22-05-2020

La villa in acciaio e vetro, su pali, di Mecanoo

mariashot.photo, Blue Sky Images,

Lechlade-on-Thames,

Housing, Ville, Residenze,

Cemento, Legno, Vetro,

Una villa in acciaio, costruita su pali, sembra galleggiare sull’acqua di un lago presso Lechlade-on-Thames



La villa in acciaio e vetro, su pali, di Mecanoo Sorge sulle acque di un lago nella pianura di Lechlade-on-Thames a pochi chilometri da Oxford una villa in vetro e acciaio, costruita su pali, e realizzata da Mecanoo.
È inusuale trovare una casa costruita sull’acqua nel XXI secolo, e questa infatti è stata costruita come una palafitta direttamente sull’acqua, con pali e micropali di cemento. I suoi due piani fuori terra e la facciata in acciaio e vetro sfidano il rigido clima inglese, accogliendo tutto il sole possibile al suo interno. Inoltre, grazie a un desiderio del cliente, dialoga con il docile lago attraverso una terrazza posta a filo d’acqua.
Per realizzare una tale poetica architettonica, su di una piattaforma di cemento a vasca, le cui fondazioni si immergono nel fondale lacustre, è stato costruito il telaio di acciaio. Questo è composto da tre pilastri centrali e dieci lungo il perimetro, e corrisponde alla struttura portante dell’intera abitazione. Sui lati lunghi che sono le facciate di ingresso e di affaccio sul lago, troviamo quattro pilastri, mentre due si trovano al centro delle facciate corte. Il tutto tenuto assieme da una intelaiatura orizzontale, composta da travi standard d’acciaio alleggerite, alle quali si aggancia la grande facciata di vetro strutturale che corre lungo tutto il perimetro. Il rettangolo planimetrico, di 15.88x11.05mt, è quindi composto da profilati che variano dalla più leggera IPE270 alla più pesante HEA280. Unica eccezione il vano scale che, pur sfruttando le travi HEA nord-sud da 280 ne, ha due piatte di irrigidimento alte solo 150x20mm, a cui si aggiungono altre due IPE200 nei punti di testa.
I rivestimenti esterni di legno, che si accostano al freddo vetro, si sposano anche con i pavimenti interni realizzati in grandi doghe di legno brunito. Questi lasciano spazio alle griglie dell’impianto di riscaldamento, mentre quello elettrico è nascosto da un controsoffitto bianco che talvolta ingloba pure l’illuminazione.


Fabrizio Orsini



Programme: 600 m2 three-storey house with one level below water with cinema, games/bar area, wellness/spa area, 80 m2 roof terrace and 176 m2 ground floor terrace
Design: 2015-2016
Realisation: 2016-2018
Client: private
Development: Boheme Development S.L.
Concept design: Mecanoo architecten
Developed architectural design: Arquitectura y Ordenación Urbana S.L. AOU SL
Structural engineer: Fernando Sarria
Engineering: INARQ S.L.

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature