05-03-2019

AIA Awards 2019, Starter Home di OJT

Office Jonathan Tate,

Will Crocker,

New Orleans, USA,

Housing, Condomini,

Tra i progetti premiati con l’AIA Award 2019 per l’architettura c’è lo Starter Home* No.



  1. Blog
  2. News
  3. AIA Awards 2019, Starter Home di OJT

AIA Awards 2019, Starter Home di OJT Tra i progetti premiati con l’AIA Award 2019 per l’architettura c’è lo Starter Home* No. 4-15, Saint Thomas/Ninth dello studio OJT a New Orleans. Il complesso residenziale risponde alla volontà di aumentare la densità abitativa del tessuto urbano con case per l’abitare accessibile.


Starter Home* è un'iniziativa dell'architetto Jonathan Tate, che fornisce case di livello base a quartieri urbani storici che si stanno rapidamente riqualificando. Jonathan Tate parte dal fatto che ogni città ha le sue particolari aree sottoutilizzate o del tutto ignorate, zone che sfuggono agli sforzi normativi di pianificazione e ai modelli di sviluppo in quanto non rispondono ai requisiti minimi dei vari masterplan. L'identificazione dei terreni sottoutilizzati nelle città è un processo che deve essere trattato caso per caso. Esso comporta un'analisi delle relative potenzialità, alla fine della quale si può tracciare una mappa dei lotti non conformi agli standard. In seguito all’identificazione si può procedere a una pianificazione basata sull’offerta di Starter Home*, ovvero abitazioni per chi si affaccia per la prima volta sul mercato immobiliare alla ricerca di una proprietà accessibile.
Da lì lo studio OJT ha sviluppato una serie di interventi progettuali su questi lotti non conformi per massimizzare la densità abitativa senza per questo dover per forza costruire in verticale. 
Il progetto Starter Home* No. 4-15, Saint Thomas/Ninth di Jonathan Tate è il terzo di questa serie e si inserisce nel quartiere Irish Channel di New Orleans, adattandosi al difficile e irregolare tessuto urbano preesistente: un mix di edifici industriali e architetture residenziali a bassa densità, dove non è raro trovare magazzini e case nello stesso isolato. Il contesto di intimità tra queste realtà eterogenee è stato alla base della proposta di 12 case nuove -10 monofamiliari e una bifamiliare - attraverso il riutilizzo di un magazzino esistente e costruendo su un lotto vuoto adiacente. Progettare dalla preesistenza è stata la base per l'esplorazione del sito da parte del team e ha lasciato il suo segno nella forma dei tetti ispirati al linguaggio industriale del quartiere.
Le singole unità abitative sono state organizzate come un condominio diffuso, privilegiando volumi snelli su più piani, molto vicini tra di loro, piuttosto che quelle tipiche costruzioni lunghe e basse che normalmente si trovano nei sobborghi residenziali. Per minimizzare ulteriormente il consumo di suolo pubblico, le singole case presentano una marcata rientranza al piano terra che ha permesso di creare un posteggio per casa. La mancanza di spazi esterni privati viene colmata nel quartiere con un’ampia offerta di zone verdi e opportunità di svago.
L’idea di Jonathan Tate a favore di nuove opportunità sia per il mercato immobiliare, sia per lo sviluppo urbano a maggiore densità, ha convinto anche la giuria degli AIA Awards 2019, tra i massimi riconoscimenti per l’architettura negli Stati Uniti.

Christiane Bürklein

Progetto: OJT - Office Jonathan Tate (http://officejt.com)
Luogo; New Orleans, USA
Anno: 2018
Immagini: Will Crocker
2019 AIA Awards Architecture

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×