11-10-2018

ARCHMARATHON Awards 2018 a Milano

Milano,

Mostra, Evento, Premio, Archmarathon Awards,

Prendono il via da oggi a Milano la quinta edizione degli ARCHMARATHON Awards. Il 13 ottobre saranno proclamati i vincitori delle 16 categorie selezionati tra i migliori progetti internazionali d'architettura e di interior design del bienno 2016-2018.



ARCHMARATHON Awards 2018 a Milano

Sono 55 i migliori progetti internazionali di architettura e interior design selezionati nel biennio 2016-2018 che partecipano alla quinta edizione degli ARCHMARATHON Awards. Il Premio internazionale di architettura ideato da Publicomm si apre oggi 11 ottobre a Milano, nella splendida cornice di Palazzo Mezzanotte con una prima giornata riservata al b2b fra studi internazionali d'architettura e sponsor della manifestazione. Il 12 e il 13 ottobre il programma internazionale entrerà nel vivo con la sua maratona di interventi dedicati all'architettura per concludersi con la cerimonia di premiazione.

ARCHMARATHON, il nome della manifestazione è legato all'eccezionale maratona di architettura: tutti gli architetti e studi selezionati per i premi presenteranno i propri progetti alla giuria. La stessa giuria internazionale composta da importanti personalità del mondo dell'architettura (Luca Molinari, Gary Chang, Lesley Lokko, Rozana Montiel, Cherubino Gambardella, Evgeniya Murinets, Massimiliano Cecconi e Matteo Spinelli) è coinvolta nel programma culturale della manifestazione. Le lecture tenute dai membri della giuria internazionale sono inserite nel programma dei due giorni e si alterneranno alle presentazioni dei progetti selezionati a opera degli architetti e studi che li hanno realizzati. A conclusione di questa vera e propria “maratona” dell'architettura, durante il galà dinner di domenica, la giuria decreterà i vincitori delle 16 categorie in cui è suddiviso il premio (10 per l'architettura e 6 per l'interior design) e delle due macro-categorie di Architecture e Interior Design con l'assegnazione dei due premi OverAll.

600 progetti avevano risposto all'open call lanciata a giugno dagli organizzatori di ARCHMARATHON Awards e tra tutti i candidati sono stati selezionati 55 progetti provenienti da 23 paesi del mondo. Sfogliando l'elenco dei selezionati troviamo progetti e studi internazionali che sono stati presentati nelle pagine di Floornature e un'ampia partecipazione italiana. Sono infatti ben 18 gli studi italiani d'architettura partecipanti nelle diverse categorie. Tra queste nella sezione “Workspaces Interior” macrocategoria Interior Design è presente il progetto Copernico Martesana dello studio DC10. È un moderno hub sociale ottenuto dalla trasformazione di edifici indipendenti in un unico moderno organismo, dove per i pavimenti e i rivestimenti sono stati usati prodotti Iris Ceramica e FMG Fabbrica Marmi e Graniti per ottenere un accurato design degli interni. Sempre nell'ambito della macro-categoria dedicata all'Interior Design ma con prestando attenzione agli studi internazionali troviamo Zaha Hadid Architects con il progetto Morpheus, un hotel progettato a Macao sulle fondamenta di un edificio mai costruito. Nella sezione “Commercial Retail” lo studio Francisco Pardo Architects ha presentato il progetto Milan 44 a Città del Messico, un ex magazzino di ricambi auto è stato trasformato in un edificio multifunzione e un importante elemento del rinnovamento urbano di una parte di città.

Nella macro-categoria Archicture, troviamo Vector Architects. Lo studio cinese già vincitore dell'Overall Winner negli ARCHMARATHON Awards 2016 con il progetto “Seashore Library”, concorre adesso per la categoria Retrofitting con il progetto l'Alila Yangshuo. un ex-zuccherificio in disuso trasformato in un complesso alberghiero presso Yangshuo, lungo il fiume Li, in Cina. Per la Cina concorre anche lo studio Open Architecture che nella categoria “Educational Buildings” ha presentato il progetto dello Tsinghua Ocean Center di Shenzhen, un campus universitario articolato in un edificio simbolico, una torre scomposta e asimmetrica nei colori degli abissi. MVRDV concorre per la sezione “Landscape & Infrastructure” con il progetto del nuovo parco pubblico di Seoul, Skygarden Seoullo 7017, ottenuto dalla riconversione del viadotto di una superstrada urbana. Concludiamo questa breve carrellata con lo studio di Giancarlo Mazzanti, El Equipo Mazzanti, vincitore del Next Landmark 2016 e protagonista della mostra We Play You Play di SpazioFMGperl'Architettura. che concorre agli ARCHMARATHON Awards nella categoria Healthcare & Hospitals con l'ampliamento dell'ospedale di Santa Fe de Bogota Foundation.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of ARCHMARATHON Awards


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×