13-04-2020

RED Arquitectos firma Traspatio, un progetto di recupero a Puebla

RED Arquitectos,

MIguel Calanchini,

Puebla, MX,

Housing, Tempo Libero,

Recupero,

Susana López e il suo team dello studio RED Arquitectos ha realizzato a Puebla, Messico, Traspatio. Un progetto che recupera una preesistenza dell’800 con una sapiente combinazione fra elementi storici e contemporanei. Il tutto per un intervento di grande impatto visivo e sociale, in quanto infonde nuova vita nel quartiere.



  1. Blog
  2. News
  3. RED Arquitectos firma Traspatio, un progetto di recupero a Puebla

RED Arquitectos firma Traspatio, un progetto di recupero a Puebla Puebla, ovvero Puebla de Zaragoza, è la capitale dello stato omonimo in Messico centrale. Fondata come Puebla de los Angeles nel 1532, la città si trova in un altopiano a 2.162 metri sul livello del mare, a circa 130 km a sud-est di Città del Messico, nonché in una posizione strategica verso il porto di Veracruz a est sul Golfo del Messico. Nota per le sue specialità culinarie, le sue università e l’artigianato, nel suo centro storico troviamo il progetto Traspatio dello studio RED Arquitectos, diretto dall’architetto Susana López.
Traspatio significa cortile e in effetti l’intervento di RED Arquitectos nasce fisicamente e concettualmente da una preesistenza abbandonata dell’800 con tanto di cortile centrale, tipico delle vecchie case nobiliari e degli edifici governativi. Ma il termine traspatio rimanda anche alle eventuali attività commerciali che si svolgevano in questo luogo aperto, nonché alla dimensione sociali del cortile quale palcoscenico di interazioni, come le feste di compleanno o i momenti di pettegolezzo tra i vicini.
Questa preesistenza è stata trasformata in un progetto a uso misto la cui composizione presenta 3 appartamenti al piano superiore e dei locali commerciali, tra negozi e gastronomia, al piano terra. Il cortile laterale e il cortile posteriore diventano così uno spazio pubblico, sul quale guarda una nuova struttura leggera di metallo che amplia lo spazio al piano superiore.
Racconta Susana López dell’idea di portare nel cortile dell’edificio, ovviamente a scala ridotta, ciò che avviene nella piazza cittadina: arte, grafica, musica, gastronomia, convivenza. Il tutto per creare un luogo vibrante e vivo nel cuore di un quartiere popolare. Una tale collocazione nel contesto urbano dalle origini umili è anche ripresa nelle scelte formali dell’intero intervento. Infatti, notiamo che l’architetto non ha ceduto alla tentazione di creare un falso storico, nello stile barocco tipico di Puebla, ma ha preferito mantenere un tono sobrio, concettualmente, vicino allo stile post-industriale di certi loft. Quest’atmosfera è dovuta al fatto che, togliendo le molte superfetazioni introdotte negli anni, le mura si sono presentate nella loro semplicità originale, contrastando la matericità delle sezioni in muratura a vista con quelle dall’intonaco candido.
Mentre davanti è stata mantenuta la facciata originale del vecchio edificio, sul retro l’inserimento di una scatola metallica, sospesa, parla della delicatezza con cui la storia deve essere toccata, dell’attenzione con la quale RED Arquitectos adatta l’intervento al contesto storico, in un costante dialogo tra passato e presente.
Un altro elemento essenziale del progetto Traspatio è invece il concetto di porte aperte, affinché tutti coloro che passano siano in grado di vedere e accedere al cortile. Perché qui non si tratta della creazione di uno spazio privato e riservato a pochi eletti. Spiega Susana López che il concetto pre-ispanico del cortile è un chiaro indizio, poiché una chiusura delle porte, e quindi l’impossibilità della fruizione di questi spazi da parte della comunità, sarebbe fuori luogo. Le porte quindi saranno aperte per "mostrare alla gente la storia, che possiamo vivere insieme e che possiamo stare insieme". I buoni spazi urbani possono e devono essere per tutti e Traspatio è un ottimo esempio di approccio progettuale che non solo rispetta la preesistenza, ma migliora pure la qualità di vita nel quartiere. E lo fa attraverso un gesto semplice quanto geniale: lasciando le porte aperte.

Christiane Bürklein

Progetto: RED Arquitectos
Team: Susana López, Angelica Azamar, Ruben Mercado
Luogo: Puebla, MX
Anno: 2019
Immagini: MIguel Ángel Calanchini
Ulteriori informazioni: https://www.traspatio.com.mx/

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature