30-01-2020

RaeRae House di Austin Maynard Architects combina forma e funzione

Austin Maynard Architects,

Stephanie Rooney, Peter Bennets,

Melbourne, Australia,

Housing,

Mattoni,

Recupero,

Gli architetti dello studio australiano Austin Maynard Architects con RaeRae House hanno sviluppato il progetto di una casa che dietro a un aspetto iconico nasconde una struttura pratica, funzionale e sostenibile. In particolare, incorpora due case a schiera, la cui tipologia viene qui reinterpretata con freschezza e attenzione al contesto.



  1. Blog
  2. News
  3. RaeRae House di Austin Maynard Architects combina forma e funzione

RaeRae House di Austin Maynard Architects combina forma e funzione Qualche volta basta davvero un pizzico di fantasia e tutto cambia, anche in un quartiere residenziale dominato da case a schiera. È successo a Melbourne, quando i committenti, una famiglia di cinque persone, desiderosi di dare una rinfrescata alla loro abitazione, hanno acquistato anche la casa adiacente, avendo quindi a disposizione una maggiore superficie per il progetto affidato allo studio locale Austin Maynard Architects
Lo studio di architettura, noto per le proposte residenziali sempre fresche e innovative con un particolare riguardo alla sostenibilità, si sono messi al lavoro. Dicono in merito: “Si tratta di un progetto non convenzionale, ma del tutto logico. Come un'auto sportiva tedesca, la bellezza dell'aspetto esteriore di RaeRae smentisce il razionalismo ben calibrato che l'ha generata. Reattiva, contestuale e strategica, è una casa funzionale con momenti di sorpresa e di scoperta.”
In effetti, RaeRae House, nata unendo le due case a schiera preesistenti, il cui fronte sulla strada è contraddistinto da mattoni, mostra un design fantasioso. 
Esternamente assomiglia a una catena montuosa architettonica, ricordando la chiesa di Neviges di Gottfried Böhm. Ma a uno sguardo più attento, si capisce non trattarsi di un vezzo, in quanto la forma del tetto è contestuale, poiché pensata per ridurre al minimo l'ombra, l'ingombro visivo e, quindi, l’impatto verso i vicini. 
Dal punto di vista funzionale, un ingresso vetrato nel giardino anteriore unisce le due case ed è la porta d’ingresso al nuovo volume complessivo. Il salone, la cucina e la sala da pranzo, al pian terra, si aprono invece sul grande giardino interno, fulcro della vita famigliare, mentre la zona notte per i genitori è al piano superiore. Il secondo volume ospita invece uno studio, uno spazio polifunzionale e le camere dei figli. Insomma, con il suo amore per il dettaglio Austin Maynard Architects ha creato degli interni luminosi che inspirano la scoperta e il gioco. 
Considerando i vari aspetti della sostenibilità la RaeRae House è stata appositamente costruita lungo il confine meridionale del sito, al preciso scopo di massimizzare il guadagno solare passivo e assicurarsi un giardino soleggiato, ideale per il clima di Melbourne. Anche la disposizione delle finestre, tutte a doppio vetro, segue quest’ottica. Non solo si massimizza la luce diurna e ottimizzano il guadagno solare passivo in inverno, ma al contempo le loro cornici assicurano che il sole estivo non colpisca il vetro. Con la gestione dei brise-soleil e l’uso della ventilazione passiva, Austin Maynard Architects riduce drasticamente anche le esigenze di riscaldamento e raffreddamento meccanico e, quindi, l’uso di energia. 
All’interno del giardino è stato interrato un grande serbatoio in cui si raccoglie tutta l'acqua del tetto, in seguito riutilizzata per i servizi igienici e irrigare il giardino. Dove possibile gli architetti si sono riforniti di prodotti, materiali e arredi locali. La casa è stata progettata per essere duratura sul lungo periodo, quindi sono stati utilizzati prevalentemente materiali di alta qualità e altamente sostenibili. Un esempio è il tetto in ardesia, oramai considerato una rarità. Al di là delle sue evidenti qualità estetiche, questa scelta offre una superficie estremamente robusta con una lunga durata e nessuna manutenzione, inoltre può essere facilmente riutilizzato. 
RaeRae House di Austin Maynard Architects combina in definitiva un’estetica intrigante con dettagli architettonici di pregio, volti a ridurre l’impatto ambientale, diventando un esempio virtuoso in grado di dimostrare che si può essere allo stesso tempo fantasiosi e sostenibili.

Christiane Bürklein

Progetto: Austin Maynard Architects
Luogo: Melbourne, Australia
Anno: 2020
Immagini: Peter Bennetts, Stephanie Rooney

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature