06-07-2016

Webcreativity o il successo dei Floating Piers

Paolo Schianchi,

Gianluca Giordano,

Roma,

The Floating Piers, l'opera d'arte realizzata da Christo e Jeanne-Claude sul Lago d'Iseo è stato il grande “hype” dell'estate; e non solo italiana, infatti ne sono testimoni le tantissime immagini che circolano sul web.



  1. Blog
  2. Landscaping
  3. Webcreativity o il successo dei Floating Piers

Webcreativity o il successo dei Floating Piers The Floating Piers, l'opera d'arte realizzata da Christo e Jeanne-Claude sul Lago d'Iseo è stato il grande “hype” dell'estate; e non solo italiana, infatti ne sono testimoni le tantissime immagini che circolano sul web. Una storia di successo della webcreativity applicata con oltre 1 milione di visitatori.



Una location naturale dalla bellezza unica e poco conosciuta, il Lago d'Iseo in provincia di Brescia, è diventata per due settimane meta per oltre 1 milione di turisti. Tutti a voler “camminare sulle acque” grazie all'ultima installazione di Christo: The Floating Piers.



Sono passati oltre quarant'anni da quando Christo e Jeanne-Claude, mancata nel 2009, hanno realizzato delle opere in Italia, tra cui una fontana e una torre medievale “impacchettati” per il Festival dei due mondi di Spoleto e nel 1974 una parte delle Mura Aureliane a Roma.



The Floating Piers, come le altre opere della coppia, gioca sempre con lo straniamento del paesaggio. Questa volta hanno coinvolto le acque del Lago d'Iseo con un percorso pedonale temporaneo, un pontile galleggiante ricoperto da 100mila metri quadrati di stoffa gialla che è stato percorribile gratuitamente dal 18 giugno al 3 luglio 2016.





Era dato per certo che una opera tale, permettendo di camminare per 3,4 km sull'acqua e quindi offrendo un'esperienza unica, suscitasse l'interesse anche da parte del grande pubblico, ma ha stupito persino i suoi ideatori dato che è diventa un fenomeno globale artistico di importanza mondiale.



Abbiamo chiesto al direttore di Floornature, Paolo Schianchi, docente IUSVE, esperto italiano di Visual Literacy e Webcreativity, delucidazioni in merito al must d'estate, tingendo i profili dei social media, da Facebook ad Instagram, del giallo caldo del “ponte di Christo”.



“Credo che la forza di quest'opera sia proprio nella sua riproducibilità web. Christo ha, volontariamente o involontariamente questo non lo so, utilizzato il web come riproduzione iconico-mitica dell'opera stessa. Ora la cosa che mi affascina di più è che questa realizzazione di land art vivrà per sempre non nei musei, ma in internet, attraverso la continua riproposizione della sua stessa immagine. Infatti è interessante pensare che da oggi, dopo il suo smantellamento, chi vorrà vedere o studiare l'opera Floating Piers non dovrà recarsi in un museo o leggere su di un'antologia di storia dell'arte, ma vistare Google Street View o fare una ricerca su un motore di ricerca web. E questa è webcreativity applicata all'arte!”

Christiane Bürklein

Progetto: Christo e Jeanne-Claude, http://www.thefloatingpiers.com/
Anno: 2014
Realizzazione: 2016
Luogo: Lago d'Iseo, Italiy
Immagini: © Gianluca Giordano
Link news

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature