05-11-2020

Una Container House di Paul Michael Davis Architects

Paul Michael Davis Architects (PMDA),

Mark Woods,

Mercer Island,

Residenze,

Lo studio Paul Michael Davis Architects ha firmato l’ampliamento di una casa degli anni ’50 del Novecento. Un intervento che ha previsto l'incorporazione di due container da trasporto riadattati, al fine di offrire lo spazio necessario ai proprietari con i loro 3 figli. Una soluzione progettuale che ingrandisce lo spazio a disposizione e si collega alla storia locale.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Una Container House di Paul Michael Davis Architects

Una Container House di Paul Michael Davis Architects Ampliare una casa per adattarla alle nuove esigenze dei committenti è uno dei grandi temi dell’architettura residenziale, in quanto molti proprietari preferiscono investire nella preesistenza piuttosto che costruire ex novo. 
Un caso accaduto anche alla famiglia Wyss con la sua casa piuttosto anonima in un quartiere tradizionale di Mercer Island, una città della King County, Washington, situata sull'omonima isola nella parte meridionale del lago Washington. I proprietari si sono infatti rivolti a Paul Michael Davis Architects chiedendo un'aggiunta audace, insolita e avventurosa in cui poter crescere i loro 3 ragazzi. Il tutto però adattandosi allo stile del quartiere tradizionale in cui è inserita, senza però rinunciare a elementi nuovi e contemporanei. Inoltre, la ristrutturazione doveva riflettere la storia e lo sviluppo dell'area di Seattle e del nord-ovest del Pacifico contraddistinti da tre temi chiave: natura con vaste foreste, Seattle come centro del commercio globale e porta verso il Pacifico e l’Asia, nonché la regione quale polo tecnologico con aziende hi-tech. A questi si aggiungono le radici internazionali della famiglia Wyss, proveniente da Basilea, e l'idea di riutilizzare dei container per le spedizioni. 
Lo studio Paul Michael Davis Architects ha così trovato molti esempi di edifici realizzati interamente con container, ma la situazione di partenza per i Wyss era diversa, in quanto la maggior parte della casa esistente doveva rimanere al suo posto. Inoltre, sembrava poco corretto inserire una pila di container in un tessuto urbano dal linguaggio tradizionale.  
Lo studio ha quindi optato per trattare i container come degli oggetti trovati, quasi fossero delle opere d'arte, dando forma a un semplice volume rettangolare sul lato ovest della casa. Lo scopo è stato quello di creare un cortile d'ingresso informale che fungesse anche da contenitore neutro per i container. In più l’ampliamento comprendeva anche un garage, sul lato della strada, e un grande spazio polivalente, ovvero un luogo di incontro comune che collegasse le diverse parti della casa attraverso un soggiorno e una cucina al centro.
Guardando il risultato in fotografia l’impianto compositivo sembra semplice, ma in realtà non è così. Incorporare i due container nella casa ha richiesto l’esperienza artigianale del team di costruzione, specialmente nel saldare le 3 porte dei container e metterle su un binario scorrevole di 9,14 metri. A opera conclusa i container sono così diventati sia lo sfondo delle attività abitative che una risposta alle necessità funzionali. In particolare, la gigantesca porta scorrevole, grazie l’intervento dei progettisti, ora può dividere lo spazio abitativo in due, in caso sia necessaria una separazione sonora o sociale. Per scendere nel dettaglio, il container interno dopo l’intervento ospita un piccolo bagno e una stanza lavanderia, mentre quello esterne serve da studio separato, ovvero un luogo dove poter lavorare in tranquillità, specialmente da quando vige la regola del working from home.
Concludendo, con Wyss Container House Paul Michael Davis Architects ha creato un ampliamento contemporaneo che ha ingrandito una preesistenza, regalandole però un carattere marcato eppure rispettoso del contesto in cui si inserisce.

Christiane Bürklein

Project: Paul Michael Davis Architects
Location: Mercer Island, WA, USA
Year: 2020
Images: Mark Woods

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature