01-12-2020

Mostra ed app sul tema di una vita senza conseguenze al MKG Amburgo

Friedrich von Borries,

Henning Rogge, refrakt,

Amburgo, Germania,

Mostre,

Mostra,

La mostra School of No Consequences. Exercises for a New Life, presso il Museo MKG di Amburgo, si chiede come sarebbe una vita senza conseguenze, intese in chiave di sostenibilità, indagando i modelli storici e i loro effetti su ognuno di noi, come sulla società in generale. Ora è stata ampliata da un’applicazione poiché ancora chiusa causa Covid-19.



  1. Blog
  2. News
  3. Mostra ed app sul tema di una vita senza conseguenze al MKG Amburgo

Mostra ed app sul tema di una vita senza conseguenze al MKG Amburgo Una vita senza conseguenze, intese come impatto sul mondo, sarebbe sicuramente una soluzione valida per arginare la crisi climatica e preservare il nostro pianeta a tutto beneficio delle generazioni future. Una riflessione da cui è nata la mostra School of No Consequences. Exercises for a New Life, ovvero un progetto artistico-discorsivo di Friedrich von Borries presso il Museum für Kunst und Gewerbe Hamburg (MKG)
Tutto parte da una serie di domande. La mancanza di conseguenze potrebbe diventare un nuovo ideale normativo, come libertà, giustizia e uguaglianza, irraggiungibile, ma ancora auspicabile? Quale sarebbe l'impatto di una tale ricerca sull'organizzazione materiale e immateriale della nostra vita quotidiana, sull'ordine economico e sociale, sulla nostra fede e sul modo in cui ci rapportiamo fra di noi? 
Friedrich von Borries, per rispondere, ha collegato gli oggetti da collezione del museo con una sala studio allestita appositamente per l’occasione, in modo da far emergere una nuova prospettiva sulla sostenibilità e mettere in discussione la nozione di "vita reale", che si suppone sia valida universalmente.
Da qui altre domande con relative risposte. 
Cosa può ridurre in maniera efficace il nostro impatto? Non fare nulla, rinunciare e mantenere le distanze, ovvero i compiti che la pandemia in atto e le varie misure per contenerla ci impongono da mesi e che si sono rivelati difficili da seguire. 
Cosa succede se usiamo il tempo per esercitarci consapevolmente a non fare nulla? Non solo per il contenimento della pandemia, ma anche per l'ambiente e una maggiore giustizia sociale? 
Una sala dedicata allo studio autonomo e ai modelli storici, cerca di dare una risposta, trovando il suo apice in una borsa di studio per non fare nulla, ovviamente riscattabile a fine del lockdown causa Covid-19 attualmente in atto in Germania.
Nell’attesa i visitatori possono praticare la vita senza conseguenze anche da casa, poiché nell'ambito della mostra la Hochschule für bildende Künste Hamburg (HFBK) e MKG hanno lanciato, come estensione mediatica e contenutistica, l'omonima app gratuita. Questa offre agli esperti la possibilità di esprimersi e, sull’altro versante, invita i visitatori a provare, attraverso esercizi e compiti, la vita senza conseguenze in modo giocoso. In altre parole, è rivolta a tutti coloro che vogliono riflettere sullo stato del nostro mondo, nonché capire come la propria realtà sia legata al cambiamento climatico e alle strutture tanto sociali quanto politiche
A introdurre il tutto un tutorial per ciascuno dei dodici campi d'azione trattati nella mostra tra cui: l'attesa, il prendere decisioni, la distruzione, la perdita di coscienza e la solidarietà. In più, vi si possono trovane, nelle interviste di intrattenimento, degli stimolanti impulsi, da parte di esperti, nei diversi campi. 
Il tutorial introduttivo, con Friedrich von Borries, è stato realizzato dal regista e documentarista austriaco Jakob Brossmann, mentre l'app nasce dalla cooperazione tra HFBK Hamburg, l'Agenzia federale per l'educazione civica (bpb) e la Hamburg Open Online University (HOOU). In fine va segnalato che è stata sviluppata da Friedrich von Borries e dal collettivo artistico berlinese refrakt (Alexander Govoni e Carla Streckwall).
L’iniziativa nel suo insieme, quindi, amplia il raggio d’azione della mostra e permette di introdurre un maggior numero di persone a pensieri e scelte per un futuro più sostenibile, dimostrandosi così un altro esempio di come la creatività possa trasformare delle limitazioni in occasioni, come, in questo caso, la chiusura temporanea dei musei.

Christiane Bürklein

Mostra School of No Consequences. Exercises for a New Life. A project by Friedrich von Borries
apertura alla fine del lockdown, tempo previsto fino al 9 maggio 2021 
presso il Museum für Kunst und Gewerbe Hamburg (MK&G),
Hamburg, Germania
Immagini: vedi leggende
01_MK_G_Schule_der_Folgenlosigkeit_Ausstellungsansicht_1 - Henning Rogge
02_MK_G_Schule_der_Folgenlosigkeit_Ausstellungsansicht_6 - Henning Rogge
03_MK_G_Schule_der_Folgenlosigkeit_Ausstellungsansicht_8 - Henning Rogge
MK&G_Schule_der_Folgenlosigkeit_App_Preview_2 - refrakt
MK&G_Schule_der_Folgenlosigkeit_App_Preview_4 - refrakt
MK&G_Schule_der_Folgenlosigkeit_App_Preview_5 - refrakt
MK_G_Schule_der_Folgenlosigkeit_Filmstill
Ulteriori informazioni: https://www.mkg-hamburg.de/en/exhibitions/upcoming/school-of-no-consequences.html

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature