19-03-2021

Karim Nader, interventi per il recupero di dieci scuole a Beirut

Ivana Nestorovic, Karim Nader Studio,

Ivana Nestorovic, Dia Mrad,

Beirut, Libano,

Scuola,

Recupero,

I danni della devastante esplosione nel porto di Beirut, avvenuta il 4 agosto 2020, hanno coinvolto anche molti edifici scolastici. L’architetto Karim Nader insieme all’architetta Ivana Nestorovic, in un'azione rapida di emergenza, sta lavorando al recupero di 10 scuole pubbliche nella zona ovest di Beirut per dare ai ragazzi la possibilità di ritornare a scuola il prima possibile.



  1. Blog
  2. News
  3. Karim Nader, interventi per il recupero di dieci scuole a Beirut

Karim Nader, interventi per il recupero di dieci scuole a Beirut Il 4 agosto del 2020 una devastante esplosione nel porto di Beirut, in un momento già difficile, ha causato morte e distruzione nella capitale libanese. Tra gli innumerevoli edifici danneggiati vi erano numerose scuole con gravi ripercussioni per gli studenti. La loro ricostruzione riveste quindi un ruolo importante, a cui si sta dedicando l’architetto libanese Karim Nader in coordinamento con il Ministero libanese dell'educazione e dell'istruzione superiore, nonché con il sostegno della Direzione svizzera per lo sviluppo e la cooperazione. 
Insieme all'architetta Ivana Nestorovic, Kader e il suo studio si sono occupati della valutazione dettagliata dei danni causati, nonché dell'identificazione di altre debolezze strutturali e funzionali di ogni edificio colpito. Inoltre, gli architetti sono stati incaricati del processo di appalto, attraverso la preparazione dei documenti di gara, la selezione e la valutazione degli appaltatori, seguita dalla supervisione della fase di esecuzione.
Le scuole sono state classificate in due gruppi, quelle che sono situate negli edifici storici, alcuni dei quali risalenti alla fine del XIX secolo, e altre che occupano edifici risalenti alla fine degli anni Cinquanta del Novecento, fino a quelli più nuovi. Di conseguenza, ogni scuola nascosta nei quartieri vecchi riflette l'epoca in cui è stata costruita. Ed è così che, mirando a preservare queste qualità, i lavori stanno riguardando principalmente il restauro degli elementi architettonici specifici caso per caso, come finestre a triplo arco o gli elementi decorativi in legno. Gli stessi che si trovano in gran parte sopra le pareti divisorie delle aule dalle aree centrali. A tutto ciò si aggiungono ovviamente la riparazione di porte e finestre e la riqualificazione dei tetti. L'esempio più evidente di questi interventi lo si trova nell'asilo di Burj Abi Haidar (Scuola 20 - Burj Abi Haidar Mixed Public Kindergarten).
Inoltre, alcune delle scuole che occupano edifici moderni, costruiti alla fine degli anni '50 del Novecento, hanno dato a Karim Nader e al suo team l'opportunità di operare anche dei miglioramenti programmatici. Per esempio, in una scuola di Zoqaq el Blat (School 16 - Zoqaq Al Blat Mixed), lo studio ha avuto la possibilità di trasformare l'area inutilizzata del tetto in uno spazio multifunzionale. Due stanze trasformate in un’unica sala per le arti e i mestieri. In questo modo l’istituto scolastico potrà espandere il curriculum dei suoi studenti e coinvolgerli in lavori creativi. In più, un’altra area della terrazza sul tetto è stata predisposta per ospitare una serra. Questa sarà implementata nella seconda fase del progetto che comprende anche diversi interventi per migliorare l'efficienza energetica dell'intero edificio. 
Durante la prima fase, invece, è diventata chiara ai progettisti la necessità di ulteriori azioni per evitare che gli edifici, specialmente quelli di importanza storica, si deteriorino ulteriormente. Inoltre, hanno anche compreso il bisogno di altri miglioramenti spaziali e adeguamenti programmatici. Alcuni di questi, come l’urban gardening e la pittura murale artistica, saranno realizzati attraverso una serie di workshop. Un approccio partecipativo che coinvolgerà gli studenti nella progettazione e nell'esecuzione, così come nella manutenzione e conservazione di tali nuove aree aggiunte. In questo senso gli interventi di Karim Nader stanno portando a una reale e benefica innovazione a tutto vantaggio degli studenti, attraverso nuove opportunità e stimoli necessari per superare il trauma causato dall’esplosione.

Christiane Bürklein

Project: Karim Nader with Ivana Nestorovic
Location: Beirut, Lebanon
Year: 2020 - ongoing
Images: Ivana Nestorovic, Dia Mrad - see captions

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature