23-02-2018

Vetro serigrafato per l’HQ della Société Privée de Gérance dello Studio Vaccarini

Ginevra, Svizzera,

Banche, Uffici, Headquarters,

contemporaneo, Minimalismo, Moderno,

Vetro,

Recupero,

Il rifacimento della facciata dell'edificio della Société Privée de Gérance di Ginevra, dello studio Vaccarini di Pescara, mostra una nuova declinazione dell'uso del vetro nelle facciate



Vetro serigrafato per l’HQ della Société Privée de Gérance dello Studio Vaccarini
La facciata della Société Privée de Gérance di Ginevra di Giovanni Vaccarini architetti è composta di lamelle frangisole in vetro serigrafato che rendono l’edificio fragile ed elegante allo stesso tempo.
La ristrutturazione della facciata dell'edificio della Société Privée de Gérance, con un vincolo strutturale per il peso degli elementi progettuali che avrebbero dovuto ancorarsi alle strutture esistenti, è stato inaugurato nell’agosto del 2016 e presenta alcune particolarità tecniche degne di nota.
La prima è l’aver realizzato una facciata semplice con uno strato di vetro triplo, denominato “camera calda”, unito a una cristalliforme parata di pinne di vetro frangisole poste su tre lati della costruzione. Queste hanno lo scopo di controllare non solo il rendimento termico dell’edificio, ma anche di garantire una completa visibilità verso l’esterno. Un aspetto formale fortemente richiesto dalla committenza. Pertanto fra le pinne brise soleil e lo strato denominato “camera calda” vi è un terzo strato di vetri a camera, contenente gli elementi oscuranti costituiti dalle veneziane in alluminio microforate con lo scopo di proteggere gli interni dall’irraggiamento diretto.
Le pinne inoltre sono serigrafate con una originale quadrettatura delle superfici che ricorda la foratura delle antiche schede informatiche e sembra anche mancare una vera geometria modulare, evitando così l’effetto banale della ripetitività. In questo caso il disegno, oltre a rendere meno scontato il dettaglio architettonico, accresce il gioco delle rifrazioni, impreziosendo il tutto in maniera insospettabile. Questo poi ha delle ricadute positive in termini illuminotecnici e termoimpiantistici.
Un dettaglio non trascurabile è legato al progetto di illuminazione della facciata, in quanto fra le “pinne di vetro” poste in facciata, che talvolta sono giuntate vicine fra loro, sono collocati dei led che danno l’occasione di regolare l’illuminazione globale dell’edificio con una certa disinvoltura e un buon controllo energetico. Infine si tenga presente che il sistema della facciata ha uno spessore piuttosto limitato, in quanto varia dai 40 agli 80 cm di ingombro totale. 

Fabrizio Orsini

Progetto: Nuovi Headquarter della SPG Société Privée de Gérance
Luogo: Ginevra, Svizzera
Committente: Thierry Barbier-Muller, SPG - Asset Development
Architetto: Giovanni Vaccarini Architetti
Direzione tecnica: Fossati Architectes SA
Collaboratori: Francesca Di Giannantonio, Alice Cerigioni, Luisa Di Blasio, Ida Blasioli, Anthony Bove, Alfonso Di Felice, Matteo Mucciante, Daniele Silvestri, Giuditta Maria Lelli
Progetto strutturale: Wintsch&Cie
Ingegnerizzazione facciate: BCS SA
Progetto illuminotecnico facciate: SIMOS
Facciate: Stahlbau Pichler
Cronologia: Concorso a inviti: 2010 - Aggiudicazione concorso: 2011 - Progettazione: 2012-2013 - Costruzione: 2013-2016 - Inaugurazione: agosto 2016
Superficie lotto: 650 metri quadrati
Superficie piano: 385 metri quadrati
Altezza edificio: 26 metri Numero piani fuori terra: 8
Numero piani interrati: 2
Superficie facciata: 1.900 metri quadrati circa
Foto: Adrien Buchet

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature