03-05-2018

Pabéllon del Desierto ISAD per Mextrópoli

Instituto Superior de Arquitectura y Diseño de Chihuahua ISAD, Urbánika,

Adlai Pulido, Arturo Arrieta,

Città del Messico, Messico, Chihuahua, Messico,

Padiglioni,

Legno, Acciaio,

Ogni estate, ISAD (Instituto Superior de Arquitectura y Diseño) realizza un laboratorio chiamato Taller del Desierto in cui gli studenti progettano e costruiscono un intervento per uno specifico spazio pubblico.



  1. Blog
  2. News
  3. Pabéllon del Desierto ISAD per Mextrópoli

Pabéllon del Desierto ISAD per Mextrópoli Ogni estate, ISAD (Instituto Superior de Arquitectura y Diseño) realizza un laboratorio chiamato Taller del Desierto in cui gli studenti progettano e costruiscono un intervento per uno specifico spazio pubblico. La proposta dello scorso anno a Chihuahua è stata ripresa in occasione di Méxtropoli.


Durante la quinta edizione di MEXTRÓPOLI, un evento organizzato dalla rivista Arquine che trasforma Città del Messico per quattro giorni in un forum dedicato all'architettura, riunendo architetti, urbanisti, studenti, artisti e influencer, è stato realizzato il Pabéllon del Desierto.
Un'architettura temporanea che nasce dal laboratorio Taller del Desierto organizzato dall'Instituto Superior de Arquitectura y Diseño de Chihuahua ISAD, in cui gli studenti progettano e costruiscono un intervento per uno specifico spazio pubblico. Nel 2017 il padiglione Manos a mi Parque è stato costruito su un'area alla periferia della città di Chihuahua. Si tratta di una serie di strutture metalliche arredate che sostengono una pergola realizzata con pallet di legno recuperati. Il risultato progettuale è stato elaborato con il coinvolgimento degli architetti dello studio di architettura Urbánika e degli abitanti del quartiere.
Quest'anno una variante del padiglione è stata presentata al festival di architettura Mextrópoli a Città del Messico, tra l'altro l'unica proposta proveniente dal nord del Messico ad essere presentato durante il festival. L'intenzione principale era quella di sfruttare la riproducibilità e l'adattabilità dei moduli in un intervento temporaneo ad Alameda Central, il più antico giardino pubblico del continente americano e cuore degli eventi legati a Mextrópoli.
Così gli architetti hanno proposto due volumi, la cui disposizione spaziale risponde all'ambiente circostante del chiosco dell'Alameda, al fine di creare un nuovo spazio in dialogo con le panche circolari esistenti. Un terzo modulo è stato collocato perpendicolarmente al chiosco nella tratta che lo unisce alla Fuente de las Americas e all'Hemiciclo a Juárez. 
I tre moduli del padiglione sono dipinti in verde per contrastare il contesto, indipendentemente dalla sua collocazione, che può essere un paesaggio come quello del deserto di Chihuahua o l'Alameda Central a Città del Messico con le sue jacarande fiorite. Un intervento assolutamente sostenibile, in quanto questa architettura temporanea non è solo facile da montare e smontare, ma è anche realizzata con materiali industriali e riciclati. Il padiglione offre così ai passanti sedute e ombra, un'area di riposo e un punto di incontro informale. Insomma regala un valore aggiunto agli eventi di Mextrópoli, diventando la prova tangibile di quanto questi arredi urbani migliorano la qualità di vita dei cittadini, i quali possono tornare ad abitare gli spazi della città.

Christiane Bürklein

Project: Pabellón del Desierto ISAD  
Academic Institution: Instituto Superior de Arquitectura y Diseño de Chihuahua ISAD
Webpage: www.isad.edu.mx
Contact email: mcorral@isad.edu.mx
Date: 2018
Construction area: 44 sqm
Location: Mexico City
Photography: Adlai Pulido www.adlaipulido.com
Aerial photography: Arturo Arrieta www.arturoarrieta.com 
Adaptation and planning: Rodrigo Seáñez, Federico Campos, Miguel Corral, Juan Castillo, Karina Manríquez, Sergio Enríquez, Miguel Heredia
Taller del Desierto 2017 tutors: Luiso Maís Galán, Rodrigo Seáñez, Juan Castillo, Miguel Villalba
Construction: Juan Castillo, Cesar Carrillo
Team: Susana San Juan, Daniel Torres, Gerardo García, Mariano Martínez, Alexis Pereda, Manuel Escalante, Karen Beltrán, Luis Fernando Galván
Graphic design:  Cassandra Ontiveros
Sponsors: Fundación Grupo Bafar, IHO Espacios, Materiales Américas, Kalisch Acero

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature