06-10-2021

Mostra Contested Modernities. Postcolonial Architecture in Southeast Asia

Sally Below, Moritz Henning, Christian Hiller, Eduard Kögel,

Berlino, Germania,

Mostre,

Mostra, Evento,

La mostra Contested Modernities. Postcolonial Architecture in Southeast Asia alla Haus der Statistik di Berlino indaga il modernismo del sud-est asiatico. Un tema poco noto in Germania, anche per quanto riguarda la preservazione di questi edifici, che si inserisce in un discorso più ampio che risulta essere molto simile in tutto il mondo.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. Mostra Contested Modernities. Postcolonial Architecture in Southeast Asia

Mostra Contested Modernities. Postcolonial Architecture in Southeast Asia La discussione sulla conservazione e la protezione degli edifici modernisti è accesa non solamente in Europa in quanto gli edifici modernisti sono sparsi davvero in tutto il mondo, quindi anche negli stati del sud-est asiatico. Qui, grazie all’indipendenza raggiunta dai vari paesi a metà del XX secolo, l'aspetto di molte città è cambiato in seguito al desiderio di accompagnare la nascita di una nuova nazione con gesti architettonici ed urbanistici. Il modernismo internazionale come corrente fornì il programma estetico in cui si riflettevano le aspettative di progresso e prosperità, e che allo stesso tempo serviva per emanciparsi dalle potenze coloniali. 
Rielaborando le idee e concetti in chiave regionale, ovvero con la conoscenza dei requisiti climatici delle costruzioni nelle regioni tropicali e delle specificità culturali, emersero modernismi locali che modellarono l'immagine delle città sud-est asiatiche per molto tempo. 
Ma ora i tempi sono cambiati: rapidi processi di urbanizzazione, una rivalutazione politica della propria storia e le nuove esigenze d'uso fanno sì che il significato dell'architettura postcoloniale nella regione sta guadagnando di interesse. A questo si aggiunge una critica all'interpretazione diffusa del modernismo come un movimento originato in Occidente. In Germania, gli edifici del modernismo del sud-est asiatico e le discussioni attuali sulla loro conservazione sono poco conosciuti. La mostra Contested Modernities. Postcolonial Architecture in Southeast Asia porta quindi il discorso del sud-est asiatico a Berlino, dove sono in corso discussioni sorprendentemente simili sull'eredità architettonica del modernismo.
Contested Modernities fa parte del programma a lungo termine Encounters with Southeast Asian Modernism, iniziato nel 2019 con mostre ed eventi a Phnom Penh, Jakarta, Yangon e Singapore. Cinque team curatoriali hanno esplorato il significato dei modernismi architettonici locali in modi diversi. La mostra riunisce questi contributi a Berlino. Progetti documentari, interviste e lavori di ricerca artistica forniscono una visione esemplare dei dibattiti così come vengono condotti nelle rispettive città. Questi contributi sono completati da uno sguardo al ruolo dei due stati tedeschi nel processo di modernizzazione del sud-est asiatico durante la guerra fredda. La sezione della mostra “Poelzigs Enkel und die Platte in den Tropen: Deutsche Einflüsse und Projekte in Südostasien (Il nipote di Poelzig e la lastra prefabbricata ai tropici: influenze e progetti tedeschi nel sud-est asiatico) fa il punto sulle attività di progettazione e costruzione con la partecipazione della Repubblica Federale Tedesca e della DDR in alcuni paesi del sud-est asiatico dagli anni '50 agli anni ’70. Quello che si vuole fare qui è aprire un processo di pensiero condiviso per esplorare nuove prospettive sulla percezione e il trattamento dell'architettura modernista, nel sud-est asiatico come in Germania di cui la sede della mostra, la Haus der Statistik (Casa della Statistica) è un valido esempio. Costruito come un edificio amministrativo in una posizione centrale della città, rimase vuoto dopo la riunificazione, destinato alla demolizione. Grazie all'impegno della società civile e a un'amministrazione aperta, ora invece si è optato oer un riuso quale un progetto modello che combina usi culturali, sociali, educativi, abitativi e amministrativi in questo luogo speciale.
Contested Modernities è un'iniziativa dei curatori Sally Below, Moritz Henning, Christian Hiller e Eduard Kögel.

Christiane Bürklein

Mostra Contested Modernities. Postcolonial Architecture in Southeast Asia
dal 10 Settembre al 30 Ottobre 2021
Haus der Statistik, Haus A, Berlin
Immagini: vedi leggende
Ulteriori informazioni: https://www.seam-encounters.net/programme/contested-modernities-exhibition/

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature