23-05-2019

Architettura in Italia studi aperti e mostre

Stefano Boeri Architetti, Rem Koolhhas, Shigeru Ban,

Gianluca Di Ioia, Louis De Belle,

Milano,

Mostre,

Evento, Open House,

In Italia sono in corso numerosi eventi dedicati all'architettura che culmineranno il 24 e 25 maggio con l'iniziativa del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori: Open! Studi Aperti. A Milano si avvia a conclusione la Milano Arch Week 2019 e il 25 e 26 maggio si svolgerà Open House Milano, l'evento annuale che permette di visitare gli edifici pubblici e privati di valore architettonico normalmente non accessibili al pubblico.



Architettura in Italia studi aperti e mostre

Open! studi aperti” è la più importante manifestazione diffusa di architettura promossa dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC). Il 24 e 25 maggio gli studi italiani d'architettura apriranno le porte al pubblico offrendo eventi e incontri, lo scopo è ricordare e testimoniare come l'architettura non riguardi sono gli addetti ai lavori, ma sia fondamentale per migliorare la qualità di vita di tutti.
Nell'edizione 2018 più di 750 studi di 92 diverse province italiane hanno aderito all'invito del Consiglio Nazionale proponendo eventi e iniziative che hanno registrato un'alta partecipazione del pubblico, oltre 40 mila presenze.
Il fil rouge che collega tutti gli eventi di questa manifestazione diffusa di architettura è “diffondere la cultura architettonica e rinnovare la sensibilità nei confronti dell'ambiente, del paesaggio e dei territori”. L'iniziativa, secondo Alessandra Ferrari, Coordinatrice del Dipartimento Promozione della Cultura architettonica e della figura dell’architetto, ha saputo cogliere un bisogno diffuso: “quello che l’architettura sia per tutti”. Da una indagine commissionata dal CNAPPC in occasione del Congresso Nazionale, è infatti emerso che agli architetti “si richiede sempre più una grande capacità di ascolto: per comprendere i bisogni individuali e quelli delle comunità che sempre più vogliono partecipare alle scelte che riguardano l’ambiente e il futuro delle città e dei territori”.

È in corso dal 21 al 26 maggio la Milano Arch Week, un'intera settimana dedicata all'architettura promossa da Triennale Milano insieme al Politecnico e al comune di Milano, in collaborazione con Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e con la direzione artistica di Stefano Boeri.
Antropocene e Architettura è il titolo dell'edizione 2019 che si lega ai temi della XXII Triennale di Milano “Broken Nature” curata da Paola Antonelli e in corso fino al 1 settembre 2019. I temi centrali della XXII Triennale di Milano sono affrontati negli eventi della Milano Arch Week secondo una prospettiva urbanistica e architettonica con importanti ospiti internazionali.
Tra i protagonisti principali della settimana due architetti vincitori del Premio Pritzker: Rem Koolhaas e Shigeru Ban che sabato 25 maggio alla Triennale di Milano, in conversazione con Stefano Boeri, rifletteranno sull’evoluzione dell’architettura e sulla complessità urbana contemporanea a partire dai loro lavori. Nella settimana dell'architettura è stato affrontato anche il tema del cambiamento climatico e la necessità di ricostruire un rapporto con la Natura, intesa non solo come contesto naturale, ma in senso più ampio come complesso di questioni ambientali, sociali, culturali ed economiche. La programmazione proposta si lega al secondo appuntamento di mobilitazione mondiale Fridays for future lanciato dall’attivista svedese Greta Thunberg e previsto per il 24 maggio. Per l'occasione il meteroologo Luca Mercalli presenterà una open lecture sul cambiamento climatico seguita dall'incontro Fridays for Future Milano moderato da Simone Molteni, direttore scientifico di Lifegate, e Stefano Boeri.
A conclusione della Milano Arch Week oltre al già citato Open! Studi Aperti giunto alla terza edizione, si svolgerà anche Open House Milano l'evento che permette di scoprire l'identità di Milano attraverso le sue architetture. L'iniziativa si svolgerà il 25 e 26 maggio e permetterà di visitare oltre cento siti, palazzi storici e istituzionali ma anche residenze private, studi di designer e d'artista normalmente non accessibili al pubblico.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy Milano Arch Week photo by: Louis De Belle, Gianluca di Loia

studiaperti.com
www.milanoarchweek.eu
www.openhousemilano.org


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×