29-10-2019

Hariri Pontarini Architects vincitore del Premio Internazionale RAIC 2019

Hariri Pontarini Architects,

Doublespace Photography,

Santiago del Cile,

Architettura e Cultura,

Il Royal Architectural Institute of Canada (RAIC) ha annunciato il vincitore del Premio Internazionale RAIC 2019, si tratta del Tempio Baha'i del Sud America a Santiago del Cile dello studio Hariri Pontarini Architects di Toronto, Canada.



  1. Blog
  2. News
  3. Hariri Pontarini Architects vincitore del Premio Internazionale RAIC 2019

Hariri Pontarini Architects vincitore del Premio Internazionale RAIC 2019 L'illustre architetto canadese Raymond Moriyama, il FRAIC, il Royal Architectural Institute of Canada (RAIC) e la RAIC Foundation, hanno creato il RAIC International Prize nel 2013, allo scopo di elevare il peso internazionale del RAIC e della professionalità architettonica in Canada, incoraggiando gli architetti canadesi ad aspirare all'eccellenza internazionale. Il premio, originariamente chiamato Moriyama RAIC International Prize, consiste in un corrispettivo in denaro e una scultura progettata dal designer canadese Wei Yew. Il premio celebra un'unica opera architettonica trasformativa nel suo contesto sociale, quale espressione dei valori umanistici di giustizia, rispetto, uguaglianza e inclusione. Il premio è aperto a tutti gli architetti, indipendentemente dalla nazionalità e dall'ubicazione. Possono partecipare con un edificio ubicato in una qualsiasi parte del mondo. Il vincitore è quindi selezionato in un concorso aperto e presieduto da una giuria.
Giunto al suo terzo ciclo, il premio biennale ha ricevuto contributi da 12 paesi dislocati nei sei continenti. Il vincitore è stato svelato il 25 ottobre 2019, nel corso di una cerimonia di gala e premiazione presso il Westin Harbour Castle di Toronto, nonché alla presenza di oltre 260 membri della comunità architettonica canadese e internazionale. Vincitore, si è rivelato lo studio Hariri Pontarini Architects di Toronto con il Tempio Baha'i del Sud America a Santiago del Cile (link). 
L’architettura è stata progettata per essere un luogo di accoglienza significato per tutti. Il suo design aspira alla comunanza nella diversità e ha attirato oltre 1,4 milioni di visitatori dall'apertura nel 2016. 
La giuria ha così motivato la sua scelta: "Il risultato è senza tempo e stimolante, un edificio che utilizza un linguaggio di spazio e luce, forma e materiali, per esprimere un'interpretazione della filosofia e dell'insegnamento Baha'i che diventa universalmente accessibile come esperienza spirituale ed emotiva condivisa”. Continua il giudizio della giuria: "Gli architetti risolvono un programma impegnativo per un nuovo tempio Baha'i vicino a Santiago con una forma potente che crea un nuovo punto di riferimento - un gioiello - in una scenografica cornice naturale. Durante il giorno, la forma sorprendente è animata dalle variazioni di luce e ombra sulle superfici fluide dell'edificio. Di notte si erge come una lanterna, delicatamente illuminata dall'interno".
Il Tempio Baha'i del Sud America è stato selezionato dalla giuria, composta da sei membri, dopo aver effettuato delle visite in loco, una per ciascuno dei tre progetti selezionati. 
Oltre al Tempio Baha'i del Sudamerica, i finalisti sono stati: Edificio E, un edificio per le conferenze dell’Università di Piura a Piura, Perù, a opera di Barclay & Crousse, di Lima, e Filo: Artists' Residency and Cultural Center in Sinthian, Senegal, a cura dell'architetto Toshiko Mori di New York, USA.
Oltre al premio principale di 100.000 dollari CAD, tre borse di studio di 5.000 dollari CAD sono state assegnate a studenti di scuole di architettura canadesi sulla base di un saggio sul tema: il momento in cui hanno deciso di diventare architetti. I vincitori sono stati: Laure Nolte, Dalhousie University, Lucie Palombi, University of Montreal, e Odudu Umoessien, University of Manitoba.

Christiane Bürklein

Progetto: Siamak Hariri - Hariri Pontarini Architects - https://hariripontarini.com
Luogo: Santiago del Cile
Anno: 2016
Immagini: doublespace photography, Guy Wenborne, Sebastián Wilson León
Ulteriori informazioni: https://raic.org/

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×