04-09-2018

Steven Holl Architects Future Campus dell'University College di Dublino

Steven Holl,

Dublino, Irlanda,

Centro Ricerche, Università,

Paesaggio,

Lo studio Steven Holl Architects ha vinto il concorso di progettazione per la realizzazione del Future Campus dell'University College di Dublino con un progetto ispirato alle geometrie del Selciato del Gigante. Il progetto prevede la realizzazione del Centre for Creative Design e del masterplan complessivo dell'area.



Steven Holl Architects Future Campus dell'University College di Dublino

Il 7 agosto si è concluso il concorso di progettazione per il Future Campus dell'University College di Dublino. Alla fase finale concorrevano sei importanti studi: Diller Scofidio + Renfro (USA), John Ronan Architects (USA), O'Donnell + Tuomey (Irlanda), Steven Holl Architects (USA), Studio Libeskind (USA) e UNStudio (Paesi Bassi). La giuria internazionale del concorso composta da docenti dell'University College di Dublino e da architetti di fama internazionale tra cui: Sir David Adjaye (Adjaye Associates), Ann Beha (Ann Beha Architects) e Joe Berridge (Urban Strategies) ha decretato vincitore la proposta elaborata da Steven Holl Architects. Il progetto prevede la realizzazione di un edificio, il Centre for Creative Design, e del masterplan complessivo dell'area. Gli architetti hanno inserito in un masterplan chiaro, che valorizza il contesto storico e naturale dell'area, un edificio iconico, un segno forte che evoca le geometrie del Selciato del Gigante, Giant's Causeway, della costa irlandese.

Il Creative Center for Design, è l'elemento fondamentale del progetto presentato dal team di studi guidato da Steven Holl Architects per l'University College di Dublino. L'edificio costituisce l'ingresso al campus con aule, spazi espositivi, foyer, caffetteria e centro di osservazione. Nel masterplan dell'area il Creative Center for Design diventa il portale di accesso a un sistema di sette corti verde pensate per valorizzare le caratteristiche storiche e naturali del luogo. Un ruolo fondamentale per cui gli architetti hanno disegnato un edificio iconico, in grado di diventare un landmark del contesto.
Il nuovo masterplan prevede la creazione di un percorso pedonale parallelo a quello già esistente e asse principale del campus. Lungo questa distribuzione planimetrica a H sono previste pensiline che raddoppiano la superficie dei connettori solari e formano la rete energetica del campus. Lungo i sentieri gli architetti hanno previsto caffè e altri spazi per incontri informali animati da un attenta progettazione del verde con stagni artificiali, per il recupero delle acque piovane, e valorizzazione degli alberi secolari presenti nel campus.

Il progetto del Creative Center for Design è fondato su cinque concetti chiave: place, space, gateway, natural light e circuit of social connection. L'edificio è circondato da una piazza e da uno specchio d'acqua riflettente. La sua forma è chiaramente ispirata alle geometrie del Selciato del gigante, le colonne di basalto che compongono la suggestiva conformazione rocciosa naturale della costa nord est irlandese, inserita nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO dal 1986.
La luce naturale investe generosamente tutti gli spazi interni del centro, catturata da due strutture verticali inclinate secondo l'inclinazione dell'asse terrestre. Un altro importante simbolo per il luogo, la Torre d'acqua dodecaedrica dell'University College di Dublino realizzata nel 1972, è evocata dalle forme dell'auditorium.
Secondo i concetti chiave enunciati, gli architetti hanno concepito lo spazio del centro come una continua esperienza e non come un oggetto statico. Per favorire la collaborazione creativa e l'interazione tra tutti gli utenti dell'edificio, nella distribuzione interna, è stato creato un “circuito di connessione sociale” con pareti vetrate per classi e laboratori che consentono vicendevoli scambi di sguardi ma sono previsti anche ambienti più riservati per concentrarsi.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Steven Holl Architects

Architect: Steven Holl Architects
Steven Holl (design architect, principal)
Chris McVoy (partner in charge)
Filipe Taboada (project architect, associate)
Ruoyu Wei (project architect)
Project Team: Alessandra Catherine Calaguire, Michael Haddy, Seo Hee Lee, Jacobo Mingorance Arranz.
Associate architect: Kavanagh Tuite Architects, Brian Kavanagh (principal in charge), Fergal Ryan (project team)
Structural engineer: Arup
Landscape architect / urban designer: HarrisonStevens
Climate engineer: Transsolar
Analyst: Brightspot Strategy
Location: Dublin, Ireland


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×