10-06-2020

Zaha Hadid Architects ME Dubai hotel e the Opus a Dubai

Zaha Hadid Architects,

Laurian Ghinitoiu,

Dubai,

Hotel,

Vetro,

Le splendide fotografie di Laurian Ghinitoiu ci permettono di scoprire anche gli interni del ME Dubai. L'hotel inaugurato recentemente è all'interno di The Opus, un grattacielo dall'insolita forma a cubo e vuoto all'interno, progettato da Zaha Hadid nel 2007. Il nuovo hotel, che fa parte della catena spagnola Melia Hotels International, è l'unico per cui Zaha Hadid ha firmato sia il progetto architettonico che di interior.



Zaha Hadid Architects ME Dubai hotel e the Opus a Dubai

A Dubai, nello stesso quartiere del celebre Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo, è stato recentemente inaugurato il nuovo ME Dubai, un hotel cinque stelle della catena spagnola Melia Hotels International. L'hotel è all'interno di The Opus, un grattacielo dall'insolita forma a cubo e vuoto all'interno, progettato da Zaha Hadid nel 2007. Il nuovo hotel è quindi l'unico al mondo che può vantare la firma dell'architetto anglo-irachena, scomparsa nel 2016, sia per il progetto architettonico che di interior.

Il grattacielo The Opus, nelle sue immagini più note e diffuse, appare come un cubo di vetro che segue precise geometrie ortogonali, ma con un vuoto al centro alto otto piani e delimitato da superfici fluide. Grazie al reportage fotografico di Laurian Ghinitoiu, si può notare come il volume di The Opus sia in realtà costituito da due torri separate, che insistono su una base comune e si riuniscono solo in parte nei piani superiori attraverso un ponte asimmetrico, alto tre piani e posto a 71 metri dal suolo. Lo scoprire la realtà della forma, nulla toglie alla "meraviglia" che suscita questo insolito volume scultoreo, in cui l'architetto ha esplorato l’equilibrio tra solido e vuoto, opaco e trasparente, interno ed esterno.
A livello del suolo le due torri sono riunite in una base di quattro piani che contiene l'atrio comune, nell'edificio è presente l'hotel ME Dubai con 74 camere e 19 suite, oltre a uffici, residenze, ristoranti, caffè e bar tra cui il ROKA, un ristorante giapponese di cucina robatayaki, e The MAINE Land Brasserie. Negli interior dell'hotel ME Dubai, sono stati usati mobili firmati da Zaha Hadid Design, come i divani e le sedute dell'atrio, i letti e gli arredi delle suite. Progetti che interpretano e proseguono anche negli interior quella ricerca di linee fluide che caratterizza tutta l'architettura di Zaha Hadid. All'interno di The Opus, la ventilazione e l'illuminazione degli ambienti è regolata automaticamente da sensori che permettono quindi di ridurrre gli sprechi energetici. In più per assicurare comfort e benessere agli ambienti, le facciate del cubo sono costituite da vetrate a doppio vetro isolante con rivestimento protettivo dai raggi UV e con un motivo che riduce l'irraggiamento solare degli interni. La facciata del vuoto è una superficie di 6.000 mq progettata attraverso la modellazione digitale 3D ed è stata realizzata con 4.300 elementi di vetro piani, a singola o doppia curvatura. All'interno dei pannelli vetrati sono installate luci dinamiche LED, controllabili individualmente, per l'illuminazione notturna del vuoto. Le soluzioni di facciata adottate, oltre al comfort degli interni, hanno un altro importante compito quello di alleggerire la percezione esterna del volume attraverso un continuo gioco di riflessi e trasparenze, come ben evidenziato dalle splendide fotografie di Laurian Ghinitoiu.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Zaha Hadid Architects, photo by Laurian Ghinitoiu

Project Team

Architect: Zaha Hadid Architects
Design: Zaha Hadid, Patrik Schumacher, Christos Passas
ZHA Design Director: Christos Passas
Competition Team: Christos Passas (Lead Designer), Paul Peyrer-Heimstaett, Alvin Huang, Daniel Baerlecken, Gemma Douglas, Saleem Al-Jalil
Design Team (Shell and Core): Vincent Nowak (Project Architect), Dimitris Akritopoulos, Javier Ernesto-Lebie, Paul Peyrer-Heimstaett, Sylvia Georgiadou, Phivos Skroumbelos, Marilena Sophocleous, Chiara Ferrari, Thomas Frings, Jesus Garate, Wenyuan Peng
Base Built Supervision Team: Fabian Hecker (Team Leader), Barbara Bochnak (Team Leader), Tomasz Starczewski, Kwanphil Cho, Bruno Pereira, Dimitris Kolonis
Hotel and Apartment Interior Design Team 1: Reza Esmaeeli, Bozana Komljenovic (Project Leads), Laura Micalizzi, Emily Rohrer (Senior Interior Designers), Veronika Ilinskaya, Eider Fernandez Eibar, Stella Nikolakaki, Bruno Pereira, Raul Forsoni, Thomas Frings, Chrysi Fradellou, Spyridon Kaprinis, Alexandra Fischer, Hendrik Rupp, Vivian Pashiali, Sofia Papageorgiou, Carlos Luna, Christos Sazos, Kwanphil Cho, Andri Shalou, Ben Kikkawa, Melhem Sfeir, Faten el Meri, Eleni Mente (Landscape Designer)
Hotel and Apartment Interior Design Team 2: Alessio Constantino (Project Lead), Sonia Renehan (Senior Interior Designer), Afsoon Es Haghi, Zsuzsanna Barat, Ekaterina Smirnova, Chafic Zerrouki, Nessma Al Ghoussein, Christina Christodoulidou
Bespoke Furniture Team: Maha Kutay (Project Director), Margarita Valova, Reza Esmaeeli, Raul Forsoni, Bruno Pereira, Carine Posner, Filipa Gomes

Consultants
Project Management: Gleeds (London), Omniyat (Dubai)
Local Architects: Arex Consultants (Dubai), BSBG (Dubai)
Structural Engineers: Whitbybird (London), BG&E (Dubai)
MEP Engineers: Clarke Samadin (Dubai)
Façade Engineers: Whitbybird (London), Agnes Koltay Facades (Dubai)
Lift Consultants: Adam Scott, Roger Preston Dynamics (London), Lerch Bates (Dubai)
Fire Engineering: Safe (London), Design Confidence (Dubai)
Acoustic Consultants: PMK (Dubai)
Traffic Consultants: Cansult Limited (Dubai), Al Tourath (Dubai)
Lighting Consultants: Tim Downey, Isometrix (London), DPA (Dubai), Illuminate (Dubai)
Interior Consultants: HBA (Dubai)
Security Consultants: Control Risks (Dubai)

Kitchen Consultants: MCTS (Dubai), AV Consultants EntireTech (Dubai)
QS Consultants: HQS (Dubai)

Main Contractors
Facade Contractors: Brookfield Multiplex (London), Alu-Nasa (Dubai)
Hotel Operator: Melia Hotels

Details
Size: 84,345m² - 100m (w) X 67m (d) X 93m (h)
20 floors above ground
7 floors below ground


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature