12-02-2019

Asilo Muku di Tezuka Architects, forme organiche per l’infanzia

Tezuka Architects,

Katsuhisa Kita/FOTOTECA,

Asilo,

Vetro, Legno,

La Muku Nursery School, realizzata dallo studio giapponese Tezuka Architects a Fuji City, ha origine da una pianta a cerchio.



  1. Blog
  2. Materiali
  3. Asilo Muku di Tezuka Architects, forme organiche per l’infanzia

Asilo Muku di Tezuka Architects, forme organiche per l’infanzia La Muku Nursery School, realizzata dallo studio giapponese Tezuka Architects a Fuji City, ha origine da una pianta a cerchio. Il complesso di volumi in legno, dalla forma insolita per le singole classi, ha vinto il WAF 2018 nella categoria scuole per gli edifici completati.


Quando si parla di architetture per l’infanzia troviamo una serie di interventi molto interessanti che cercano, attraverso una forma architettonica particolare, di mettere i piccoli utenti a loro agio, favorendone lo sviluppo. Esempi virtuosi su Livegreenblog non mancano, da Mosca a Norimberga alla Thailandia, per menzionare solo alcuni dei progetti pubblicati.
La Muku Nursery School di Tezuka Architects, studio fondato nel 1994 a Tokyo, si inserisce in questo corollario di eccellenze architettoniche per l’infanzia, confermata dal titolo vinto al World Architecture Festival WAF 2018 nella categoria School. Completed Building.
Il progetto parte da una pianta circolare declinata non come anello, già proposto dallo stesso studio con l’acclamato asilo Fuji del 2007 sviluppato attorno a un albero secolare, ma come bolle. Si tratta infatti di dieci singoli edifici in legno, vetro e pareti traslucenti che, viste dall’alto, assomigliano alle tipiche bolle di sapone di varia grandezza e che lentamente salgono in aria. 
A ogni bolla è dedicata a una singola funzione e non dispone di pareti divisorie al proprio interno. Simili a mitocondri e ribosomi questi volumi circolari offrono una superficie complessiva di 403,51 metri quadrati e sono strutturati al loro interno dai mobili e partizioni basse, a misura di bambino. Obiettivo di Tezuka Architects è stato quello di proporre il posizionamento di ogni funzione completamente libera da vincoli geometrici. Questa assenza di vincoli, in combinazione con la forma rotonda, è uno stimolo al movimenti dei bambini che qui possono sfogarsi correndo nei e fra i vari cerchi.
La circolarità della pianta e dello spazio garantisce inoltre la massima visibilità, di grande importanza in un asilo per tenere sott’occhio in ogni momento i bambini. Inoltre le singole bolle sono disposte abbastanza vicine tra di loro, allo scopo di favorire il dialogo reale e visivo tra le aule e avere una splendida vista sul Monte Fuji. Uno sfondo di rara bellezza che qui diventa parte dell’esperienza quotidiana dei bambini.
La Muku Nursery School di Tezuka Architects sottolinea il modus operandi degli architetti. Per loro progettare un edificio significa creare spazi aperti e accoglienti nei confronti della natura, la quale viene sempre trattata con grande rispetto. Mentre le persone, cioè gli utenti di un’architettura, sono la base per l’esistenza stessa dell’opera architettonica, sempre volta ad aprire alle moltissime possibilità offerte dal contesto e non pensata come contenitore chiuso e autoreferenziale.

Christiane Bürklein

Progetto: Tezuka Architects
Logo: Fuji, Giappone
Anno: 2018
Immagini: Katsuhisa Kita/FOTOTECA
Award WAF 2018 School Completet Buildings

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×