colpita dal terremoto nel 2016. The Lighthouse di Juan Alberto Andrade crea una nuova casa e nuovi introiti per la proprietaria che a 80 anni ha dovuto rincominciare tutto da zero.


Rincominciare la propria vita da zero non è mai una decisione facile, figuriamoci se un cambiamento radicale, per causa di forza maggiore, dev’essere affrontato in età avanzata. L'anziana proprietaria dell’ultimo progetto del giovane architetto Juan Alberto Andrade, noto anche per essere un fotografo di architettura con JAG Studio (link), si è ritrovata senza casa e lavoro dopo il sisma di magnitudo 7,6 che ha colpito la costa dell’Ecuador nell’Aprile del 2016, una zona altamente a rischio a questi fenomeni naturali.
Per sopperire non solo alla necessità di avere una sistemazione economica e decorosa, ma anche una fonte di guadagno, Juan Alberto Andrade ha creato un’architettura che coniuga bellezza, sicurezza strutturale, materiali e manodopera locale in pochi metri quadrati. Il tutto attraverso due unità abitative separate, in modo da poterne affittare una.
Il progetto parte dalla riflessione che in una zona sismica dal clima tropicale costante tra i 22 e 26 gradi Celsius bisogna fare i conti con le forze della natura. Allora cosa è meglio che guardarsi attorno per capire quali fabbricati abbiano resistito ai frequenti terremoti. Da qui nasce The Lighthouse, una struttura che si inserisce su un sito a forma di C con un fronte di 3,60 m e 2,80 m nella sua parte più stretta. 
In linea con il contesto del quartiere nella cittadina di Bahía de Caráquez, rinomata per le sue belle spiagge, la casa ha una sola facciata dall’altezza determinata dai regolamenti comunali. Risulta una superficie abitabile di 46 metri quadrati per piano. Avendo la committente perso nel terremoto non solo la casa, ma anche la sua attività, la suddivisione della nuova casa in due unità abitative indipendenti le offre una possibilità di guadagno. Così Juan Alberto Andrare ha creato due appartamenti, sfruttando ogni metro quadrato in maniera elegante ed efficiente. Ogni piano con camera da letto e 2 servizi ruota attorno alla cucina a pianta aperta divisa da un bancone dall’area living. Al piano terra, dove abita Cristina, la padrona di casa di 80 anni, la camera da letto è stata già pensata in funzione di un possibile uso in caso di bisogno di assistenza.
The Lighthouse per la sua composizione si ispira alla tradizione vernacolare urbana, utilizzando materiali solitamente associati al sottosviluppo, prevalentemente legno locale e policarbonato, entrambi flessibili e resilienti, requisiti fondamentali per resistere ai terremoti. Una scelta materica che regala una grande leggerezza e luminosità alla piccola casa che al pian terreno è abbellita da una parete in mattoni decorativi stile mashrabyia, favorendo la circolazione naturale dell’aria.
Costruita in soli 4 mesi, unicamente con manodopera locale, The Lighthouse ha fatto imparare molte nozioni della cultura edilizia vernacolare all’architetto, sfociando in una casa piccola dove l’estetica della composizione si accompagna alla massima fruibilità della spazio disponibile. Non solo una casa dignitosa ma anche una nuova fonte di introiti. Un bellissimo esempio di una ricostruzione post-calamità che parte dal territorio e tiene conto delle vere esigenze degli utenti, essendo quindi intrinsecamente sostenibile.

Christiane Bürklein

Progetto: Juan Alberto Andrade
Collaboratori: Camila Azúa María ,José Vásconez, Cuqui Rodríguez
Struttura: Patricio Salas C.
Anno: 2017
Superficie: 47.35m2 piano terra + 51.40m2 piano alto
Fotografia: JAG Studio
Manodopera locale: René Bazurto Calixto Yánez Byron Zambrano Milton Moreira Carlos Zambrano 

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×