07-09-2020

BAAQ’ firma un recupero sostenibile a Città del Messico

BAAQ’,

Jaime Navarro Soto, Arturo Arrieta,

Città del Messico, Messico,

Ristrutturazione,

Cemento,

Recupero,

A Città del Messico lo studio di architettura BAAQ’, di Alfonso Quiñones, ha firmato il recupero e riuso di una preesistenza degli anni ’60 ubicata in una zona in fase di densificazione del tessuto urbano. Il progetto genera spazi inclusivi, migliora l’uso della luce naturale e implementa soluzioni sostenibili, tra cui il recupero dell’acqua.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. BAAQ’ firma un recupero sostenibile a Città del Messico

BAAQ’ firma un recupero sostenibile a Città del Messico Quando ci si confronta con interventi nel tessuto urbano, la questione del recupero e del riuso di preesistenze si fa sempre più importante. Progetti innovativi possono aiutare inoltre a rallentare la densificazione dei quartieri, altra urgenza nella città, dove la salvaguardia delle poche isole verdi dovrebbe essere una prerogativa per assicurare una migliore qualità di vita per gli abitanti. 
Così è successo nel quartiere di Santa Maria la Ribera a Città del Messico, appena a ovest del centro storico. Una porzione della città che ha vissuto diversi cambiamenti, dapprima area dedicata ai benestanti che volevano case al di fuori dei confini della città, poi il lento declino dagli anni ’50 e oggi un mix di vecchie case, palazzi, piccoli negozi, attività commerciali, appartamenti ed edifici abbandonati. 
In questo contesto lo studio BAAQ’ ha realizzato il recupero di Dr. Atl 285, un edificio costruito alla fine degli anni ’60 per uso industriale e progettato sulla base di una struttura reticolare di travi e colonne in cemento armato.
Gli architetti hanno proposto quindi un intervento che sfrutta la geometria della struttura esistente, basandosi sulla collocazione di elementi cubici in legno. Tutto questo per fornire aree private e generare un design modulare replicabile secondo svariate composizioni, dimensioni e configurazioni, in modo da soddisfare le diverse esigenze. La disposizione delle vie di circolazione sul patio del cortile, grazie a un sistema costruttivo permeabile che permette il passaggio della luce naturale, migliora la fruizione delle abitazioni senza compromettere l'illuminazione degli appartamenti, preservando al tempo stesso il profilo della facciata originaria.
Il progetto mira così a dimostrare l'adattabilità dell'architettura, utilizzando le risorse presenti, il potenziale rigenerativo della città e la capacità di dare forma a progetti sostenibili. Tutto questo per preservare il patrimonio culturale e architettonico attraverso il restauro, riducendo di conseguenza l'impatto ambientale dovuto allo sviluppo immobiliare.
Una tale visione ha quindi fatto sì che il progetto si sia sviluppato in una versione molto più sostenibile di quanto gli architetti di BAAQ’ si aspettassero in origine. Le soluzioni adottate in termini di sostenibilità per Dr. Atl 285 lo hanno così trasformato in un esempio per i progetti della sua tipologia. 
In più, grande attenzione è stata posta agli aspetti sociali, ovvero come far interagire e integrare gli abitanti nel e con il tessuto urbano. Ad esempio, negli spazi esterni, quali i patii e il tetto, si trovano aree comuni che favoriscono la convivenza e uno stile di vita più sano e sostenibile. Mentre negli orti, posizionati sui bancali, si producono le verdure per tutti gli abitanti e sono un punto di incontro per dare vita a legami tra vicini. In più, un giardino alberato, al piano terra, migliora il microclima del complesso. Infine, un impianto di trattamento dell'acqua, sotto il vecchio cortile, elimina gli scarichi di drenaggio e recupera il 100% dell'acqua piovana con un risparmio fino al 45%.
Con Dr. Atl 285 lo studio BAAQ’ dimostra com’è possibile utilizzare al meglio il patrimonio urbano e architettonico tramandato dalla storia di Città del Messico, al fine di generare spazi inclusivi e verdi che consentono agli utenti di vivere una vita più sana in un ambiente armonioso e sostenibile.

Christiane Bürklein

Project: BAAQ’
Location: Mexico City, Mexico
Year: 2020
Images: Jaime Navarro, Arturo Arrieta

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature