02-07-2020

Labirinto della Masone conversazioni sul verde, sul paesaggio... e sull'architettura

Matteo Thun e Luca Colombo, Pier Carlo Bontempi,

Massimo Listri, Yann Monel, Mauro Davoli©, Marco Campanini,

Fontanellato (PR), Italy, Parma, Italia,

Paesaggio, Nature Center,

Al Labirinto della Masone di Fontanellato, Parma, ripartono gli incontri dedicati al verde, ai giardini e al paesaggio. Il programma ha subito alcune variazioni e sono stati inseriti nuovi incontri dove anche l'architettura ha un ruolo di primo piano. I temi affrontati offrono nuovi spunti di riflessione per mettere in luce l'importanza che ha il verde nelle città e negli ambienti di lavoro.



Labirinto della Masone conversazioni sul verde, sul paesaggio... e sull'architettura

Dopo lo "stop" imposto dal lockdown nel mese di marzo ripartono oggi, 2 luglio, al Labirinto della Masone di Fontanellato gli incontri dedicati al verde, ai giardini e al paesaggio organizzati in collaborazione con il FAI, delegazione di Parma. Il programma ha subito alcune variazioni e sono stati inseriti nuovi incontri dove anche l'architettura ha un ruolo di primo piano e dove non mancano temi di pressante attualità. Scopo della rassegna è proprio proporre degli spunti di riflessione che dal mondo delle piante e dei giardini possano spaziare a diverse discipline. Gli incontri, per esempio, mettono in luce l'importanza del verde nelle città e negli ambienti di lavoro, oltre ad affrontare campi specifici come la storia del giardino e il restauro del paesaggio (a cui è dedicato il terzo incontro con Alberta Campitelli) o il giardino nella gastronomia (protagonista del secondo appuntamento con Gottardo Bonacini).

Il Labirinto della Masone si estende su sette ettari ed è un complesso di architetture e di un vero labirinto: un parco verde realizzato con circa 200 mila piante di bambù e che offre 3 km di percorsi in cui perdersi. Le architetture del Labirinto, ispirate alle utopie architettoniche neoclassiche di Boullée, Lequeu, Ledoux, sono state progettate dall'architetto Pier Carlo Bontempi mentre il progetto paesaggistico è dell'architetto Davide Dutto. Tra le architetture è presente il Museo con l'intera collezione di opere d'arte raccolte dall'editore italiano e committente del Labirinto, Franco Maria Ricci, la biblioteca con le sue collezioni bibliofile e i libri pubblicati nel corso della sua attività, l'archivio, gli spazi per mostre temporanee e il bistrò - caffé.
In questa scenografica sede alle porte di Parma, prenderà oggi il via la prima delle “conversazioni sul verde” che sarà dedicata a un progetto in divenire. Il primo incontro riguarda infatti la presentazione del progetto “Kilometroverde Parma” dal sottotitolo “Un nuovo modo di (ri)pensare il paesaggio”. Il masterplan è stato progettato dallo Studio Bellesi Giuntoli di Firenze e si tratta di un intervento di riforestazione urbana. Il progetto si propone infatti di creare a nord della città di Parma, un'area di boschi permanenti che corre per 11 chilometri parallela all'autostrada A1, allo scopo di creare una barriera vegetale che possa offrire un valido contributo alla riduzione dell'inquinamento, sia dovuto a particelle sottili che acustico, oltre che incentivare le buone pratiche di cura e valorizzazione del territorio.
L'importanza del verde nel vivere quotidiano con attenzione in particolare ai luoghi di lavoro riguarderà il quarto incontro. In quell'occasione con il sociologo Domenico De Masi, Davide Bollati presidente del Gruppo Davines e l'architetto Tommaso Del Buono, si parlerà del Davines Village realizzato a pochi km da Parma. Progettato per la parte architettonica da Matteo Thun e Luca Colombo e per le aree verdi dallo studio Del Buono Gazerwitz, il progetto del Davines Village è esempio di un'azienda che persegue il "beneficio comune" (B-Corp) attenta quindi al benessere del personale, all'armonia del luogo di lavoro e alla sostenibilità della filiera di produzione. La rassegna si concluderà il 30 luglio con gli interventi dell'educatrice Irene Salvaterra e della pedagogista Laura Malavasi sull'apprendimento all'aria aperta e sui nuovi metodi educativi per cogliere gli stimoli forniti dalla natura.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Labirinto della Masone, photo by Marco Campanini, Mauro Davoli, Massimo Listri, Yann Monel.


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature